it opay

MegaFon Online

Un'altra tariffa per il trasferimento dei dati. Nemmeno una tariffa quanto un "contenitore" specializzato per fornire nuove opzioni Internet all'abbonato. Che in MegaFon basta già per tutti i gusti e tutte le tasche. O lo stesso non su nessuno? O c'è del gusto nel nuovo MegaFon-Online che giustifica l'apparenza di questa proposta?

Condizionalità illimitata

Una domanda che non esce dallo stato di lenta discussione e provoca periodicamente esplosioni di emozioni: “Che tipo di diritto ha l'operatore di limitare la mia libertà di volontà. oh, scusa, consumo di Internet?!”. E la seconda domanda della stessa serie: “Perché mai chiamare “illimitato” qualcosa che è tagliato in alto, in basso e ai lati? Sii onesto e scrivi così com'è, senza ingannare le persone con illimitatezze fittizie!”.

Limitare il consumo di Internet mobile non è un diritto dell'operatore, è una sua diretta responsabilità. Anche se ci sono leve di controllo di media rigidità, il 20% degli utenti consuma l'80% della risorsa, quando le restrizioni vengono revocate, questa quota si trasforma nel 10% del 90% nel giro di poche settimane. Di conseguenza, la stragrande maggioranza degli utenti è soddisfatta degli "avanzi dal tavolo del maestro" dei torrenter attivi, giurando a velocità EDGE nelle reti 3G.

E non sono solo i famigerati torrent. I frequenti aggiornamenti "pesanti" di Windows e antivirus fanno la loro parte, Youtube e altri contenuti video anche non contribuiscono a scaricare le reti. È stato detto molte volte: le reti di comunicazione mobile cellulare universale non sono ancora in grado di fungere da sostituto a tutti gli effetti di Internet a banda larga specializzato. Con l'introduzione diffusa dell'LTE, forse, ma tutt'altro che un dato di fatto, i contenuti tendono a diventare più pesanti a un ritmo più veloce. Le restrizioni "brutali" nelle reti mobili dovrebbero essere e nel prossimo futuro, molto probabilmente, continueranno.

Per quanto riguarda il nome stesso "tariffa illimitata", non puoi trovare formalmente da ridire, t Macchina da barba/rifilatura originale.c. dopo aver abilitato l'uno o l'altro limiter, la trasmissione dei dati rimane disponibile. Lascia a bassa velocità, ma completamente senza Internet, l'utente non rimane. Si potrebbero chiamare queste proposte “tariffe limitate in un certo numero di parametri, accesso ininterrotto a Internet a canone mensile fisso”, ma la parola “illimitato” scalda l'anima dell'abbonato e non pecca tanto contro la verità. Anche se, per motivi di ordine, potrebbero scrivere "condizionatamente illimitato".

Un'altra tariffa?!

Come sappiamo, l'aumento della concentrazione della soluzione porta alla fine a precipitazioni. L'attuale concentrazione di offerte, pacchetti e opzioni Internet ha già raggiunto valori tali che l'abbonato che si è immerso nelle profondità del sito stesso precipita. Involontariamente, ti confonderai nell'abbondanza di opzioni esistenti. Che si tratti del recente passato: paga 220 rubli, prendi l'opzione Internet "Pacchetto base" e goditi la vita anche con uno smartphone, anche con un tablet. Molti sono riusciti a usarlo come Internet domestico, in particolare con le opzioni "Estendi velocità". Chi desiderava velocità più elevate e/o torrent ha iniziato a chiedere il prezzo di pacchetti più solidi, cercando una Internet molto economica per uno smartphone, dopo un paio di esperimenti, ha preso comunque “Basic”. E ora “dove dovrebbe andare il contadino”?

È meglio non "alimentare" il "Calcolatore tariffario" che si trova sul sito, questa opzione non è per i deboli di cuore. Sono andato, ho resettato tutti i contatori motori e ho lasciato solo 1500 MB di GPRS-Internet al mese. Il meccanismo intelligente, di sua iniziativa, ha preso in considerazione l'opzione Internet, ha calcolato tutto e mi ha inviato al negozio per la tariffa O'Hard, prevedendo le spese minime possibili per un importo di 3.600 rubli al mese. Ottimista, per non dire altro. Apparentemente, gli sviluppatori del "Calcolatore tariffario" non hanno nemmeno provato a prendere in considerazione tutta la varietà di opzioni Internet e offerte speciali. E questo non mi sorprende affatto.

Un'ipotesi sull'origine

È giunto il momento di mettere le cose in ordine nelle tariffe e nelle opzioni Internet. Per facilità di percezione, orientamento più facile e risparmio di tempo/denaro per i tuoi abbonati preferiti. È facile dare consigli dall'esterno, ma in qualche modo devi ancora risolvere le opzioni tariffarie sugli scaffali. La situazione non è del tutto normale:

  • Nell'80% dei casi, le esigenze degli abbonati moderni con I-device e Android (compresi i tablet) possono davvero essere soddisfatte solo da opzioni condizionalmente illimitate.
  • Del restante 20%, più della metà (10-15%) verrà espulsa a illimitato dall'operatore con "calci" di arrotondamento di 100 KB. Bene, o chiamatele belle frasi, come "una scelta consapevole dell'utente", la formulazione dell'essenza non cambia.
  • Il restante 5% è rappresentato da chi esegue la quasi totalità delle azioni con il dispositivo nell'area di copertura della rete WiFi (ad esempio un router tascabile), oppure attiva in modo economico professionale il GPRS rigorosamente per un tempo limitato e per un compito specifico.< /li>
  • La quota di dispositivi "con la lettera A" sta crescendo rapidamente, generando la domanda di illimitati condizionali. Inoltre, sta diventando sempre più difficile per l'utente capire quale “illimitato” sia adatto.

Prima, ci siamo occupati di variabili più comprensibili: la necessità approssimativa di traffico, il prezzo di un megabyte, il costo di un'opzione di downgrade. Ebbene, c'è anche la considerazione di soglie di arrotondamento e ogni sorta di step-rate, ma per il consumatore medio questa è già “acrobazia”. Ora vediamo il prezzo mensile di anlim più tutta una serie di caratteristiche e limitatori che definiscono il profilo e, allo stesso tempo, impediscono il consumo del “prodotto non pagato”. L'algoritmo delle funzioni restrittive non è pubblicizzato nelle descrizioni e negli annunci, il che complica ulteriormente una scelta informata.

Puoi pensare alle principali aree di "modernizzazione" per strutturare e dare uno sguardo significativo a questa crescente economia illimitata:

  • Un approccio "minimalista". Si stanno sviluppando una, massimo due opzioni, che soddisfano più o meno le esigenze della maggior parte degli utenti e con un prezzo medio. Non tutti sono contenti del prezzo e dei parametri, ma non c'è ancora scelta e “mangiano quello che danno”. D'altronde non c'è nemmeno confusione, gli errori dei dipendenti dei punti vendita sono esclusi, reclami e reclami sono al minimo, l'abbonato non ha problemi con la scelta.
  • Approccio techno. Rimuovere tutti i nomi poco comprensibili, lasciarne uno neutro e dotarlo di diverse marcature dei parametri digitali. Qualcosa come "Mobiliner 1.5.60.500", dove i numeri indicano la velocità di trasferimento massima (download dati), max. traffico orario a piena velocità, max. traffico giornaliero e max. traffico al mese.Cinque o sei opzioni con prezzi diversi e "set di prodotti" di parametri chiuderanno tutte le nicchie degli utenti e un breve cheat sheet sostituirà tre dozzine di pagine di descrizioni sul sito. Lo svantaggio principale è la distruzione dell'immagine di "illimitato" agli occhi dell'utente, questo è ideologicamente sbagliato. Le persone hanno provato, selezionato e sistemato i limitatori in modo che l'utente (idealmente) non si accorgesse affatto dei limiti, e qui tutto è disposto per lui direttamente in nome della tariffa. Il secondo svantaggio è che non è rivolto al mercato di massa. Nonostante l'attrattiva di un tale schema per le persone "che sanno", la maggior parte degli utenti non vorrà capire tutti questi megabit-megabyte e/o non sarà in grado di farlo.
  • Approccio al bersaglio. Assegna alla tariffa / opzione un nome "parlante" del dispositivo o servizio, orientando chiaramente l'acquirente. Ricordo quanti anni fa abbiamo riso di una selezione di domande divertenti da parte dei clienti nei negozi di comunicazione, uno dei successi è stata la domanda "Hai una tariffa per un telefono Nokia?". Quindi, in relazione all'opzione per il trasferimento dei dati, tale domanda è assolutamente legittima. Tariffe con nomi come "iPad", "Tablet", "Smartphone" rendono radicalmente più facile per l'acquirente scegliere e scaricare il cervello per il venditore. Contro: spesso una scelta non ottimale (i profili sono diversi) e la necessità di scavare meticolosamente nelle descrizioni di una persona "nell'argomento".

