it opay

Spillikins №283. Cosa sta succedendo con Nexus di Google

La scorsa settimana ci ha portato un I/O di Google che ha portato molti a trarre conclusioni affrettate. Mi è venuta in mente la chiusura della linea Nexus, accusata di non chiudere e vivrà - questo è un buon argomento di discussione, che faremo poco dopo insieme a una spiegazione di cosa sia Android L. Sfortunatamente, non tutti ascoltano Mobile-Review podcast, in particolare, la cucina del sito. Ci sono molte cose interessanti sul nostro lavoro e sulla mia posizione nella vita. Vi consiglio di ascoltare, sarete sicuramente coinvolti. Ma voglio iniziare con un argomento che mi sta particolarmente a cuore, come cambieranno le nostre città, in particolare nell'aspetto dei trasporti. E inizieremo con i veicoli elettrici.

Ma prima, permettetemi di condividere un'osservazione. Come sai, ho finito per acquistare un nuovo MacBook Pro per sostituire il mio MacBook Air del 2011. L'ho comprato negli Stati Uniti, all'arrivo le mie mani non sono arrivate all'incisione per ottenere le chiavi russe. Di conseguenza, mi sono fermato mentre andavo a una riunione - pochi minuti e ho chiavi che non sono diverse da quelle originali. Puoi scegliere qualsiasi font, c'è spazio per la fantasia, io ho scelto quelli originali, come sui modelli PCT. Gli incisori si offrono anche di scrivere qualcosa sul metallo della cassa, ma questo è poco pratico e non necessario. La cosa principale è diversa: entro un'ora, tutti i miei file e programmi sono stati ripristinati dalla versione di Time Machine al laptop, era solo necessario inserire una licenza per MS Office, ma questo è tutto. Cioè, sono stati ripristinati 200 GB di informazioni contemporaneamente, sono stato in grado di sedermi al computer e iniziare immediatamente a lavorare. Una fiaba, che si svolge regolarmente tramite MacOS. Forse questo è ciò che ha fatto felice la mia famiglia, non si aspettavano che potesse essere così semplice e senza ballare con un tamburello. Soprattutto ricordando come è stato fatto alcuni anni fa sui laptop Windows. Ecco un'osservazione, e ora è il momento delle auto elettriche.

Contenuto:

Veicoli elettrici e futuro del trasporto urbano: un cambiamento nelle generazioni tecnologiche

Nella vita, capita spesso che quando sei immerso in un argomento interessante, inizi improvvisamente a scoprire informazioni aggiuntive che completano l'immagine, la rendono voluminosa. Nell'ultimo numero ho parlato del libro di Donald Norman "The Design of Things of the Future" e ho toccato il tema delle auto che si comandano automaticamente senza la nostra partecipazione, nei commenti hanno giustamente notato che oltre a questo, il modello perché anche l'uso delle automobili cambierà, in modo che possano diventare pubbliche, e questo sarà un approccio fondamentalmente diverso. Ma pochi sanno che un progetto del genere esiste già, funziona in pratica ed è abbastanza fattibile.

Ma prima voglio soffermarmi sui veicoli elettrici e immergermi un po' nella loro storia. I prerequisiti per questo sono molto semplici: si scopre che molte persone credono che la creazione di veicoli elettrici sia un merito del nostro tempo e delle tecnologie che l'umanità ha sviluppato negli ultimi due decenni. Inoltre, queste persone intelligenti conoscono il nome di Elon Musk e seguono l'industria. È tanto più offensivo che non ricordino che la storia dell'auto è iniziata solo con le auto elettriche e per niente con i motori a combustione interna. In termini applicati, questa storia è importante anche perché risponde a molte domande che sembrano oggi insolubili o difficili in termini di passaggi pratici per l'introduzione dei veicoli elettrici.

Le persone sono abituate a pensare in categorie comprensibili, usando ciò che già hanno per costruire nuove macchine e meccanismi. Questo è un modo economico per ottenere risultati in breve tempo. Pertanto, probabilmente non sorprende che i primi carri semoventi somigliassero sottilmente a carrozze, ma senza cavalli.

Se ripercorri lo sviluppo del design delle auto, puoi facilmente vedere come si sono evoluti dalle carrozze alle auto moderne. Questa foto mostra chiaramente quanto siano ideologicamente simili: lo stesso design, lo stesso scompartimento per i passeggeri e il cocchiere, ovvero il conducente, è posizionato su una piattaforma rialzata dietro la cabina passeggeri. Perché non una carrozza?

L'umanità ha avuto tutte le possibilità di ottenere trasporti puliti all'inizio del 20° secolo, perché allora lo sviluppo dei veicoli elettrici era una priorità e la loro qualità superava gli analoghi dei motori a combustione interna. I veicoli elettrici si distinguevano per la fluidità, un design più semplice, avevano un'autonomia di 80-130 chilometri e il loro costo non era cosmico, abbastanza paragonabile alle loro controparti. Alla fine del 19° secolo a Londra, la maggior parte dei taxi erano auto elettriche. Uno di questi taxi costa circa 2.300 dollari USA, che, tradotto in denaro moderno, darà un importo da 50 a 300 mila dollari, dipende da quali metriche usi per misurare l'inflazione. Come tutte le auto dell'epoca, le auto elettriche non erano alla portata di tutti, non erano un prodotto di massa.A cavallo del secolo furono sconfitte dalle auto con motore a combustione interna, progressivamente estromesse dal mercato. A quel tempo, l'idea di tali macchine sembrava ridicola e causava giuste critiche: avevi bisogno di distributori di benzina, senza di loro l'auto era legata a un posto dove c'è carburante. Mentre le auto elettriche avevano già un'autonomia e la capacità di ricaricarsi quasi ovunque, poiché l'elettricità era onnipresente nelle grandi città. La logica ha suggerito che la costruzione di stazioni di servizio non è necessaria, è un modo costoso e difficile. Anche il vantaggio dei veicoli elettrici ha parlato a loro favore, ma si è rivelato esattamente il contrario. Perché?

Secondo me, uno dei pezzi del puzzle è che l'adattamento di un nuovo tipo di macchina ha creato posti di lavoro, una nuova industria, ha coinvolto più persone in questo processo. Dal punto di vista del prodotto, tali macchine richiedevano un grande investimento e non erano vantaggiose per utenti specifici. Ma per l'economia questo significava occupazione di persone e grandi profitti distribuiti tra un gran numero di persone. Questo modello alla fine si è rivelato vincente. Questa non è una decisione consapevole di alcun governo o azienda: le persone che hanno investito il loro lavoro nella catena di creazione di automobili e che sono arrivate in ritardo all'era delle auto elettriche si sono assicurate la vittoria, hanno rovesciato i pionieri e hanno preso il loro posto.

Nell'ultimo secolo, la nostra società si è evoluta in una certa misura e l'adattamento dei veicoli elettrici è già supportato da iniziative governative. Inoltre, possono essere su diversi piani: tagli alle tasse per coloro che acquistano auto "pulite", abbassando il costo di queste auto grazie ai sussidi statali. In molti stati degli Stati Uniti, l'acquirente di un'auto elettrica riceve uno sconto di 1.500-3.500 dollari sull'acquisto, si tratta di denaro abbastanza tangibile che incide sul costo dell'auto. Ci sono anche incentivi fiscali. I governi stanno cercando di spingere le persone a utilizzare queste macchine e penso che sia la cosa giusta da fare.

Allo stesso tempo, il nostro mondo è diverso e alcuni stati, stati stanno seguendo uno scenario diverso, stanno cercando di creare un'infrastruttura per i veicoli elettrici, in modo che questo serva da stimolo per il loro utilizzo, il prezzo va per strada. Un buon esempio è Portland, Oregon, che ha il maggior numero di stazioni di ricarica, inclusa la ricarica rapida. Portland è il leader mondiale per numero di ricariche per veicoli elettrici e rispetto alla California, che è classificata al secondo posto, è in testa con un enorme margine. Le autorità cittadine hanno fatto dei veicoli elettrici un progetto politico e sociale, hanno ritenuto necessario fornire alle persone una vasta rete di stazioni di ricarica e quindi avrebbero iniziato a utilizzare i veicoli elettrici. Ed è successo! A Portland, il numero di veicoli elettrici venduti è molto alto e le aziende automobilistiche globali hanno incluso la città nell'elenco delle priorità per testare nuovi veicoli elettrici. Bellezza, e solo, soprattutto ricordando come il mio amico, che ha portato Tesla a Mosca, la guida per la sua casa di campagna: non osa fare di più, dal momento che andare ovunque è irto di ricerche per la ricarica e un lungo e infinito processo di attesa per ricaricare le batterie. Finora Mosca non è adatta a tali trasporti e sembra esotica.

Ma a Portland, grazie agli sforzi del governo cittadino, c'è un'altra caratteristica che sembra un alieno dal futuro: il sistema di autonoleggio della città. Il sistema Car2Go è apparso per la prima volta nel 2008 a Ulm, in Germania, è una sorta di startup nel campo dei taxi e del noleggio auto. Dietro di lui c'è Daimler AG, quindi l'azienda ha le risorse. Ma Car2Go ha guadagnato popolarità al di fuori dell'Europa, in particolare in Nord America, anche se è difficile chiamare un servizio molto popolare con circa 120.000 utenti in tutto il mondo. D'altra parte, si tratta solo di una dozzina di città e di piani di sviluppo molto prudenti. Vediamo come funziona Car2Go.

Car2Go organizza, in collaborazione con le autorità cittadine, parcheggi che coprono l'area della città. È diviso in zone, in ogni zona è rimasto un certo numero di auto - ad esempio, a Portland sono 328 auto in 10 parcheggi, a giudicare dalla mappa interattiva del servizio. La popolazione della città è di circa 600.000 persone.

Devi prima registrarti sul sito web di Car2Go, inserire il numero della tua patente, inserire i dettagli della tua carta di credito - se sei approvato per il programma, dovrai pagare $ 35 per una tessera, che è anche un'auto chiave. L'approvazione dipende dalla verifica dei tuoi diritti nei servizi pertinenti, quelli che guidano con noncuranza e hanno violazioni . L'intera procedura richiede circa una settimana.

Cosa succede dopo? Puoi scaricare l'applicazione sul tuo smartphone oppure puoi utilizzare l'interfaccia web. Quando devi passare in macchina, cerchi semplicemente un parcheggio o un'auto lasciata nelle vicinanze. Prenotalo per un certo tempo e raggiungilo. Quindi mostri la scheda nel vetro laterale, lo scanner la legge e la porta si apre. All'interno, devi inserire il tuo codice PIN, rispondere a un paio di domande di sistema e quindi accendere l'accensione.

Puoi andare dove vuoi all'interno della zona di casa, di norma questa è la linea della città e le immediate vicinanze. Il costo di un viaggio del genere per gli standard americani è piccolo: $ 0,41 al minuto più tasse o $ 14,99 all'ora, che sarà di $ 84,99 al giorno. Dopo 150 miglia dal conteggio del tempo, puoi passare al conteggio delle miglia, un miglio costerà 45 centesimi.

Stime approssimative mostrano che l'utilizzo di Car2Go è leggermente più economico di un taxi. La vittoria non è molto grande, ma dovrai guidare. L'assicurazione per l'auto noleggiata è inclusa nella tariffa. Il baule è a tua disposizione. Auto piccola - Smart ForTwo.

Questa è un'auto elettrica con una buona autonomia, ha spazio per due passeggeri: una tipica city car. Il servizio è piacevole in quanto concordato con tutti i parcheggi cittadini, è possibile lasciare la macchina su di essi (tutti i parcheggi sono da un'ora o più). Non è necessario pagare per il parcheggio. Per i residenti in Russia, questo non sembra un vantaggio, anche se negli Stati Uniti il ​​parcheggio gratuito offre un enorme aumento di prezzo. Ad esempio, a Manhattan, mezz'ora di parcheggio in un garage costa circa $ 15 al lordo delle tasse e trovare parcheggio in strada per $ 3 l'ora è quasi impossibile. Utilizzando Car2Go, paghi tutti i parcheggi mentre guidi, ma puoi lasciare ("consegna") l'auto in qualsiasi momento, senza alcun pagamento. Questo è un punto molto importante del servizio: puoi raggiungere qualsiasi punto entro i limiti della città delineati.

Si tratta infatti di un nuovo tipo di trasporto urbano, che sta diventando un intermediario tra autobus, taxi a tratta fissa e taxi ordinari. In esso, noleggi un'auto per il tempo richiesto, la guidi da solo, la lasci in posti a te convenienti. Il prezzo non sembra scandaloso. E un contributo importante all'economia di questo servizio è dato dalle auto elettriche: poiché le amministrazioni cittadine danno loro preferenze, consentono loro di creare parcheggi, ci sono vantaggi fiscali.

Dare per scontato che questo servizio conquisterà il mondo significa soccombere al fascino della sua novità. È improbabile che ciò accada nel prossimo futuro: questa è ancora un'offerta di nicchia, il cui sviluppo è interrotto dall'inerzia degli utenti. Vediamo invece i primi tentativi di organizzare servizi simili, ma da parte di gente comune. L'esempio più eclatante è la cooperazione delle persone, quando qualcuno dà un passaggio al resto, forma percorsi quotidiani. È in tali schemi che il futuro del trasporto urbano e, da un punto di vista economico, il possesso di un'auto sta diventando sempre più poco redditizio.

A titolo di digressione lirica, voglio farti una domanda per la quale non riesco a trovare una spiegazione logica. Qualche tempo fa, le auto diesel hanno iniziato a guadagnare popolarità: a parità di condizioni, erano più economiche delle loro controparti a benzina e allo stesso tempo più potenti. Alcune case automobilistiche hanno addebitato un supplemento per le auto diesel, altre non hanno fatto molta differenza. La scelta di un'auto diesel per me è stata anche una decisione economica, il costo di possederla era inferiore rispetto a quella a benzina. Ma qualche tempo fa tutto è cambiato: ora il prezzo del diesel in Russia è paragonabile al costo della 95a benzina, le differenze sono impercettibili. E se al momento dell'acquisto di un'auto, la differenza di costo con una controparte a benzina ha combattuto in 4 anni con il carburante, ora non c'è affatto o non te ne accorgi. Che cosa è successo che il prezzo del diesel è aumentato così all'improvviso? La mia spiegazione è che le case automobilistiche hanno iniziato a produrre un gran numero di auto costose con tali motori e, di conseguenza, i produttori di carburante hanno deciso di guadagnare di più. Se questo è vero, allora questo è un ottimo esempio di come le nuove tecnologie non sempre forniscano un vantaggio in termini di costi. Lo stesso può accadere con i veicoli elettrici. Li adattiamo alle nostre esigenze e, quando non ci sono alternative, affronteremo il fatto che il costo della loro ricarica aumenterà costantemente e torneremo agli stessi prezzi delle auto convenzionali e del loro rifornimento.

Ma torniamo ai veicoli elettrici. Ti piace l'idea del servizio Car2Go, ne hai bisogno nella tua città? E cogliendo questa opportunità, voglio sapere se è necessario un materiale dettagliato su ciò che sta accadendo sul fronte dei veicoli elettrici con tecnologie, macchine e dove sta andando questo mercato?

Cos'è Android L e per chi è stato mostrato

Dopo che Google ha reso disponibile un'immagine di Android L, la nuova versione di Android per sviluppatori, sono iniziate ad apparire le recensioni del sistema. Tutti scrivono della nuova versione del sistema operativo, la valutano rispetto a iOS e traggono conclusioni di vasta portata. Mi ricorda una situazione in cui i ciechi valutano l'elefante sentendone le diverse parti. Cos'è Android L? Questo fa parte della futura quinta versione del sistema operativo, la sua piccola parte, che rappresenta l'interfaccia utente, come è organizzata e consente di programmare oggi con questo sistema operativo, che verrà rilasciato nell'autunno del 2014. De facto concede tre mesi ai principali sviluppatori per riscrivere i loro programmi per una nuova versione del sistema operativo.