A giudicare dalla struttura e dallo schema della tariffa MegaFon-Online, MegaFon ha scelto la terza via e intende rendere la vita il più semplice possibile ai clienti inesperti e ai dipendenti dei punti vendita, offrendo opzioni dai nomi "parlanti".< /p>

MegaFon Online

La descrizione ufficiale della tariffa sul sito è qui, "MegaFon-Online" ha preso il posto di diritto nella "vetrina" accanto a "MegaFon-Login". Duplicazione? In larga misura sì. Con il rilascio di MegaFon-Online, Login ha solo tre vantaggi significativi:

  1. Comunicazione vocale bloccata e, di conseguenza, possibilità di acquistare una SIM card senza registrazione
  2. La possibilità di acquistare Internet "al dettaglio" al prezzo di 0,80 rubli. per megabyte, soggetto a ricostituzione del saldo per un importo di 350 rubli. ogni due settimane.
  3. La possibilità di collegare l'opzione "Internet mobile giornaliero" per 125 rubli

Il valore d'uso delle tre qualità elencate è piccolo ed è uguale a zero per la stragrande maggioranza degli utenti. Nella sua forma "pura" (senza opzioni), Internet su "Login" costa 3,40 rubli / MB, sul nuovo "Online" - 1,90 rubli / MB, ad es. quasi la metà del prezzo, la fatturazione è per kilobyte per entrambe le tariffe. Quasi tutte le opzioni Internet disponibili su "Login" sono disponibili anche su "Online", tre nuove opzioni (e infatti, tariffe dati illimitate) sono presenti solo su "Online". Infine, su "Online" la comunicazione vocale non è bloccata, questa è una tariffa a tutti gli effetti. Il prezzo di una "voce" non è stimolante (3 rubli per ogni minuto locale, fatturato al minuto), ma se necessario, puoi chiamare e questa chiamata non ti farà fallire.

Non vedo molto senso nell'esistenza di "Login" e fin dall'inizio sembrava solo una versione molto ridotta dell'allora "O'Hard". Qualunque siano le ragioni del rilascio dell'attuale sostituzione di Login, la nuova tariffa è oggettivamente migliore per la stragrande maggioranza degli utenti.

Posizionamento

MegaFon-Online si trova nella sezione "Per gli utenti di Internet mobile", che, per così dire, lo rimuove automaticamente dalla zona delle tariffe universali. Per facilitare la percezione, la decisione è corretta, ma la tariffa è ancora universale con un'enfasi sulla trasmissione dei dati. E, se trascorri molto tempo online e chiami raramente, MegaFon-Online potrebbe essere inaspettatamente un'opzione adatta. Teoricamente, sulla tariffa, puoi anche collegare le opzioni vocali "Tutto mobile" e/o "Propria rete", anche se non ha molto senso in questo, MegaFon-Online chiaramente non è adatto a molte persone che parlano.

Non siamo molto interessati a una tariffa senza opzioni Internet, ma questo non è un "contenitore tariffario" nella sua forma più pura, ha una sua nicchia. Ad esempio, "Onliner" sta bene in un tablet con modulo GSM per chi utilizza principalmente l'accesso WiFi e Internet mobile solo sulla strada casa-lavoro e nei viaggi occasionali nei fine settimana. Rispetto a Unlimited Cheap, non potrai risparmiare così tanto, ma è comunque bello e l'assenza di un abbonato obbligatorio scalda l'anima per molti.

Opzioni vecchie e nuove

Qui, MegaFon-Online è molto più interessante, con un elenco completo delle "vecchie" opzioni supportate può essere trovato qui. Sfortunatamente, il popolare pacchetto "Internet illimitato di base" non è disponibile. O "l'eredità" di altre tariffe Internet ("Base" non è disponibile, anche su "MegaFon-Login"), o attraverso una svista. Ma per MegaFon-Online, questo non è fondamentale, altre opzioni consentono di riempire con successo questa nicchia. Il resto delle "vecchie" opzioni illimitate è disponibile.

Oltre al tradizionale no-limits (tranne "Base"), MegaFon-Online offre tre nuove opzioni mirate con nomi "parlanti". Nella descrizione tariffaria queste opzioni sono evidenziate in un blocco separato perché non disponibili su altri piani tariffari. Per così dire, sono stati creati esclusivamente per MegaFon-Online. Per ogni evenienza: il nome dell'opzione non implica in alcun modo che sia "bloccata" per un dispositivo specifico, una scheda SIM con l'opzione "E-book" potrà funzionare su un tablet e viceversa.

"Ebook". Quota di abbonamento - 150 rubli. al mese. L'accesso a Internet è fornito a velocità fino a 1 Mbps fino a 1 Gigabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo dell'opzione, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Direi che l'opzione "E-book" sembra buona almeno quanto l'opzione "Base", sulla quale otteniamo 1,5 GB di traffico a una velocità di 512 Kbps per 220 rubli / mese. 1 Mbps è molto più comodo, inoltre non vedo alcun divieto specifico sui singoli protocolli nella descrizione.

"Tablet". Quota di abbonamento - 350 rubli. al mese. L'accesso a Internet viene fornito alla massima velocità possibile fino al volume di 100 megabyte per il giorno corrente. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa dall'inizio del giorno successivo. L'opzione Estendi velocità non è disponibile. Molti avranno la sensazione che per 350 rubli. otteniamo 3 GB di traffico al mese a piena velocità. Sfortunatamente, questo non è del tutto vero, il traffico Internet non viene sempre consumato in modo uniforme. Una quota di abbonamento di circa 295 rubli sarebbe sembrata più adeguata.

"Navigatore". Quota di abbonamento - 66,7 rubli. al mese, ritirato in quanti di 200 rubli. tre mesi in una volta. L'accesso a Internet è fornito alla massima velocità possibile fino a 100 megabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Forse l'opzione più interessante con caratteristiche atipiche. Nella sua forma "pura", è utile non solo nel "Navigatore", ma anche come anlim molto economico in un tablet. Eh, questa opzione si farebbe connessa sulle tariffe voce, il massimo per un messenger, Opera Mini e cosette simili in uno smartphone se c'è il WiFi al lavoro. Quando colleghi l'opzione "Estendi velocità", otteniamo 1,6 GB di traffico alla massima velocità possibile per 217 rubli / mese. In termini di qualità di consumo, nella maggior parte dei casi questa opzione non è peggiore (o addirittura migliore) dell'opzione "Tablet", ma allo stesso tempo più di una volta e mezza più economica.

Oltre ad altri usi, Navigator è adatto anche come versione economica di Internet da casa. E quando colleghi l'opzione "Estendi Mega Speed", otteniamo 3,1 GB di traffico per 367 rubli / mese, che è significativamente più economico di qualsiasi altro pacchetto illimitato a piena velocità.

MegaFon Online

Un'altra tariffa per il trasferimento dei dati. Nemmeno una tariffa quanto un "contenitore" specializzato per fornire nuove opzioni Internet all'abbonato. Che in MegaFon basta già per tutti i gusti e tutte le tasche. O lo stesso non su nessuno? O c'è del gusto nel nuovo MegaFon-Online che giustifica l'apparenza di questa proposta?

Condizionalità illimitata

Una domanda che non esce dallo stato di lenta discussione e provoca periodicamente esplosioni di emozioni: “Che tipo di diritto ha l'operatore di limitare la mia libertà di volontà. oh, scusa, consumo di Internet?!”. E la seconda domanda della stessa serie: “Perché mai chiamare “illimitato” qualcosa che è tagliato dall'alto, dal basso e dai lati? Sii onesto e scrivi come sei, senza ingannare le persone con illimitatezze fittizie!”.

Limitare il consumo di Internet mobile non è un diritto dell'operatore, è una sua diretta responsabilità. Anche se ci sono leve di controllo di media rigidità, il 20% degli utenti consuma l'80% della risorsa, quando le restrizioni vengono revocate, questa quota si trasforma nel 10% del 90% nel giro di poche settimane. Di conseguenza, la stragrande maggioranza degli utenti è soddisfatta degli "avanzi dal tavolo del maestro" dei torrenter attivi, giurando a velocità EDGE nelle reti 3G.

E non sono solo i famigerati torrent. I frequenti aggiornamenti "pesanti" di Windows e antivirus fanno la loro parte, Youtube e altri contenuti video anche non contribuiscono a scaricare le reti. È stato detto molte volte: le reti di comunicazione mobile cellulare universale non sono ancora in grado di fungere da sostituto a tutti gli effetti di Internet a banda larga specializzato. Con l'introduzione diffusa dell'LTE, forse, ma tutt'altro che un dato di fatto, i contenuti tendono a diventare più pesanti a un ritmo più veloce. Le restrizioni "brutali" nelle reti mobili dovrebbero essere e nel prossimo futuro, molto probabilmente, continueranno.

Per quanto riguarda il nome stesso "tariffa illimitata", non puoi trovare formalmente da ridire, t Macchina da barba/rifilatura originale.c. dopo aver abilitato l'uno o l'altro limiter, la trasmissione dei dati rimane disponibile. Lascia a bassa velocità, ma completamente senza Internet, l'utente non rimane. Si potrebbero chiamare queste proposte “tariffe limitate in un certo numero di parametri, accesso ininterrotto a Internet a canone mensile fisso”, ma la parola “illimitato” scalda l'anima dell'abbonato e non pecca tanto contro la verità. Anche se, per motivi di ordine, potrebbero scrivere "condizionatamente illimitato".

Un'altra tariffa?!

Come sappiamo, l'aumento della concentrazione della soluzione porta alla fine a precipitazioni. L'attuale concentrazione di offerte, pacchetti e opzioni Internet ha già raggiunto valori tali che l'abbonato che si è immerso nelle profondità del sito stesso precipita. Involontariamente, ti confonderai nell'abbondanza di opzioni esistenti. Che si tratti del recente passato: paga 220 rubli, prendi l'opzione Internet "Pacchetto base" e goditi la vita anche con uno smartphone, anche con un tablet. Molti sono riusciti a usarlo come Internet domestico, in particolare con le opzioni "Estendi velocità". Chi desiderava velocità più elevate e/o torrent ha iniziato a chiedere il prezzo di pacchetti più solidi, cercando una Internet molto economica per uno smartphone, dopo un paio di esperimenti, ha preso comunque “Basic”. E ora “dove dovrebbe andare il contadino”?

È meglio non "alimentare" il "Calcolatore tariffario" che si trova sul sito, questa opzione non è per i deboli di cuore. Sono andato, ho resettato tutti i contatori motori e ho lasciato solo 1500 MB di GPRS-Internet al mese. Il meccanismo intelligente, di sua iniziativa, ha preso in considerazione l'opzione Internet, ha calcolato tutto e mi ha inviato al negozio per la tariffa O'Hard, prevedendo le spese minime possibili per un importo di 3.600 rubli al mese. Ottimista, per non dire altro. Apparentemente, gli sviluppatori del "Calcolatore tariffario" non hanno nemmeno provato a prendere in considerazione tutta la varietà di opzioni Internet e offerte speciali. E questo non mi sorprende affatto.

Un'ipotesi sull'origine

È giunto il momento di mettere le cose in ordine nelle tariffe e nelle opzioni Internet. Per facilità di percezione, orientamento più facile e risparmio di tempo / denaro per i tuoi abbonati preferiti. È facile dare consigli dall'esterno, ma in qualche modo devi ancora risolvere le opzioni tariffarie sugli scaffali. La situazione non è del tutto normale:

  • Nell'80% dei casi, le esigenze degli abbonati moderni con I-device e Android (compresi i tablet) possono davvero essere soddisfatte solo da opzioni condizionalmente illimitate.
  • Del restante 20%, più della metà (10-15%) verrà espulsa a illimitato dall'operatore con "calci" di arrotondamento di 100 KB. Bene, o chiamatele belle frasi, come "una scelta consapevole dell'utente", la formulazione dell'essenza non cambia.
  • Il restante 5% sono coloro che svolgono quasi tutte le azioni con il dispositivo nell'area di copertura della rete WiFi (ad esempio un router tascabile), oppure attivano economicamente professionalmente il GPRS rigorosamente per un tempo limitato e per un compito specifico.< /li>
  • La quota di dispositivi "con la lettera A" sta crescendo rapidamente, generando la domanda di illimitati condizionali. Inoltre, sta diventando sempre più difficile per l'utente capire quale “illimitato” sia adatto.

Prima, ci siamo occupati di variabili più comprensibili: la necessità approssimativa di traffico, il prezzo per megabyte, il costo dell'opzione di downgrade. Ebbene, c'è anche la considerazione di soglie di arrotondamento e ogni sorta di step-rate, ma per il consumatore medio questa è già “acrobazia”. Ora vediamo il prezzo mensile di anlim più tutta una serie di caratteristiche e limitatori che definiscono il profilo e, allo stesso tempo, impediscono il consumo del “prodotto non pagato”. L'algoritmo delle funzioni restrittive non è pubblicizzato nelle descrizioni e negli annunci, il che complica ulteriormente una scelta informata.

Puoi pensare alle principali aree di "modernizzazione" per strutturare e dare uno sguardo significativo a questa crescente economia illimitata:

  • Un approccio "minimalista". Si stanno sviluppando una, massimo due opzioni, che soddisfano più o meno le esigenze della maggior parte degli utenti e con un prezzo medio. Non tutti sono contenti del prezzo e dei parametri, ma non c'è ancora scelta e “mangiano quello che danno”. D'altronde non c'è nemmeno confusione, gli errori dei dipendenti dei punti vendita sono esclusi, reclami e reclami sono al minimo, l'abbonato non ha problemi con la scelta.
  • Approccio techno. Rimuovere tutti i nomi poco comprensibili, lasciarne uno neutro e dotarlo di diverse marcature dei parametri digitali. Qualcosa come "Mobiliner 1.5.60.500", dove i numeri indicano la velocità di trasferimento massima (download dati), max. traffico orario a piena velocità, max. traffico giornaliero e max. traffico al mese.Cinque o sei opzioni con prezzi diversi e "set di prodotti" di parametri chiuderanno tutte le nicchie degli utenti e un breve cheat sheet sostituirà tre dozzine di pagine di descrizioni sul sito. Lo svantaggio principale è la distruzione dell'immagine di "illimitato" agli occhi dell'utente, questo è ideologicamente sbagliato. Le persone hanno provato, selezionato e sistemato i limitatori in modo che l'utente (idealmente) non si accorgesse affatto dei limiti, e qui tutto è disposto per lui direttamente in nome della tariffa. Il secondo svantaggio è che non è rivolto al mercato di massa. Nonostante l'attrattiva di un tale schema per le persone "che sanno", la maggior parte degli utenti non vorrà capire tutti questi megabit-megabyte e/o non sarà in grado di farlo.
  • Approccio al bersaglio. Assegna alla tariffa / opzione un nome "parlante" del dispositivo o servizio, orientando chiaramente l'acquirente. Ricordo quanti anni fa abbiamo riso di una selezione di domande divertenti da parte dei clienti nei negozi di comunicazione, uno dei successi è stata la domanda "Hai una tariffa per un telefono Nokia?". Quindi, in relazione all'opzione per il trasferimento dei dati, tale domanda è assolutamente legittima. Tariffe con nomi come "iPad", "Tablet", "Smartphone" rendono radicalmente più facile per l'acquirente scegliere e scaricare il cervello per il venditore. Contro: spesso una scelta non ottimale (i profili sono diversi) e la necessità di scavare meticolosamente nelle descrizioni di una persona "nell'argomento".