Android L è un prodotto finito? No. Questa è una piccola parte del sistema futuro, che dà un'idea della sua interfaccia, ma niente di più. Nessuna nuova funzionalità, ad eccezione di ciò di cui gli sviluppatori hanno bisogno: l'annuncio di nuove funzionalità per gli utenti avverrà separatamente. Il compito di Android L è mostrare l'interfaccia, ma non il sistema stesso. Pertanto, non capisco le esclamazioni sia per questa versione che contro di essa. Non puoi valutare Android 5 in base a una parte di esso, non importa quanto sia importante.

Puoi installare Android L su un Nexus 5 o Nexus 7 del 2013, ma è meglio non farlo: a parte l'interfaccia, non otterrai nulla e molti programmi di terze parti non funzioneranno qui e la stabilità complessiva del sistema lascia molto a desiderare il meglio. Ripeto ancora una volta: questo non è un prodotto commerciale, questa è una versione molto ridotta per gli sviluppatori, da cui sono state eliminate tutte le nuove applicazioni e funzioni, ad eccezione di alcune di quelle di sistema di cui potrebbero aver bisogno gli sviluppatori di terze parti .

Cosa è cambiato nell'interfaccia, che si chiama Material. Le icone di sistema sono cambiate, sono diventate diverse - per i miei gusti, più interessanti. In modalità multitasking, le applicazioni sono ora rappresentate da schede e per alcune applicazioni si aprono più schede contemporaneamente, ad esempio nel browser queste sono pagine aperte, possono essere chiuse singolarmente. Molta bella animazione, la riga di stato è cambiata, ci sono notifiche in modalità standby. La maggior parte dell'innovazione proviene da TouchWiz di Samsung (illuminazione adattiva dello schermo, promemoria della schermata di blocco, ecc.).

< img src="htt ps://mobile-review.com/articles/2014/image/birulki-283/scr/16.jpg"/>

Per apprezzare come sarà Android 5 basato su Android L, devi avere un'immaginazione molto ricca, non ce l'ho, credo. Non so come valutare la comodità di usarlo e di sederci al suo interno vicino alla scocca di un'auto. Anche la modalità di risparmio della batteria che è stata mostrata con grande clamore a Google I/O è presa in prestito dalla gamma Galaxy e fornita da Samsung.

Quando a gennaio ho scritto che le due società avevano raggiunto un accordo e stretto un'alleanza, sembrava qualcosa di impossibile. E il fatto che Samsung fornirà a Google le sue tecnologie, e quest'ultima le renderà parte di Android, ha suscitato una feroce reazione da parte di alcune persone. Non può essere, hanno esclamato, Samsung non ha quel tipo di tecnologia. Tuttavia, si è scoperto che ci sono tali sviluppi e in gran numero: la maggior parte delle nuove funzionalità fornite in Android 5 provengono da TouchWiz, anche se le icone e il loro design sono stati ridisegnati. Ufficialmente, si diceva solo una parte come la modalità aziendale, che nasce da KNOX.

Ora per il più interessante: quando e chi riceverà Android 5 (non è così importante come si chiama, ma sicuramente non sarà Android L come lo vediamo oggi). I primi annunci potrebbero avvenire a fine agosto, se Google deciderà di essere il primo e mostrare i propri dispositivi. Finora non è stata presa una decisione del genere e l'unico produttore che ha ricevuto l'accesso ad Android 5 è Samsung (una sorpresa nascosta a tutti - poiché Sony, HTC, MicroMax o altre società non hanno tale accesso - riceveranno il loro SDK in estate).Ciò non offre molti vantaggi a Samsung, dal momento che la società annuncerà Note 4 all'iFA all'inizio di settembre, ma al momento sta eseguendo la prossima versione di TouchWiz e non esiste ancora una nuova versione di Android. Rimane una domanda aperta su quale versione di Android uscirà questo dispositivo - al momento il piano è semplice - provate ad eseguirlo su Android 5, ma con la shell TouchWiz di nuova generazione. Non verrà rilasciato su Android 5? Nessun problema, quindi questo dispositivo verrà rilasciato su Android 4.4.x con una nuova shell e funzioni che appariranno in Android per tutti tra sei mesi o un anno.

Puoi aspettarti che gli aggiornamenti delle attuali ammiraglie di Android 5 inizino a essere lanciati a dicembre 2014 e il numero di tali dispositivi sarà basso. Nuovi modelli verranno rilasciati su questa versione del sistema operativo, ma qui i vincitori saranno coloro che lanceranno nuovi oggetti in breve tempo. È impossibile dire che ci saranno molte aziende e prodotti del genere. Sappiamo che le nuove versioni di Android sono spesso promosse come motivo sufficiente per acquistare un nuovo dispositivo. Una speranza è che ci sarà un firmware di terze parti con Android 5 per i dispositivi attuali, ma qui c'è incertezza.

Nexus life, progetto Tango, cambio delle licenze GMS - Google a un bivio

A fine gennaio è stato pubblicato un articolo sull'alleanza segreta tra Google e Samsung, questi accordi sono rimasti non pubblici, sebbene la logica dello sviluppo di Android e quanto ci viene mostrato parli del compimento dei punti elencati là - ho già parlato di alcuni di loro sopra.

Oggi sono passati sei mesi, è arrivato luglio 2014 e possiamo discutere alcuni punti che sono diventati evidenti, oltre che interessanti nella trama. Inizierò con uno semplice: alcune persone non sanno leggere e pensano anche a ciò che leggono, ricordano frasi fuori contesto e attribuiscono la loro paternità ad altre persone. Ad esempio, in un articolo di gennaio, ho sostenuto che Google avrebbe abbandonato la linea Nexus e ho fornito un'enumerazione piuttosto dettagliata dei motivi e dei prerequisiti. Lasciami citare.“Google vuole cambiare gradualmente la situazione, rendere più visibili i produttori di telefoni originali e per questo è stato lanciato il programma Play Edition. Ogni produttore può creare un telefono o un tablet con Android puro a bordo, esistono già esempi di tali dispositivi. Ricevono anche aggiornamenti abbastanza rapidamente da Google e sono praticamente gli stessi della gamma Nexus in termini di idea di base: ottieni Android puro. Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori, il compito di Google è creare un'unificazione per l'interfaccia utente, costringere tutti i produttori ad abbandonare gradualmente i loro gusci, rendere redditizio l'utilizzo di altre soluzioni'.

Cosa abbiamo visto come risultato dell'I/O? L'unificazione dell'interfaccia utente è stata espressa e mostrata in modo chiaro, questo è un unico linguaggio di progettazione dei materiali. Ora vediamo cosa abbiamo fatto in termini di puro Android. Il programma One è ufficialmente annunciato, è puro Android con aggiornamenti di Google, ma per gli smartphone economici, è così che è stato mostrato il modello MicroMax a un prezzo fino a cento dollari.

Nel segmento dei dispositivi più costosi ci sarà un programma Silver simile, non è stato confermato ufficialmente, ma ci sono già stati accenni alla sua esistenza. A gennaio ho smesso di usare i nomi interni, perché non dicono niente alle persone, ma le confondono solo. Allo stesso tempo, la Play Edition è un buon modo per trasmettere alle persone il significato di tali prodotti.

È curioso che i primi dispositivi del programma One possano essere su Android 4.x, ma non 5.x. Questi sono dispositivi economici con tutte le conseguenze che ne derivano. Google è stato anche coinvolto nella creazione del progetto di riferimento del ferro per loro, ha formato una serie di requisiti minimi. Esattamente lo stesso insieme di requisiti è nel programma Silver, è molto diverso: si tratta di dispositivi di fascia alta. Al momento, il programma non è stato annunciato per un solo motivo - l'opposizione di Samsung, Sony, HTC è molto forte - i produttori non vogliono rinunciare ai loro gusci, vogliono continuare a controllarli e offrire di rilasciare dispositivi in due versioni: la propria e la Silver Edition. Questo, a sua volta, non si adatta molto a Google, vogliono un'interfaccia utente pulita per tutti, non componenti aggiuntivi. Google non può invertire la tendenza a suo favore. Questo tiro alla fune rischia di trascinarsi, è difficile prevedere come andrà a finire: la situazione è in continua evoluzione e la posizione di Google è tutt'altro che ferma.

Ora parliamo della linea Nexus e della comprensione della lettura delle persone. È difficile per me giudicare come si possa interpretare erroneamente la frase "Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori".