A giudicare dalla struttura e dallo schema della tariffa MegaFon-Online, MegaFon ha scelto la terza via e intende rendere la vita il più semplice possibile ai clienti inesperti e ai dipendenti dei punti vendita, offrendo opzioni dai nomi "parlanti".< /p>

MegaFon Online

La descrizione ufficiale della tariffa sul sito è qui, "MegaFon-Online" ha preso il posto di diritto nella "vetrina" accanto a "MegaFon-Login". Duplicazione? In larga misura sì. Con il rilascio di MegaFon-Online, Login ha solo tre vantaggi significativi:

  1. Comunicazione vocale bloccata e, di conseguenza, possibilità di acquistare una SIM card senza registrazione
  2. La possibilità di acquistare Internet "al dettaglio" al prezzo di 0,80 rubli. per megabyte, soggetto a ricostituzione del saldo per un importo di 350 rubli. ogni due settimane.
  3. La possibilità di collegare l'opzione "Internet mobile giornaliero" per 125 rubli

Il valore d'uso delle tre qualità elencate è piccolo ed è uguale a zero per la stragrande maggioranza degli utenti. Nella sua forma "pura" (senza opzioni), Internet su "Login" costa 3,40 rubli / MB, sul nuovo "Online" - 1,90 rubli / MB, ad es. quasi la metà del prezzo, la fatturazione è per kilobyte per entrambe le tariffe. Quasi tutte le opzioni Internet disponibili su "Login" sono disponibili anche su "Online", tre nuove opzioni (e infatti, tariffe dati illimitate) sono presenti solo su "Online". Infine, su "Online" la comunicazione vocale non è bloccata, questa è una tariffa a tutti gli effetti. Il prezzo di una "voce" non è stimolante (3 rubli per ogni minuto locale, fatturato al minuto), ma se necessario, puoi chiamare e questa chiamata non ti farà fallire.

Non vedo molto senso nell'esistenza di "Login" e fin dall'inizio sembrava solo una versione molto ridotta dell'allora "O'Hard". Qualunque siano le ragioni del rilascio dell'attuale sostituzione di Login, la nuova tariffa è oggettivamente migliore per la stragrande maggioranza degli utenti.

Posizionamento

MegaFon-Online si trova nella sezione "Per gli utenti di Internet mobile", che, per così dire, lo rimuove automaticamente dalla zona delle tariffe universali. Per facilitare la percezione, la decisione è corretta, ma la tariffa è ancora universale con un'enfasi sulla trasmissione dei dati. E, se trascorri molto tempo online e chiami raramente, MegaFon-Online potrebbe essere inaspettatamente un'opzione adatta. Teoricamente, sulla tariffa, puoi anche collegare le opzioni vocali "Tutto mobile" e/o "Propria rete", anche se non ha molto senso in questo, MegaFon-Online chiaramente non è adatto a molte persone che parlano.

Non siamo molto interessati a una tariffa senza opzioni Internet, ma questo non è un "contenitore tariffario" nella sua forma più pura, ha una sua nicchia. Ad esempio, "Onliner" sta bene in un tablet con modulo GSM per chi utilizza principalmente l'accesso WiFi e Internet mobile solo sulla strada casa-lavoro e nei viaggi occasionali nei fine settimana. Rispetto a Unlimited Cheap, non potrai risparmiare così tanto, ma è comunque bello e l'assenza di un abbonato obbligatorio scalda l'anima per molti.

Opzioni vecchie e nuove

Qui, MegaFon-Online è molto più interessante, con un elenco completo delle "vecchie" opzioni supportate può essere trovato qui. Sfortunatamente, il popolare pacchetto "Internet illimitato di base" non è disponibile. O "l'eredità" di altre tariffe Internet ("Base" non è disponibile, anche su "MegaFon-Login"), o attraverso una svista. Ma per MegaFon-Online, questo non è fondamentale, altre opzioni consentono di riempire con successo questa nicchia. Il resto delle "vecchie" opzioni illimitate è disponibile.

Oltre al tradizionale no-limits (tranne "Base"), MegaFon-Online offre tre nuove opzioni mirate con nomi "parlanti". Nella descrizione tariffaria queste opzioni sono evidenziate in un blocco separato perché non disponibili su altri piani tariffari. Per così dire, sono stati creati esclusivamente per MegaFon-Online. Per ogni evenienza: il nome dell'opzione non implica in alcun modo che sia "bloccata" per un dispositivo specifico, una scheda SIM con l'opzione "E-book" potrà funzionare su un tablet e viceversa.

"Ebook". Quota di abbonamento - 150 rubli. al mese. L'accesso a Internet è fornito a velocità fino a 1 Mbps fino a 1 Gigabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo dell'opzione, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Direi che l'opzione "E-book" sembra buona almeno quanto l'opzione "Base", sulla quale otteniamo 1,5 GB di traffico a una velocità di 512 Kbps per 220 rubli / mese. 1 Mbps è molto più comodo, inoltre non vedo alcun divieto specifico sui singoli protocolli nella descrizione.

"Tablet". Quota di abbonamento - 350 rubli. al mese. L'accesso a Internet viene fornito alla massima velocità possibile fino al volume di 100 megabyte per il giorno corrente. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa dall'inizio del giorno successivo. L'opzione Estendi velocità non è disponibile. Molti avranno la sensazione che per 350 rubli. otteniamo 3 GB di traffico al mese a piena velocità. Sfortunatamente, questo non è del tutto vero, il traffico Internet non viene sempre consumato in modo uniforme. Una quota di abbonamento di circa 295 rubli sarebbe sembrata più adeguata.

"Navigatore". Quota di abbonamento - 66,7 rubli. al mese, ritirato in quanti di 200 rubli. tre mesi in una volta. L'accesso a Internet è fornito alla massima velocità possibile fino a 100 megabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Forse l'opzione più interessante con caratteristiche atipiche. Nella sua forma "pura", è utile non solo nel "Navigatore", ma anche come anlim molto economico in un tablet. Eh, questa opzione si farebbe connessa sulle tariffe voce, il massimo per un messenger, Opera Mini e cosette simili in uno smartphone se c'è il WiFi al lavoro. Quando colleghi l'opzione "Estendi velocità", otteniamo 1,6 GB di traffico alla massima velocità possibile per 217 rubli / mese. In termini di qualità di consumo, nella maggior parte dei casi questa opzione non è peggiore (o addirittura migliore) dell'opzione "Tablet", ma allo stesso tempo più di una volta e mezza più economica.

Oltre ad altri usi, Navigator è adatto anche come versione economica di Internet da casa. E quando colleghi l'opzione "Estendi Mega Speed", otteniamo 3,1 GB di traffico per 367 rubli / mese, che è significativamente più economico di qualsiasi altro pacchetto illimitato a piena velocità.

MegaFon Online

Un'altra tariffa per il trasferimento dei dati. Nemmeno una tariffa quanto un "contenitore" specializzato per fornire nuove opzioni Internet all'abbonato. Che in MegaFon basta già per tutti i gusti e tutte le tasche. O lo stesso non su nessuno? O c'è del gusto nel nuovo MegaFon-Online che giustifica l'apparenza di questa proposta?

Condizionalità illimitata

Una domanda che non esce dallo stato di lenta discussione e provoca periodicamente esplosioni di emozioni: “Che tipo di diritto ha l'operatore di limitare la mia libertà di volontà. oh, scusa, consumo di Internet?!”. E la seconda domanda della stessa serie: “Perché mai chiamare “illimitato” qualcosa che è tagliato in alto, in basso e ai lati? Sii onesto e scrivi così com'è, senza ingannare le persone con illimitatezze fittizie!”.

Limitare il consumo di Internet mobile non è un diritto dell'operatore, è una sua diretta responsabilità. Anche se ci sono leve di controllo di media rigidità, il 20% degli utenti consuma l'80% della risorsa, quando le restrizioni vengono revocate, questa quota si trasforma nel 10% del 90% nel giro di poche settimane. Di conseguenza, la stragrande maggioranza degli utenti è soddisfatta degli "avanzi dal tavolo del maestro" dei torrenter attivi, giurando a velocità EDGE nelle reti 3G.

E non sono solo i famigerati torrent. I frequenti aggiornamenti "pesanti" di Windows e antivirus fanno la loro parte, Youtube e altri contenuti video anche non contribuiscono a scaricare le reti. È stato detto molte volte: le reti di comunicazione mobile cellulare universale non sono ancora in grado di fungere da sostituto a tutti gli effetti di Internet a banda larga specializzato. Con l'introduzione diffusa dell'LTE, forse, ma tutt'altro che un dato di fatto, i contenuti tendono a diventare più pesanti a un ritmo più veloce. Le restrizioni "brutali" nelle reti mobili dovrebbero essere e nel prossimo futuro, molto probabilmente, continueranno.

Per quanto riguarda il nome stesso "tariffa illimitata", non puoi trovare formalmente da ridire, t Macchina da barba/rifilatura originale.c. dopo aver abilitato l'uno o l'altro limiter, la trasmissione dei dati rimane disponibile. Lascia a bassa velocità, ma completamente senza Internet, l'utente non rimane. Si potrebbero chiamare queste proposte “tariffe limitate in un certo numero di parametri, accesso ininterrotto a Internet a canone mensile fisso”, ma la parola “illimitato” scalda l'anima dell'abbonato e non pecca tanto contro la verità. Anche se, per motivi di ordine, potrebbero scrivere "condizionatamente illimitato".

Un'altra tariffa?!

Come sappiamo, l'aumento della concentrazione della soluzione porta alla fine a precipitazioni. L'attuale concentrazione di offerte, pacchetti e opzioni Internet ha già raggiunto valori tali che l'abbonato che si è immerso nelle profondità del sito stesso precipita. Involontariamente, ti confonderai nell'abbondanza di opzioni esistenti. Che si tratti del recente passato: paga 220 rubli, prendi l'opzione Internet "Pacchetto base" e goditi la vita anche con uno smartphone, anche con un tablet. Molti sono riusciti a usarlo come Internet domestico, in particolare con le opzioni "Estendi velocità". Chi desiderava velocità più elevate e/o torrent ha iniziato a chiedere il prezzo di pacchetti più solidi, cercando una Internet molto economica per uno smartphone, dopo un paio di esperimenti, ha preso comunque “Basic”. E ora “dove dovrebbe andare il contadino”?

È meglio non "alimentare" il "Calcolatore tariffario" che si trova sul sito, questa opzione non è per i deboli di cuore. Sono andato, ho resettato tutti i contatori motori e ho lasciato solo 1500 MB di GPRS-Internet al mese. Il meccanismo intelligente, di sua iniziativa, ha preso in considerazione l'opzione Internet, ha calcolato tutto e mi ha inviato al negozio per la tariffa O'Hard, prevedendo le spese minime possibili per un importo di 3.600 rubli al mese. Ottimista, per non dire altro. Apparentemente, gli sviluppatori del "Calcolatore tariffario" non hanno nemmeno provato a prendere in considerazione tutta la varietà di opzioni Internet e offerte speciali. E questo non mi sorprende affatto.

Un'ipotesi sull'origine

È giunto il momento di mettere le cose in ordine nelle tariffe e nelle opzioni Internet. Per facilità di percezione, orientamento più facile e risparmio di tempo/denaro per i tuoi abbonati preferiti. È facile dare consigli dall'esterno, ma in qualche modo devi ancora risolvere le opzioni tariffarie sugli scaffali. La situazione non è del tutto normale:

  • Nell'80% dei casi, le esigenze degli abbonati moderni con I-device e Android (compresi i tablet) possono davvero essere soddisfatte solo da opzioni condizionalmente illimitate.
  • Del restante 20%, più della metà (10-15%) verrà espulsa a illimitato dall'operatore con "calci" di arrotondamento di 100 KB. Bene, o chiamatele belle frasi, come "una scelta consapevole dell'utente", la formulazione dell'essenza non cambia.
  • Il restante 5% è rappresentato da chi esegue la quasi totalità delle azioni con il dispositivo nell'area di copertura della rete WiFi (ad esempio un router tascabile), oppure attiva in modo economico professionale il GPRS rigorosamente per un tempo limitato e per un compito specifico.< /li>
  • La quota di dispositivi "con la lettera A" sta crescendo rapidamente, generando la domanda di illimitati condizionali. Inoltre, sta diventando sempre più difficile per l'utente capire quale “illimitato” sia adatto.

Prima, ci siamo occupati di variabili più comprensibili: la necessità approssimativa di traffico, il prezzo di un megabyte, il costo di un'opzione di downgrade. Ebbene, c'è anche la considerazione di soglie di arrotondamento e ogni sorta di step-rate, ma per il consumatore medio questa è già “acrobazia”. Ora vediamo il prezzo mensile di anlim più tutta una serie di caratteristiche e limitatori che definiscono il profilo e, allo stesso tempo, impediscono il consumo del “prodotto non pagato”. L'algoritmo delle funzioni restrittive non è pubblicizzato nelle descrizioni e negli annunci, il che complica ulteriormente una scelta informata.

Puoi pensare alle principali aree di "modernizzazione" per strutturare e dare uno sguardo significativo a questa crescente economia illimitata:

  • Un approccio "minimalista". Si stanno sviluppando una, massimo due opzioni, che soddisfano più o meno le esigenze della maggior parte degli utenti e con un prezzo medio. Non tutti sono contenti del prezzo e dei parametri, ma non c'è ancora scelta e “mangiano quello che danno”. D'altronde non c'è nemmeno confusione, gli errori dei dipendenti dei punti vendita sono esclusi, reclami e reclami sono al minimo, l'abbonato non ha problemi con la scelta.
  • Approccio techno. Rimuovere tutti i nomi poco comprensibili, lasciarne uno neutro e dotarlo di diverse marcature dei parametri digitali. Qualcosa come "Mobiliner 1.5.60.500", dove i numeri indicano la velocità di trasferimento massima (download dati), max. traffico orario a piena velocità, max. traffico giornaliero e max. traffico al mese.Cinque o sei opzioni con prezzi diversi e "set di prodotti" di parametri chiuderanno tutte le nicchie degli utenti e un breve cheat sheet sostituirà tre dozzine di pagine di descrizioni sul sito. Lo svantaggio principale è la distruzione dell'immagine di "illimitato" agli occhi dell'utente, questo è ideologicamente sbagliato. Le persone hanno provato, selezionato e sistemato i limitatori in modo che l'utente (idealmente) non si accorgesse affatto dei limiti, e qui tutto è disposto per lui direttamente in nome della tariffa. Il secondo svantaggio è che non è rivolto al mercato di massa. Nonostante l'attrattiva di un tale schema per le persone "che sanno", la maggior parte degli utenti non vorrà capire tutti questi megabit-megabyte e/o non sarà in grado di farlo.
  • Un approccio mirato. Assegna alla tariffa / opzione un nome "parlante" del dispositivo o servizio, orientando chiaramente l'acquirente. Ricordo quanti anni fa abbiamo riso di una selezione di domande divertenti da parte dei clienti nei negozi di comunicazione, uno dei successi è stata la domanda "Hai una tariffa per un telefono Nokia?". Quindi, in relazione all'opzione per il trasferimento dei dati, tale domanda è assolutamente legittima. Tariffe con nomi come "iPad", "Tablet", "Smartphone" rendono radicalmente più facile per l'acquirente scegliere e scaricare il cervello per il venditore. Contro: spesso una scelta non ottimale (i profili sono diversi) e la necessità di scavare meticolosamente nelle descrizioni di una persona "nell'argomento".