All'I/O, il CTO di Android Dave Burke, che è anche responsabile del programma Nexus, ha dichiarato: "Le persone sono entusiaste di questo concetto e hanno dimenticato perché lo stiamo facendo. Stiamo ancora investendo in Nexus. Le persone parlano della morte di Nexus perché sanno che stiamo preparando qualcos'altro, ma questo non significa affatto la fine del programma Nexus. È completamente sbagliato trarre tali conclusioni. Non è possibile creare una piattaforma nel Nexus. abstract, è necessario creare un dispositivo (o dispositivi).Pertanto, non credo che possiamo ora o in futuro allontanarci da Nexus.Inoltre, secondo me, Nexus è interessante perché mostra chiaramente come ci noi stessi vediamo la piattaforma, come dovrebbe funzionare. Questa è la base, pura base. Non vedo perché dovremmo rinunciarvi, non ha alcun senso."

La traduzione delle parole di Burke è tratta da qui.

Qui abbiamo a che fare con una situazione di "api contro il miele", adoro queste storie. È come le indagini sui macchinisti del carbone a metà del secolo scorso, che hanno mostrato che il loro lavoro sarebbe stato richiesto per molti anni a venire - la gente ne era sicura. Questa non è affatto la situazione con Burke e il programma Nexus, ma l'analogia è abbastanza chiara. Sarei sinceramente sorpreso se annunciasse la fine del programma Nexus. Inoltre, sono certo che in futuro annuncerà la sua evoluzione.

Iniziamo in modo semplice. Il prossimo dispositivo della linea Nexus è già uscito, ma non ha suscitato una risposta vivace da parte del pubblico in generale, poiché non era etichettato Nexus. Questo, ovviamente, riguarda il progetto Tango, che utilizza la piattaforma di NVIDIA e il tablet stesso può creare immagini tridimensionali.

All'interno dell'ultima versione di Android disponibile al momento del rilascio del tablet, la promessa di aggiornare questo dispositivo alle ultime versioni di Android non appena saranno disponibili. In cosa differisce dal programma Nexus? In realtà, una tale differenza è solo che questo tablet è solo per sviluppatori, non è venduto al grande pubblico.

Torniamo alle parole di Burke su "non puoi creare una piattaforma in astratto, devi creare anche uno o più dispositivi". Diamo un'occhiata al programma Android One di nuovo. Il primo partner di questo programma è MediaTek (MT6575 nei primi dispositivi, poi MT6577), a cui si unirà Qualcomm (chipset 82xx economici). Queste aziende, insieme a Google, creano dispositivi, o meglio, il loro design di riferimento! Come nel programma Nexus, Google si occupa della creazione dei dispositivi, fornisce il suo codice e si occupa di tutti gli aggiornamenti di questi smartphone e tablet. Qual è la differenza? Non riuscivo a trovarlo: l'ideologia di questo programma è completamente la stessa di quella che è oggi il Nexus. Anche l'enfasi sul basso costo è diventata esattamente la stessa. Nel programma Silver, ad esempio, sarà un gruppo di prezzi completamente diverso, ovvero l'attuale progetto Nexus è diviso in due angoli di prezzo. Ma nel 2014, lo ripeto, questo marchio verrà utilizzato in almeno 2-3 annunci. Quello di cui ho scritto a gennaio. Ma in termini di fatti e buon senso, puoi già vedere come questo programma si sta trasformando in One and Silver.

Ravviviamo la nostra discussione in modo che vada oltre i fatti noti e diventi commovente (sebbene l'intensità qui sia più per Google che per i lettori). A partire dalla seconda metà dell'estate, Google sta rivedendo il programma GMS, limitando il rilascio di licenze e allo stesso tempo cercando di controllare gli attuali partner, comprese le piccole fabbriche cinesi. Cosa significa in pratica?

Ci sono centinaia di piccole fabbriche in Cina che producono dispositivi Android ma non hanno un rapporto diretto con Google. Queste fabbriche spesso non hanno buoni ingegneri, utilizzano soluzioni standard di MediaTek o di altre aziende e mettono alcune versioni di Android in cima. È chiaro che molti telefoni non hanno servizi di Google, vengono sostituiti con versioni locali, il che è molto popolare. Ma gli stessi modelli che vengono venduti all'esterno hanno bisogno almeno del Play Store. Per installarlo, queste piccole fabbriche si rivolgono a grandi produttori, rilasciano per proprio conto una licenza GMS per un modello specifico, questo piacere costa circa $ 50.000. L'accordo è una tantum e si applica a un modello specifico. Google non ha alcun controllo su questo pezzo di mercato.

Le nuove regole del gioco di Google non consentono ai partner esterni di distribuire licenze GMS a terzi. O ti iscrivi al programma One o l'azienda non è interessata a te. Cioè, di fatto, Google sta formattando le sue relazioni con il mercato secondo nuove regole: la Cina rimane fuori dalla sfera di influenza di Google in termini di licenze GMS, ci sono molte shell alternative e popolari che hanno

Spillikins №283. Cosa sta succedendo con Nexus di Google

La scorsa settimana ci ha portato un I/O di Google che ha portato molti a trarre conclusioni affrettate. Mi è venuta in mente la chiusura della linea Nexus, accusata di non chiudere e vivrà - questo è un buon argomento di discussione, che faremo poco dopo insieme a una spiegazione di cosa sia Android L. Sfortunatamente, non tutti ascoltano Mobile-Review podcast, in particolare, la cucina del sito. Ci sono molte cose interessanti sul nostro lavoro e sulla mia posizione nella vita. Vi consiglio di ascoltare, sarete sicuramente coinvolti. Ma voglio iniziare con un argomento che mi sta particolarmente a cuore, come cambieranno le nostre città, in particolare nell'aspetto dei trasporti. E inizieremo con i veicoli elettrici.

Ma prima, permettetemi di condividere un'osservazione. Come sai, ho finito per acquistare un nuovo MacBook Pro per sostituire il mio MacBook Air del 2011. L'ho comprato negli Stati Uniti, all'arrivo le mie mani non sono arrivate all'incisione per ottenere le chiavi russe. Di conseguenza, mi sono fermato mentre andavo a una riunione - pochi minuti e ho chiavi che non sono diverse da quelle originali. Puoi scegliere qualsiasi font, c'è spazio per la fantasia, io ho scelto quelli originali, come sui modelli PCT. Gli incisori si offrono anche di scrivere qualcosa sul metallo della cassa, ma questo è poco pratico e non necessario. La cosa principale è diversa: entro un'ora, tutti i miei file e programmi sono stati ripristinati dalla versione di Time Machine al laptop, era solo necessario inserire una licenza per MS Office, ma questo è tutto. Cioè, sono stati ripristinati 200 GB di informazioni contemporaneamente, sono stato in grado di sedermi al computer e iniziare immediatamente a lavorare. Una fiaba, che si svolge regolarmente tramite MacOS. Forse questo è ciò che ha fatto felice la mia famiglia, non si aspettavano che potesse essere così semplice e senza ballare con un tamburello. Soprattutto ricordando come è stato fatto alcuni anni fa sui laptop Windows. Ecco un'osservazione, e ora è il momento delle auto elettriche.

Contenuto:

Veicoli elettrici e futuro dei trasporti urbani: cambio di generazione tecnologica

Nella vita, capita spesso che quando sei immerso in un argomento interessante, inizi improvvisamente a scoprire informazioni aggiuntive che completano l'immagine, la rendono voluminosa. Nell'ultimo numero ho parlato del libro di Donald Norman "The Design of Things of the Future" e ho toccato il tema delle auto che si comandano automaticamente senza la nostra partecipazione, nei commenti hanno giustamente notato che oltre a questo, il modello perché anche l'uso delle automobili cambierà, in modo che possano diventare pubbliche, e questo sarà un approccio fondamentalmente diverso. Ma pochi sanno che un progetto del genere esiste già, funziona in pratica ed è abbastanza fattibile.