A giudicare dalla struttura e dallo schema della tariffa MegaFon-Online, MegaFon ha scelto la terza via e intende rendere la vita il più semplice possibile ai clienti inesperti e ai dipendenti dei punti vendita, offrendo opzioni dai nomi "parlanti".< /p>

MegaFon Online

La descrizione ufficiale della tariffa sul sito è qui, "MegaFon-Online" ha preso il posto di diritto nella "vetrina" accanto a "MegaFon-Login". Duplicazione? In larga misura sì. Con il rilascio di MegaFon-Online, Login ha solo tre vantaggi significativi:

  1. Comunicazione vocale bloccata e, di conseguenza, possibilità di acquistare una SIM card senza registrazione
  2. La possibilità di acquistare Internet "al dettaglio" al prezzo di 0,80 rubli. per megabyte, soggetto a ricostituzione del saldo per un importo di 350 rubli. ogni due settimane.
  3. La possibilità di collegare l'opzione "Internet mobile giornaliero" per 125 rubli

Il valore d'uso delle tre qualità elencate è piccolo ed è uguale a zero per la stragrande maggioranza degli utenti. Nella sua forma "pura" (senza opzioni), Internet su "Login" costa 3,40 rubli / MB, sul nuovo "Online" - 1,90 rubli / MB, ad es. quasi la metà del prezzo, la fatturazione è per kilobyte per entrambe le tariffe. Quasi tutte le opzioni Internet disponibili su "Login" sono disponibili anche su "Online", tre nuove opzioni (e infatti, tariffe dati illimitate) sono presenti solo su "Online". Infine, su "Online" la comunicazione vocale non è bloccata, questa è una tariffa a tutti gli effetti. Il prezzo di una "voce" non è stimolante (3 rubli per ogni minuto locale, fatturato al minuto), ma se necessario, puoi chiamare e questa chiamata non ti farà fallire.

Non vedo molto senso nell'esistenza di "Login" e fin dall'inizio sembrava solo una versione molto ridotta dell'allora "O'Hard". Qualunque siano le ragioni del rilascio dell'attuale sostituzione di Login, la nuova tariffa è oggettivamente migliore per la stragrande maggioranza degli utenti.

Posizionamento

MegaFon-Online si trova nella sezione "Per gli utenti di Internet mobile", che, per così dire, lo rimuove automaticamente dalla zona delle tariffe universali. Per facilitare la percezione, la decisione è corretta, ma la tariffa è ancora universale con un'enfasi sulla trasmissione dei dati. E, se trascorri molto tempo online e chiami raramente, MegaFon-Online potrebbe essere inaspettatamente un'opzione adatta. Teoricamente, sulla tariffa, puoi anche collegare le opzioni vocali "Tutto mobile" e/o "Propria rete", anche se non ha molto senso in questo, MegaFon-Online chiaramente non è adatto a molte persone che parlano.

Non siamo molto interessati a una tariffa senza opzioni Internet, ma questo non è un "contenitore tariffario" nella sua forma più pura, ha una sua nicchia. Ad esempio, "Onliner" sta bene in un tablet con modulo GSM per chi utilizza principalmente l'accesso WiFi e Internet mobile solo sulla strada casa-lavoro e nei viaggi occasionali nei fine settimana. Rispetto a Unlimited Cheap, non potrai risparmiare così tanto, ma è comunque bello e l'assenza di un abbonato obbligatorio scalda l'anima per molti.

Opzioni vecchie e nuove

Qui, MegaFon-Online è molto più interessante, con un elenco completo delle "vecchie" opzioni supportate può essere trovato qui. Sfortunatamente, manca il popolare pacchetto "Internet illimitato di base". O "l'eredità" di altre tariffe Internet ("Base" non è disponibile, anche su "MegaFon-Login"), o attraverso una svista. Ma per MegaFon-Online, questo non è fondamentale, altre opzioni consentono di riempire con successo questa nicchia. Il resto delle "vecchie" opzioni illimitate è disponibile.

Oltre al tradizionale no-limits (tranne "Base"), MegaFon-Online offre tre nuove opzioni mirate con nomi "parlanti". Nella descrizione tariffaria queste opzioni sono evidenziate in un blocco separato perché non disponibili su altri piani tariffari. Per così dire, sono stati creati esclusivamente per MegaFon-Online. Per ogni evenienza: il nome dell'opzione non implica in alcun modo che sia "bloccata" per un dispositivo specifico, una scheda SIM con l'opzione "E-book" potrà funzionare su un tablet e viceversa.

"Ebook". Quota di abbonamento - 150 rubli. al mese. L'accesso a Internet è fornito a velocità fino a 1 Mbps fino a 1 Gigabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo dell'opzione, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Direi che l'opzione "E-book" sembra buona almeno quanto l'opzione "Base", sulla quale otteniamo 1,5 GB di traffico a una velocità di 512 Kbps per 220 rubli / mese. 1 Mbps è molto più comodo, inoltre non vedo alcun divieto specifico sui singoli protocolli nella descrizione.

"Tablet". Quota di abbonamento - 350 rubli. al mese. L'accesso a Internet viene fornito alla massima velocità possibile fino al volume di 100 megabyte per il giorno corrente. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa dall'inizio del giorno successivo. L'opzione Estendi velocità non è disponibile. Molti avranno la sensazione che per 350 rubli. otteniamo 3 GB di traffico al mese a piena velocità. Sfortunatamente, questo non è del tutto vero, il traffico Internet non viene sempre consumato in modo uniforme. Una quota di abbonamento di circa 295 rubli sarebbe sembrata più adeguata.

"Navigatore". Quota di abbonamento - 66,7 rubli. al mese, ritirato in quanti di 200 rubli. tre mesi in una volta. L'accesso a Internet è fornito alla massima velocità possibile fino a 100 megabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Forse l'opzione più interessante con caratteristiche atipiche. Nella sua forma "pura", è utile non solo nel "Navigatore", ma anche come anlim molto economico in un tablet. Eh, questa opzione si farebbe connessa sulle tariffe voce, il massimo per un messenger, Opera Mini e cosette simili in uno smartphone se c'è il WiFi al lavoro. Quando colleghi l'opzione "Estendi velocità", otteniamo 1,6 GB di traffico alla massima velocità possibile per 217 rubli / mese. In termini di qualità di consumo, nella maggior parte dei casi questa opzione non è peggiore (o addirittura migliore) dell'opzione "Tablet", ma allo stesso tempo più di una volta e mezza più economica.

Oltre ad altri usi, Navigator è adatto anche come versione economica di Internet da casa. E quando colleghi l'opzione "Estendi Mega Speed", otteniamo 3,1 GB di traffico per 367 rubli / mese, che è significativamente più economico di qualsiasi altro pacchetto illimitato a piena velocità.

MegaFon Online

Un'altra tariffa per il trasferimento dei dati. Nemmeno una tariffa quanto un "contenitore" specializzato per fornire nuove opzioni Internet all'abbonato. Che in MegaFon basta già per tutti i gusti e tutte le tasche. O lo stesso non su nessuno? O c'è del gusto nel nuovo MegaFon-Online che giustifica l'apparenza di questa proposta?

Condizionalità illimitata

Una domanda che non esce dallo stato di lenta discussione e provoca periodicamente esplosioni di emozioni: “Che tipo di diritto ha l'operatore di limitare la mia libertà di volontà. oh, scusa, consumo di Internet?!”. E la seconda domanda della stessa serie: “Perché mai chiamare “illimitato” qualcosa che è tagliato dall'alto, dal basso e dai lati? Sii onesto e scrivi come sei, senza ingannare le persone con illimitatezze fittizie!”.

Limitare il consumo di Internet mobile non è un diritto dell'operatore, è una sua diretta responsabilità. Anche se ci sono leve di controllo di media rigidità, il 20% degli utenti consuma l'80% della risorsa, quando le restrizioni vengono revocate, questa quota si trasforma nel 10% del 90% nel giro di poche settimane. Di conseguenza, la stragrande maggioranza degli utenti è soddisfatta degli "avanzi dal tavolo del maestro" dei torrenter attivi, giurando a velocità EDGE nelle reti 3G.

E non sono solo i famigerati torrent. I frequenti aggiornamenti "pesanti" di Windows e antivirus fanno la loro parte, Youtube e altri contenuti video anche non contribuiscono a scaricare le reti. È stato detto molte volte: le reti di comunicazione mobile cellulare universale non sono ancora in grado di fungere da sostituto a tutti gli effetti di Internet a banda larga specializzato. Con l'introduzione diffusa dell'LTE, forse, ma tutt'altro che un dato di fatto, i contenuti tendono a diventare più pesanti a un ritmo più veloce. Le restrizioni "brutali" nelle reti mobili dovrebbero essere e nel prossimo futuro, molto probabilmente, continueranno.

Per quanto riguarda il nome stesso "tariffa illimitata", non puoi formalmente trovarne un difetto, t Original Shaving / Trimming Machine.k. dopo aver abilitato l'uno o l'altro limiter, la trasmissione dei dati rimane disponibile. Lascia a bassa velocità, ma completamente senza Internet, l'utente non rimane. Si potrebbero chiamare queste proposte “tariffe limitate in un certo numero di parametri, accesso ininterrotto a Internet a canone mensile fisso”, ma la parola “illimitato” scalda l'anima dell'abbonato e non pecca tanto contro la verità. Anche se, per motivi di ordine, potrebbero scrivere "condizionatamente illimitato".

Per quanto riguarda il nome stesso "tariffa illimitata", non puoi trovare formalmente da ridire, perché Macchina da barba/rifilatura originale Macchina da barba/rifilatura originale .a. dopo aver abilitato l'uno o l'altro limiter, la trasmissione dei dati rimane disponibile. Lascia a bassa velocità, ma completamente senza Internet, l'utente non rimane. Si potrebbero chiamare queste proposte “tariffe limitate in un certo numero di parametri, accesso ininterrotto a Internet a canone mensile fisso”, ma la parola “illimitato” scalda l'anima dell'abbonato e non pecca tanto contro la verità. Sebbene, per motivi di ordine, potrebbero scrivere "condizionatamente illimitato".

Un'altra tariffa?!

Come sappiamo, l'aumento della concentrazione della soluzione porta alla fine a precipitazioni. L'attuale concentrazione di offerte, pacchetti e opzioni Internet ha già raggiunto valori tali che l'abbonato che si è immerso nelle profondità del sito stesso precipita. Involontariamente, ti confonderai nell'abbondanza di opzioni esistenti. Che si tratti del recente passato: paga 220 rubli, prendi l'opzione Internet "Pacchetto base" e goditi la vita anche con uno smartphone, anche con un tablet. Molti sono riusciti a usarlo come Internet domestico, in particolare con le opzioni "Estendi velocità". Chi desiderava velocità più elevate e/o torrent ha iniziato a chiedere il prezzo di pacchetti più solidi, cercando una Internet molto economica per uno smartphone, dopo un paio di esperimenti, ha preso comunque “Basic”. E ora “dove dovrebbe andare il contadino”?

È meglio non "alimentare" il "Calcolatore tariffario" che si trova sul sito, questa opzione non è per i deboli di cuore. Sono andato, ho resettato tutti i contatori motori e ho lasciato solo 1500 MB di GPRS-Internet al mese. Il meccanismo intelligente, di sua iniziativa, ha preso in considerazione l'opzione Internet, ha calcolato tutto e mi ha inviato al negozio per la tariffa O'Hard, prevedendo le spese minime possibili per un importo di 3.600 rubli al mese. Ottimista, per non dire altro. Apparentemente, gli sviluppatori del "Calcolatore tariffario" non hanno nemmeno provato a prendere in considerazione tutta la varietà di opzioni Internet e offerte speciali. E questo non mi sorprende affatto.

Un'ipotesi sull'origine

È giunto il momento di mettere le cose in ordine nelle tariffe e nelle opzioni Internet. Per facilità di percezione, orientamento più facile e risparmio di tempo/denaro per i tuoi abbonati preferiti. È facile dare consigli dall'esterno, ma in qualche modo devi ancora risolvere le opzioni tariffarie sugli scaffali. La situazione non è del tutto normale:

  • Nell'80% dei casi, le esigenze degli abbonati moderni con I-device e Android (compresi i tablet) possono davvero essere soddisfatte solo da opzioni condizionalmente illimitate.
  • Del restante 20%, più della metà (10-15%) verrà espulsa a illimitato dall'operatore con "calci" di arrotondamento di 100 KB. Bene, o chiamatele belle frasi, come "una scelta consapevole dell'utente", la formulazione dell'essenza non cambia.
  • Il restante 5% è rappresentato da chi esegue la quasi totalità delle azioni con il dispositivo nell'area di copertura della rete WiFi (ad esempio un router tascabile), oppure attiva in modo economico professionale il GPRS rigorosamente per un tempo limitato e per un compito specifico.< /li>
  • La quota di dispositivi "con la lettera A" sta crescendo rapidamente, generando la domanda di illimitati condizionali. Inoltre, sta diventando sempre più difficile per l'utente capire quale “illimitato” sia adatto.

Prima, ci siamo occupati di variabili più comprensibili: la necessità approssimativa di traffico, il prezzo di un megabyte, il costo di un'opzione di downgrade. Ebbene, c'è anche la considerazione di soglie di arrotondamento e ogni sorta di step-rate, ma per il consumatore medio questa è già “acrobazia”. Ora vediamo il prezzo mensile di anlim più tutta una serie di caratteristiche e limitatori che definiscono il profilo e, allo stesso tempo, impediscono il consumo del “prodotto non pagato”. L'algoritmo delle funzioni restrittive non è pubblicizzato nelle descrizioni e negli annunci, il che complica ulteriormente una scelta informata.

Puoi pensare alle principali aree di "modernizzazione" per strutturare e dare uno sguardo significativo a questa crescente economia illimitata:

  • Un approccio "minimalista". Si stanno sviluppando una, massimo due opzioni, che soddisfano più o meno le esigenze della maggior parte degli utenti e con un prezzo medio. Non tutti sono contenti del prezzo e dei parametri, ma non c'è ancora scelta e “mangiano quello che danno”. D'altronde non c'è nemmeno confusione, gli errori dei dipendenti dei punti vendita sono esclusi, reclami e reclami sono al minimo, l'abbonato non ha problemi con la scelta.
  • Approccio techno. Rimuovere tutti i nomi poco comprensibili, lasciarne uno neutro e dotarlo di diverse marcature dei parametri digitali. Qualcosa come "Mobiliner 1.5.60.500", dove i numeri indicano la velocità di trasferimento massima (download dati), max. traffico orario a piena velocità, max. traffico giornaliero e max. traffico al mese.Cinque o sei opzioni con prezzi diversi e "set di prodotti" di parametri chiuderanno tutte le nicchie degli utenti e un breve cheat sheet sostituirà tre dozzine di pagine di descrizioni sul sito. Lo svantaggio principale è la distruzione dell'immagine di "illimitato" agli occhi dell'utente, questo è ideologicamente sbagliato. Le persone hanno provato, selezionato e sistemato i limitatori in modo che l'utente (idealmente) non si accorgesse affatto dei limiti, e qui tutto è disposto per lui direttamente in nome della tariffa. Il secondo svantaggio è che non è rivolto al mercato di massa. Nonostante l'attrattiva di un tale schema per le persone "che sanno", la maggior parte degli utenti non vorrà capire tutti questi megabit-megabyte e/o non sarà in grado di farlo.
  • Approccio al bersaglio. Assegna alla tariffa / opzione un nome "parlante" del dispositivo o servizio, orientando chiaramente l'acquirente. Ricordo quanti anni fa abbiamo riso di una selezione di domande divertenti da parte dei clienti nei negozi di comunicazione, uno dei successi è stata la domanda "Hai una tariffa per un telefono Nokia?". Quindi, in relazione all'opzione per il trasferimento dei dati, tale domanda è assolutamente legittima. Tariffe con nomi come "iPad", "Tablet", "Smartphone" rendono radicalmente più facile per l'acquirente scegliere e scaricare il cervello per il venditore. Contro: spesso una scelta non ottimale (i profili sono diversi) e la necessità di scavare meticolosamente nelle descrizioni di una persona "nell'argomento".