Ma prima voglio soffermarmi sui veicoli elettrici e immergermi un po' nella loro storia. I prerequisiti per questo sono molto semplici: si scopre che molte persone credono che la creazione di veicoli elettrici sia un merito del nostro tempo e delle tecnologie che l'umanità ha sviluppato negli ultimi due decenni. Inoltre, queste persone intelligenti conoscono il nome di Elon Musk e seguono l'industria. È tanto più offensivo che non ricordino che la storia dell'auto è iniziata solo con le auto elettriche e per niente con i motori a combustione interna. In termini applicati, questa storia è importante anche perché risponde a molte domande che sembrano oggi insolubili o difficili in termini di passaggi pratici per l'introduzione dei veicoli elettrici.

Le persone sono abituate a pensare in categorie comprensibili, usando ciò che già hanno per costruire nuove macchine e meccanismi. Questo è un modo economico per ottenere risultati in breve tempo. Pertanto, probabilmente non sorprende che i primi carri semoventi somigliassero sottilmente a carrozze, ma senza cavalli.

Se ripercorri lo sviluppo del design delle auto, puoi facilmente vedere come si sono evoluti dalle carrozze alle auto moderne. Questa foto mostra chiaramente quanto siano ideologicamente simili: lo stesso design, lo stesso scompartimento per i passeggeri e il cocchiere, ovvero il conducente, è posizionato su una piattaforma rialzata dietro la cabina passeggeri. Perché non una carrozza?

L'umanità ha avuto tutte le possibilità di ottenere trasporti puliti all'inizio del 20° secolo, perché allora lo sviluppo dei veicoli elettrici era una priorità e la loro qualità superava gli analoghi dei motori a combustione interna. I veicoli elettrici si distinguevano per la fluidità, un design più semplice, avevano un'autonomia di 80-130 chilometri e il loro costo non era cosmico, abbastanza paragonabile alle loro controparti. Alla fine del 19° secolo a Londra, la maggior parte dei taxi erano auto elettriche. Uno di questi taxi costa circa 2.300 dollari USA, che, tradotto in denaro moderno, darà un importo da 50 a 300 mila dollari, dipende da quali metriche usi per misurare l'inflazione. Come tutte le auto dell'epoca, le auto elettriche non erano alla portata di tutti, non erano un prodotto di massa.A cavallo del secolo furono sconfitte dalle auto con motore a combustione interna, progressivamente estromesse dal mercato. A quel tempo, l'idea di tali macchine sembrava ridicola e causava giuste critiche: avevi bisogno di distributori di benzina, senza di loro l'auto era legata a un posto dove c'è carburante. Mentre le auto elettriche avevano già un'autonomia e la capacità di ricaricarsi quasi ovunque, poiché l'elettricità era onnipresente nelle grandi città. La logica ha suggerito che la costruzione di stazioni di servizio non è necessaria, è un modo costoso e difficile. Anche il vantaggio dei veicoli elettrici ha parlato a loro favore, ma si è rivelato esattamente il contrario. Perché?

Secondo me, uno dei pezzi del puzzle è che l'adattamento di un nuovo tipo di macchina ha creato posti di lavoro, una nuova industria, ha coinvolto più persone in questo processo. Dal punto di vista del prodotto, tali macchine richiedevano un grande investimento e non erano vantaggiose per utenti specifici. Ma per l'economia questo significava occupazione di persone e grandi profitti distribuiti tra un gran numero di persone. Questo modello alla fine si è rivelato vincente. Questa non è una decisione consapevole di alcun governo o azienda: le persone che hanno investito il loro lavoro nella catena di creazione di automobili e che sono arrivate in ritardo all'era delle auto elettriche si sono assicurate la vittoria, hanno rovesciato i pionieri e hanno preso il loro posto.

Nell'ultimo secolo, la nostra società si è evoluta in una certa misura e l'adattamento dei veicoli elettrici è già supportato da iniziative governative. Inoltre, possono essere su diversi piani: tagli alle tasse per coloro che acquistano auto "pulite", abbassando il costo di queste auto grazie ai sussidi statali. In molti stati degli Stati Uniti, l'acquirente di un'auto elettrica riceve uno sconto di 1.500-3.500 dollari sull'acquisto, si tratta di denaro abbastanza tangibile che incide sul costo dell'auto. Ci sono anche incentivi fiscali. I governi stanno cercando di spingere le persone a utilizzare queste macchine e penso che sia la cosa giusta da fare.

Allo stesso tempo, il nostro mondo è diverso e alcuni stati, stati stanno seguendo uno scenario diverso, stanno cercando di creare un'infrastruttura per i veicoli elettrici, in modo che questo serva da stimolo per il loro utilizzo, il prezzo va per strada. Un buon esempio è Portland, Oregon, che ha il maggior numero di stazioni di ricarica, inclusa la ricarica rapida. Portland è il leader mondiale per numero di ricariche per veicoli elettrici e rispetto alla California, che è classificata al secondo posto, è in testa con un enorme margine. Le autorità cittadine hanno fatto dei veicoli elettrici un progetto politico e sociale, hanno ritenuto necessario fornire alle persone una vasta rete di stazioni di ricarica e quindi avrebbero iniziato a utilizzare i veicoli elettrici. Ed è successo! A Portland, il numero di veicoli elettrici venduti è molto alto e le aziende automobilistiche globali hanno incluso la città nell'elenco delle priorità per testare nuovi veicoli elettrici. Bellezza, e solo, soprattutto ricordando come il mio amico, che ha portato Tesla a Mosca, la guida per la sua casa di campagna: non osa fare di più, dal momento che andare ovunque è irto di ricerche per la ricarica e un lungo e infinito processo di attesa per ricaricare le batterie. Finora Mosca non è adatta a tali trasporti e sembra esotica.

Ma a Portland, grazie agli sforzi del governo cittadino, c'è un'altra caratteristica che sembra un alieno dal futuro: il sistema di autonoleggio della città. Il sistema Car2Go è apparso per la prima volta nel 2008 a Ulm, in Germania, è una sorta di startup nel campo dei taxi e del noleggio auto. Dietro di lui c'è Daimler AG, quindi l'azienda ha le risorse. Ma Car2Go ha guadagnato popolarità al di fuori dell'Europa, in particolare in Nord America, anche se è difficile chiamare un servizio molto popolare con circa 120.000 utenti in tutto il mondo. D'altra parte, si tratta solo di una dozzina di città e di piani di sviluppo molto prudenti. Vediamo come funziona Car2Go.

Car2Go organizza, in collaborazione con le autorità cittadine, parcheggi che coprono l'area della città. È diviso in zone, in ogni zona è rimasto un certo numero di auto - ad esempio, a Portland sono 328 auto in 10 parcheggi, a giudicare dalla mappa interattiva del servizio. La popolazione della città è di circa 600.000 persone.

Devi prima registrarti sul sito web di Car2Go, inserire il numero della tua patente, inserire i dettagli della tua carta di credito - se sei approvato per il programma, dovrai pagare $ 35 per una tessera, che è anche un'auto chiave. L'approvazione dipende dalla verifica dei tuoi diritti nei servizi pertinenti, quelli che guidano con noncuranza e hanno violazioni . L'intera procedura richiede circa una settimana.

Cosa succede dopo? Puoi scaricare l'applicazione sul tuo smartphone oppure puoi utilizzare l'interfaccia web. Quando devi passare in macchina, cerchi semplicemente un parcheggio o un'auto lasciata nelle vicinanze. Prenotalo per un certo tempo e raggiungilo. Quindi mostri la scheda nel vetro laterale, lo scanner la legge e la porta si apre. All'interno, devi inserire il tuo codice PIN, rispondere a un paio di domande di sistema e quindi accendere l'accensione.

Puoi andare dove vuoi all'interno della zona di casa, di norma questa è la linea della città e le immediate vicinanze. Il costo di un viaggio del genere per gli standard americani è piccolo: $ 0,41 al minuto più tasse o $ 14,99 all'ora, che sarà di $ 84,99 al giorno. Dopo 150 miglia dal conteggio del tempo, puoi passare al conteggio delle miglia, un miglio costerà 45 centesimi.

Stime approssimative mostrano che l'utilizzo di Car2Go è leggermente più economico di un taxi. La vittoria non è molto grande, ma dovrai guidare. L'assicurazione per l'auto noleggiata è inclusa nella tariffa. Il baule è a tua disposizione. Auto piccola - Smart ForTwo.