A giudicare dalla struttura e dallo schema della tariffa MegaFon-Online, MegaFon ha scelto la terza via e intende rendere la vita il più semplice possibile ai clienti inesperti e ai dipendenti dei punti vendita, offrendo opzioni dai nomi "parlanti".< /p>

MegaFon Online

La descrizione ufficiale della tariffa sul sito è qui, "MegaFon-Online" ha preso il posto di diritto nella "vetrina" accanto a "MegaFon-Login". Duplicazione? In larga misura sì. Con il rilascio di MegaFon-Online, Login ha solo tre vantaggi significativi:

  1. Comunicazione vocale bloccata e, di conseguenza, possibilità di acquistare una SIM card senza registrazione
  2. La possibilità di acquistare Internet "al dettaglio" al prezzo di 0,80 rubli. per megabyte, soggetto a ricostituzione del saldo per un importo di 350 rubli. ogni due settimane.
  3. La possibilità di collegare l'opzione "Internet mobile giornaliero" per 125 rubli

Il valore d'uso delle tre qualità elencate è piccolo ed è uguale a zero per la stragrande maggioranza degli utenti. Nella sua forma "pura" (senza opzioni), Internet su "Login" costa 3,40 rubli / MB, sul nuovo "Online" - 1,90 rubli / MB, ad es. quasi la metà del prezzo, la fatturazione è per kilobyte per entrambe le tariffe. Quasi tutte le opzioni Internet disponibili su "Login" sono disponibili anche su "Online", tre nuove opzioni (e infatti, tariffe dati illimitate) sono presenti solo su "Online". Infine, su "Online" la comunicazione vocale non è bloccata, questa è una tariffa a tutti gli effetti. Il prezzo di una "voce" non è stimolante (3 rubli per ogni minuto locale, fatturato al minuto), ma se necessario, puoi chiamare e questa chiamata non ti farà fallire.

Non vedo molto senso nell'esistenza di "Login" e fin dall'inizio sembrava solo una versione molto ridotta dell'allora "O'Hard". Qualunque siano le ragioni del rilascio dell'attuale sostituzione di Login, la nuova tariffa è oggettivamente migliore per la stragrande maggioranza degli utenti.

Posizionamento

MegaFon-Online si trova nella sezione "Per gli utenti di Internet mobile", che, per così dire, lo rimuove automaticamente dalla zona delle tariffe universali. Per facilitare la percezione, la decisione è corretta, ma la tariffa è ancora universale con un'enfasi sulla trasmissione dei dati. E, se trascorri molto tempo online e chiami raramente, MegaFon-Online potrebbe essere inaspettatamente un'opzione adatta. Teoricamente, sulla tariffa, puoi anche collegare le opzioni vocali "Tutto mobile" e/o "Propria rete", anche se non ha molto senso in questo, MegaFon-Online chiaramente non è adatto a molte persone che parlano.

Non siamo molto interessati a una tariffa senza opzioni Internet, ma questo non è un "contenitore tariffario" nella sua forma più pura, ha una sua nicchia. Ad esempio, "Onliner" sta bene in un tablet con modulo GSM per chi utilizza principalmente l'accesso WiFi e Internet mobile solo sulla strada casa-lavoro e nei viaggi occasionali nei fine settimana. Rispetto a Unlimited Cheap, non potrai risparmiare così tanto, ma è comunque bello e l'assenza di un abbonato obbligatorio scalda l'anima per molti.

Opzioni vecchie e nuove

Qui, MegaFon-Online è molto più interessante, con un elenco completo delle "vecchie" opzioni supportate può essere trovato qui. Sfortunatamente, il popolare pacchetto "Internet illimitato di base" non è disponibile. O "l'eredità" di altre tariffe Internet ("Base" non è disponibile, anche su "MegaFon-Login"), o attraverso una svista. Ma per MegaFon-Online, questo non è fondamentale, altre opzioni consentono di riempire con successo questa nicchia. Il resto delle "vecchie" opzioni illimitate è disponibile.

Oltre al tradizionale no-limits (tranne "Base"), MegaFon-Online offre tre nuove opzioni mirate con nomi "parlanti". Nella descrizione tariffaria queste opzioni sono evidenziate in un blocco separato perché non disponibili su altri piani tariffari. Per così dire, sono stati creati esclusivamente per MegaFon-Online. Per ogni evenienza: il nome dell'opzione non implica in alcun modo che sia "bloccata" per un dispositivo specifico, una scheda SIM con l'opzione "E-book" potrà funzionare su un tablet e viceversa.

"Libro elettronico". Quota di abbonamento - 150 rubli. al mese. L'accesso a Internet è fornito a velocità fino a 1 Mbps fino a 1 Gigabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo dell'opzione, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Direi che l'opzione "E-book" sembra buona almeno quanto l'opzione "Base", sulla quale otteniamo 1,5 GB di traffico a una velocità di 512 Kbps per 220 rubli / mese. 1 Mbps è molto più comodo, inoltre non vedo alcun divieto specifico sui singoli protocolli nella descrizione.

"Tablet". Quota di abbonamento - 350 rubli. al mese. L'accesso a Internet è fornito alla massima velocità possibile fino a raggiungere il volume di 100 megabyte per la giornata in corso. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa dall'inizio del giorno successivo. L'opzione Estendi velocità non è disponibile. Molti avranno la sensazione che per 350 rubli. otteniamo 3 GB di traffico al mese a piena velocità. Sfortunatamente, questo non è del tutto vero, il traffico Internet non viene sempre consumato in modo uniforme. Una quota di abbonamento di circa 295 rubli sarebbe sembrata più adeguata.

Navigatore. Quota di abbonamento - 66,7 rubli. al mese, ritirato in quanti di 200 rubli. tre mesi in una volta. L'accesso a Internet viene fornito alla massima velocità possibile fino a raggiungere il volume di 100 megabyte al mese. Se la quantità di traffico viene superata, il limite di velocità è fino a 64 Kbps. La restrizione viene rimossa con l'inizio di ogni mese successivo di utilizzo, l'opzione "Estendi velocità" è disponibile. Forse l'opzione più interessante con caratteristiche atipiche. Nella sua forma "pura", è utile non solo nel "Navigatore", ma anche come anlim molto economico in un tablet. Eh, questa opzione si farebbe connessa sulle tariffe voce, il massimo per un messenger, Opera Mini e cosette simili in uno smartphone se c'è il WiFi al lavoro. Quando colleghi l'opzione "Estendi velocità", otteniamo 1,6 GB di traffico alla massima velocità possibile per 217 rubli / mese. In termini di qualità di consumo, nella maggior parte dei casi questa opzione non è peggiore (o addirittura migliore) dell'opzione "Tablet", ma allo stesso tempo più di una volta e mezza più economica.

Oltre ad altri usi, Navigator è adatto anche come versione economica di Internet da casa. E quando colleghi l'opzione "Estendi Mega Speed", otteniamo 3,1 GB di traffico per 367 rubli / mese, che è significativamente più economico di qualsiasi altro pacchetto illimitato a piena velocità.