Questa è un'auto elettrica con una buona autonomia, ha spazio per due passeggeri: una tipica city car. Il servizio è piacevole in quanto concordato con tutti i parcheggi cittadini, è possibile lasciare la macchina su di essi (tutti i parcheggi sono da un'ora o più). Non è necessario pagare per il parcheggio. Per i residenti in Russia, questo non sembra un vantaggio, anche se negli Stati Uniti il ​​parcheggio gratuito offre un enorme aumento di prezzo. Ad esempio, a Manhattan, mezz'ora di parcheggio in un garage costa circa $ 15 al lordo delle tasse e trovare parcheggio in strada per $ 3 l'ora è quasi impossibile. Utilizzando Car2Go, paghi tutti i parcheggi mentre guidi, ma puoi lasciare ("consegna") l'auto in qualsiasi momento, senza alcun pagamento. Questo è un punto molto importante del servizio: puoi raggiungere qualsiasi punto entro i limiti della città delineati.

Si tratta infatti di un nuovo tipo di trasporto urbano, che sta diventando un intermediario tra autobus, taxi a tratta fissa e taxi ordinari. In esso, noleggi un'auto per il tempo richiesto, la guidi da solo, la lasci in posti a te convenienti. Il prezzo non sembra scandaloso. E un contributo importante all'economia di questo servizio è dato dalle auto elettriche: poiché le amministrazioni cittadine danno loro preferenze, consentono loro di creare parcheggi, ci sono vantaggi fiscali.

Dare per scontato che questo servizio conquisterà il mondo significa soccombere al fascino della sua novità. È improbabile che ciò accada nel prossimo futuro: questa è ancora un'offerta di nicchia, il cui sviluppo è interrotto dall'inerzia degli utenti. Vediamo invece i primi tentativi di organizzare servizi simili, ma da parte di gente comune. L'esempio più eclatante è la cooperazione delle persone, quando qualcuno dà un passaggio al resto, forma percorsi quotidiani. È in tali schemi che il futuro del trasporto urbano e, da un punto di vista economico, il possesso di un'auto sta diventando sempre più poco redditizio.

A titolo di digressione lirica, voglio farti una domanda per la quale non riesco a trovare una spiegazione logica. Qualche tempo fa, le auto diesel hanno iniziato a guadagnare popolarità: a parità di condizioni, erano più economiche delle loro controparti a benzina e allo stesso tempo più potenti. Alcune case automobilistiche hanno addebitato un supplemento per le auto diesel, altre non hanno fatto molta differenza. La scelta di un'auto diesel per me è stata anche una decisione economica, il costo di possederla era inferiore rispetto a quella a benzina. Ma qualche tempo fa tutto è cambiato: ora il prezzo del diesel in Russia è paragonabile al costo della 95a benzina, le differenze sono impercettibili. E se al momento dell'acquisto di un'auto, la differenza di costo con una controparte a benzina ha combattuto in 4 anni con il carburante, ora non c'è affatto o non te ne accorgi. Che cosa è successo che il prezzo del diesel è aumentato così all'improvviso? La mia spiegazione è che le case automobilistiche hanno iniziato a produrre un gran numero di auto costose con tali motori e, di conseguenza, i produttori di carburante hanno deciso di guadagnare di più. Se questo è vero, allora questo è un ottimo esempio di come le nuove tecnologie non sempre forniscano un vantaggio in termini di costi. Lo stesso può accadere con i veicoli elettrici. Li adattiamo alle nostre esigenze e, quando non ci sono alternative, affronteremo il fatto che il costo della loro ricarica aumenterà costantemente e torneremo agli stessi prezzi delle auto convenzionali e del loro rifornimento.

Ma torniamo ai veicoli elettrici. Ti piace l'idea del servizio Car2Go, ne hai bisogno nella tua città? E cogliendo questa opportunità, voglio sapere se è necessario un materiale dettagliato su ciò che sta accadendo sul fronte dei veicoli elettrici con tecnologie, macchine e dove sta andando questo mercato?

Cos'è Android L e per chi è stato mostrato

Dopo che Google ha reso disponibile un'immagine di Android L, la nuova versione di Android per sviluppatori, sono iniziate ad apparire le recensioni del sistema. Tutti scrivono della nuova versione del sistema operativo, la valutano rispetto a iOS e traggono conclusioni di vasta portata. Mi ricorda una situazione in cui i ciechi valutano l'elefante sentendone le diverse parti. Cos'è Android L? Questo fa parte della futura quinta versione del sistema operativo, la sua piccola parte, che rappresenta l'interfaccia utente, come è organizzata e consente di programmare oggi con questo sistema operativo, che verrà rilasciato nell'autunno del 2014. De facto concede tre mesi ai principali sviluppatori per riscrivere i loro programmi per una nuova versione del sistema operativo.

Android L è un prodotto finito? No. Questa è una piccola parte del sistema futuro, che dà un'idea della sua interfaccia, ma niente di più. Nessuna nuova funzionalità, ad eccezione di ciò di cui gli sviluppatori hanno bisogno: l'annuncio di nuove funzionalità per gli utenti avverrà separatamente. Il compito di Android L è mostrare l'interfaccia, ma non il sistema stesso. Pertanto, non capisco le esclamazioni sia per questa versione che contro di essa. Non puoi valutare Android 5 in base a una parte di esso, non importa quanto sia importante.

Puoi installare Android L su un Nexus 5 o Nexus 7 del 2013, ma è meglio non farlo: a parte l'interfaccia, non otterrai nulla e molti programmi di terze parti non funzioneranno qui e la stabilità complessiva del sistema lascia molto a desiderare il meglio. Ripeto ancora una volta: questo non è un prodotto commerciale, questa è una versione molto ridotta per gli sviluppatori, da cui sono state eliminate tutte le nuove applicazioni e funzioni, ad eccezione di alcune di quelle di sistema di cui potrebbero aver bisogno gli sviluppatori di terze parti .

Cosa è cambiato nell'interfaccia, che si chiama Material. Le icone di sistema sono cambiate, sono diventate diverse - per i miei gusti, più interessanti. In modalità multitasking, le applicazioni sono ora rappresentate da schede e per alcune applicazioni si aprono più schede contemporaneamente, ad esempio nel browser queste sono pagine aperte, possono essere chiuse singolarmente. Molta bella animazione, la riga di stato è cambiata, ci sono notifiche in modalità standby. La maggior parte dell'innovazione proviene da TouchWiz di Samsung (illuminazione adattiva dello schermo, promemoria della schermata di blocco, ecc.).

< img src="htt ps://mobile-review.com/articles/2014/image/birulki-283/scr/16.jpg"/>

Per apprezzare come sarà Android 5 basato su Android L, devi avere un'immaginazione molto ricca, non ce l'ho, credo. Non so come valutare la comodità di usarlo e di sederci al suo interno vicino alla scocca di un'auto. Anche la modalità di risparmio della batteria che è stata mostrata con grande clamore a Google I/O è presa in prestito dalla gamma Galaxy e fornita da Samsung.

Quando a gennaio ho scritto che le due società avevano raggiunto un accordo e stretto un'alleanza, sembrava qualcosa di impossibile. E il fatto che Samsung fornirà a Google le sue tecnologie, e quest'ultima le renderà parte di Android, ha suscitato una feroce reazione da parte di alcune persone. Non può essere, hanno esclamato, Samsung non ha quel tipo di tecnologia. Tuttavia, si è scoperto che ci sono tali sviluppi e in gran numero: la maggior parte delle nuove funzionalità fornite in Android 5 provengono da TouchWiz, anche se le icone e il loro design sono stati ridisegnati. Ufficialmente, si diceva solo una parte come la modalità aziendale, che nasce da KNOX.

Ora per il più interessante: quando e chi riceverà Android 5 (non è così importante come si chiama, ma sicuramente non sarà Android L come lo vediamo oggi). I primi annunci potrebbero avvenire a fine agosto, se Google deciderà di essere il primo e mostrare i propri dispositivi. Finora non è stata presa una decisione del genere e l'unico produttore che ha ricevuto l'accesso ad Android 5 è Samsung (una sorpresa nascosta a tutti - poiché Sony, HTC, MicroMax o altre società non hanno tale accesso - riceveranno il loro SDK in estate).Ciò non offre molti vantaggi a Samsung, dal momento che la società annuncerà Note 4 all'iFA all'inizio di settembre, ma al momento sta eseguendo la prossima versione di TouchWiz e non esiste ancora una nuova versione di Android. Rimane una domanda aperta su quale versione di Android uscirà questo dispositivo - al momento il piano è semplice - provate ad eseguirlo su Android 5, ma con la shell TouchWiz di nuova generazione. Non verrà rilasciato su Android 5? Nessun problema, quindi questo dispositivo verrà rilasciato su Android 4.4.x con una nuova shell e funzioni che appariranno in Android per tutti tra sei mesi o un anno.

Puoi aspettarti che gli aggiornamenti delle attuali ammiraglie di Android 5 inizino a essere lanciati a dicembre 2014 e il numero di tali dispositivi sarà basso. Nuovi modelli verranno rilasciati su questa versione del sistema operativo, ma qui i vincitori saranno coloro che lanceranno nuovi oggetti in breve tempo. È impossibile dire che ci saranno molte aziende e prodotti del genere. Sappiamo che le nuove versioni di Android sono spesso promosse come motivo sufficiente per acquistare un nuovo dispositivo. Una speranza è che ci sarà un firmware di terze parti con Android 5 per i dispositivi attuali, ma qui c'è incertezza.

Nexus life, progetto Tango, cambio delle licenze GMS - Google a un bivio

A fine gennaio è stato pubblicato un articolo sull'alleanza segreta tra Google e Samsung, questi accordi sono rimasti non pubblici, sebbene la logica dello sviluppo di Android e quanto ci viene mostrato parli del compimento dei punti elencati là - ho già parlato di alcuni di loro sopra.

Oggi sono passati sei mesi, è arrivato luglio 2014 e possiamo discutere alcuni punti che sono diventati evidenti, oltre che interessanti nella trama. Inizierò con uno semplice: alcune persone non sanno leggere e pensano anche a ciò che leggono, ricordano frasi fuori contesto e attribuiscono la loro paternità ad altre persone. Ad esempio, in un articolo di gennaio, ho sostenuto che Google avrebbe abbandonato la linea Nexus e ho fornito un'enumerazione piuttosto dettagliata dei motivi e dei prerequisiti. Lasciami citare.“Google vuole cambiare gradualmente la situazione, rendere più visibili i produttori di telefoni originali e per questo è stato lanciato il programma Play Edition. Ogni produttore può creare un telefono o un tablet con Android puro a bordo, esistono già esempi di tali dispositivi. Ricevono anche aggiornamenti abbastanza rapidamente da Google e sono praticamente gli stessi della gamma Nexus in termini di idea di base: ottieni Android puro. Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori, il compito di Google è creare un'unificazione per l'interfaccia utente, costringere tutti i produttori ad abbandonare gradualmente i loro gusci, rendere redditizio l'utilizzo di altre soluzioni'.

Cosa abbiamo visto come risultato dell'I/O? L'unificazione dell'interfaccia utente è stata espressa e mostrata in modo chiaro, questo è un unico linguaggio di progettazione dei materiali. Ora vediamo cosa abbiamo fatto in termini di puro Android. Il programma One è ufficialmente annunciato, è puro Android con aggiornamenti di Google, ma per gli smartphone economici, è così che è stato mostrato il modello MicroMax a un prezzo fino a cento dollari.

Nel segmento dei dispositivi più costosi ci sarà un programma Silver simile, non è stato confermato ufficialmente, ma ci sono già stati accenni alla sua esistenza. A gennaio ho smesso di usare i nomi interni, perché non dicono niente alle persone, ma le confondono solo. Allo stesso tempo, la Play Edition è un buon modo per trasmettere alle persone il significato di tali prodotti.

È curioso che i primi dispositivi del programma One possano essere su Android 4.x, ma non 5.x. Questi sono dispositivi economici con tutte le conseguenze che ne derivano. Google è stato anche coinvolto nella creazione del progetto di riferimento del ferro per loro, ha formato una serie di requisiti minimi. Esattamente lo stesso insieme di requisiti è nel programma Silver, è molto diverso: si tratta di dispositivi di fascia alta. Al momento, il programma non è stato annunciato per un solo motivo - l'opposizione di Samsung, Sony, HTC è molto forte - i produttori non vogliono rinunciare ai loro gusci, vogliono continuare a controllarli e offrire di rilasciare dispositivi in due versioni: la propria e la Silver Edition. Questo, a sua volta, non si adatta molto a Google, vogliono un'interfaccia utente pulita per tutti, non componenti aggiuntivi. Google non può invertire la tendenza a suo favore. Questo tiro alla fune rischia di trascinarsi, è difficile prevedere come andrà a finire: la situazione è in continua evoluzione e la posizione di Google è tutt'altro che ferma.

Ora parliamo della linea Nexus e della comprensione della lettura delle persone. È difficile per me giudicare come si possa interpretare erroneamente la frase "Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori".

All'I/O, il CTO di Android Dave Burke, che è anche responsabile del programma Nexus, ha dichiarato: "Le persone sono entusiaste di questo concetto e hanno dimenticato perché lo stiamo facendo. Stiamo ancora investendo in Nexus. Le persone parlano della morte di Nexus perché sanno che stiamo preparando qualcos'altro, ma questo non significa affatto la fine del programma Nexus. È completamente sbagliato trarre tali conclusioni. Non è possibile creare una piattaforma nel Nexus. abstract, è necessario creare un dispositivo (o dispositivi).Pertanto, non credo che possiamo ora o in futuro allontanarci da Nexus.Inoltre, secondo me, Nexus è interessante perché mostra chiaramente come ci noi stessi vediamo la piattaforma, come dovrebbe funzionare. Questa è la base, pura base. Non vedo perché dovremmo rinunciarvi, non ha alcun senso."

La traduzione delle parole di Burke è tratta da qui.

Qui abbiamo a che fare con una situazione di "api contro il miele", adoro queste storie. È come le indagini sui macchinisti del carbone a metà del secolo scorso, che hanno mostrato che il loro lavoro sarebbe stato richiesto per molti anni a venire - la gente ne era sicura. Questa non è affatto la situazione con Burke e il programma Nexus, ma l'analogia è abbastanza chiara. Sarei sinceramente sorpreso se annunciasse la fine del programma Nexus. Inoltre, sono certo che in futuro annuncerà la sua evoluzione.

Iniziamo in modo semplice. Il prossimo dispositivo della linea Nexus è già uscito, ma non ha suscitato una risposta vivace da parte del pubblico in generale, poiché non era etichettato Nexus. Questo, ovviamente, riguarda il progetto Tango, che utilizza la piattaforma di NVIDIA e il tablet stesso può creare immagini tridimensionali.

All'interno dell'ultima versione di Android disponibile al momento del rilascio del tablet, la promessa di aggiornare questo dispositivo alle ultime versioni di Android non appena saranno disponibili. In cosa differisce dal programma Nexus? In realtà, una tale differenza è solo che questo tablet è solo per sviluppatori, non è venduto al grande pubblico.

Torniamo alle parole di Burke su "non puoi creare una piattaforma in astratto, devi creare anche uno o più dispositivi". Diamo un'occhiata al programma Android One di nuovo. Il primo partner di questo programma è MediaTek (MT6575 nei primi dispositivi, poi MT6577), a cui si unirà Qualcomm (chipset 82xx economici). Queste aziende, insieme a Google, creano dispositivi, o meglio, il loro design di riferimento! Come nel programma Nexus, Google si occupa della creazione dei dispositivi, fornisce il suo codice e si occupa di tutti gli aggiornamenti di questi smartphone e tablet. Qual è la differenza? Non riuscivo a trovarlo: l'ideologia di questo programma è completamente la stessa di quella che è oggi il Nexus. Anche l'enfasi sul basso costo è diventata esattamente la stessa. Nel programma Silver, ad esempio, sarà un gruppo di prezzi completamente diverso, ovvero l'attuale progetto Nexus è diviso in due angoli di prezzo. Ma nel 2014, lo ripeto, questo marchio verrà utilizzato in almeno 2-3 annunci. Quello di cui ho scritto a gennaio. Ma in termini di fatti e buon senso, puoi già vedere questo programma trasformarsi in One e Silver.

Ravviviamo la nostra discussione in modo che vada oltre i fatti noti e diventi commovente (sebbene l'intensità qui sia più per Google che per i lettori). A partire dalla seconda metà dell'estate, Google sta rivedendo il programma GMS, limitando il rilascio di licenze e allo stesso tempo cercando di controllare gli attuali partner, comprese le piccole fabbriche cinesi. Cosa significa in pratica?

Ci sono centinaia di piccole fabbriche in Cina che producono dispositivi Android ma non hanno un rapporto diretto con Google. Queste fabbriche spesso non hanno buoni ingegneri, utilizzano soluzioni standard di MediaTek o di altre aziende e mettono alcune versioni di Android in cima. È chiaro che molti telefoni non hanno servizi di Google, vengono sostituiti con versioni locali, il che è molto popolare. Ma gli stessi modelli che vengono venduti all'esterno hanno bisogno almeno del Play Store. Per installarlo, queste piccole fabbriche si rivolgono a grandi produttori, rilasciano per proprio conto una licenza GMS per un modello specifico, questo piacere costa circa $ 50.000. L'accordo è una tantum e si applica a un modello specifico. Google non ha alcun controllo su questo pezzo di mercato.

Le nuove regole del gioco di Google non consentono ai partner esterni di distribuire licenze GMS a terzi. O ti iscrivi al programma One o l'azienda non è interessata a te. Cioè, di fatto, Google sta formattando le sue relazioni con il mercato secondo nuove regole: la Cina rimane fuori dalla sfera di influenza di Google in termini di licenze GMS, ci sono molte shell alternative e popolari che hanno

Spillikins №283. Cosa sta succedendo con Nexus di Google

La scorsa settimana ci ha portato un I/O di Google che ha portato molti a trarre conclusioni affrettate. Mi è venuta in mente la chiusura della linea Nexus, accusata di non chiudere e vivrà - questo è un buon argomento di discussione, che faremo poco dopo insieme a una spiegazione di cosa sia Android L. Sfortunatamente, non tutti ascoltano Mobile-Review podcast, in particolare, la cucina del sito. Ci sono molte cose interessanti sul nostro lavoro e sulla mia posizione nella vita. Vi consiglio di ascoltare, sarete sicuramente coinvolti. Ma voglio iniziare con un argomento che mi sta particolarmente a cuore, come cambieranno le nostre città, in particolare nell'aspetto dei trasporti. E inizieremo con i veicoli elettrici.

Ma prima, permettetemi di condividere un'osservazione. Come sai, ho finito per acquistare un nuovo MacBook Pro per sostituire il mio MacBook Air del 2011. L'ho comprato negli Stati Uniti, all'arrivo le mie mani non sono arrivate all'incisione per ottenere le chiavi russe. Di conseguenza, mi sono fermato mentre andavo a una riunione - pochi minuti e ho chiavi che non sono diverse da quelle originali. Puoi scegliere qualsiasi font, c'è spazio per la fantasia, io ho scelto quelli originali, come sui modelli PCT. Gli incisori si offrono anche di scrivere qualcosa sul metallo della cassa, ma questo è poco pratico e non necessario. La cosa principale è diversa: entro un'ora, tutti i miei file e programmi sono stati ripristinati dalla versione di Time Machine al laptop, era solo necessario inserire una licenza per MS Office, ma questo è tutto. Cioè, sono stati ripristinati 200 GB di informazioni contemporaneamente, sono stato in grado di sedermi al computer e iniziare immediatamente a lavorare. Una fiaba, che si svolge regolarmente tramite MacOS. Forse questo è ciò che ha fatto felice la mia famiglia, non si aspettavano che potesse essere così semplice e senza ballare con un tamburello. Soprattutto ricordando come è stato fatto alcuni anni fa sui laptop Windows. Ecco un'osservazione, e ora è il momento delle auto elettriche.

Contenuto:

Veicoli elettrici e futuro dei trasporti urbani: cambio di generazione tecnologica

Nella vita, capita spesso che quando sei immerso in un argomento interessante, inizi improvvisamente a scoprire informazioni aggiuntive che completano l'immagine, la rendono voluminosa. Nell'ultimo numero ho parlato del libro di Donald Norman "The Design of Things of the Future" e ho toccato il tema delle auto che si comandano automaticamente senza la nostra partecipazione, nei commenti hanno giustamente notato che oltre a questo, il modello perché anche l'uso delle automobili cambierà, in modo che possano diventare pubbliche, e questo sarà un approccio fondamentalmente diverso. Ma pochi sanno che un progetto del genere esiste già, funziona in pratica ed è abbastanza fattibile.

Ma prima voglio soffermarmi sui veicoli elettrici e immergermi un po' nella loro storia. I prerequisiti per questo sono molto semplici: si scopre che molte persone credono che la creazione di veicoli elettrici sia un merito del nostro tempo e delle tecnologie che l'umanità ha sviluppato negli ultimi due decenni. Inoltre, queste persone intelligenti conoscono il nome di Elon Musk e seguono l'industria. È tanto più offensivo che non ricordino che la storia dell'auto è iniziata solo con le auto elettriche e per niente con i motori a combustione interna. In termini applicati, questa storia è importante anche perché risponde a molte domande che sembrano oggi insolubili o difficili in termini di passaggi pratici per l'introduzione dei veicoli elettrici.

Le persone sono abituate a pensare in categorie comprensibili, usando ciò che già hanno per costruire nuove macchine e meccanismi. Questo è un modo economico per ottenere risultati in breve tempo. Pertanto, probabilmente non sorprende che i primi carri semoventi somigliassero sottilmente a carrozze, ma senza cavalli.

Se ripercorri lo sviluppo del design delle auto, puoi facilmente vedere come si sono evoluti dalle carrozze alle auto moderne. Questa foto mostra chiaramente quanto siano ideologicamente simili: lo stesso design, lo stesso scompartimento per i passeggeri e il cocchiere, ovvero il conducente, è posizionato su una piattaforma rialzata dietro la cabina passeggeri. Perché non una carrozza?

L'umanità ha avuto tutte le possibilità di ottenere trasporti puliti all'inizio del 20° secolo, perché allora lo sviluppo dei veicoli elettrici era una priorità e la loro qualità superava gli analoghi dei motori a combustione interna. I veicoli elettrici si distinguevano per la fluidità, un design più semplice, avevano un'autonomia di 80-130 chilometri e il loro costo non era cosmico, abbastanza paragonabile alle loro controparti. Alla fine del 19° secolo a Londra, la maggior parte dei taxi erano auto elettriche. Uno di questi taxi costa circa 2.300 dollari USA, che, tradotto in denaro moderno, darà un importo da 50 a 300 mila dollari, dipende da quali metriche usi per misurare l'inflazione. Come tutte le auto dell'epoca, le auto elettriche non erano alla portata di tutti, non erano un prodotto di massa.A cavallo del secolo furono sconfitte dalle auto con motore a combustione interna, progressivamente estromesse dal mercato. A quel tempo, l'idea di tali macchine sembrava ridicola e causava giuste critiche: avevi bisogno di distributori di benzina, senza di loro l'auto era legata a un posto dove c'è carburante. Mentre le auto elettriche avevano già un'autonomia e la capacità di ricaricarsi quasi ovunque, poiché l'elettricità era onnipresente nelle grandi città. La logica ha suggerito che la costruzione di stazioni di servizio non è necessaria, è un modo costoso e difficile. Anche il vantaggio dei veicoli elettrici ha parlato a loro favore, ma si è rivelato esattamente il contrario. Perché?

Secondo me, uno dei pezzi del puzzle è che l'adattamento di un nuovo tipo di macchina ha creato posti di lavoro, una nuova industria, ha coinvolto più persone in questo processo. Dal punto di vista del prodotto, tali macchine richiedevano un grande investimento e non erano vantaggiose per utenti specifici. Ma per l'economia questo significava occupazione di persone e grandi profitti distribuiti tra un gran numero di persone. Questo modello alla fine si è rivelato vincente. Questa non è una decisione consapevole di alcun governo o azienda: le persone che hanno investito il loro lavoro nella catena di creazione di automobili e che sono arrivate in ritardo all'era delle auto elettriche si sono assicurate la vittoria, hanno rovesciato i pionieri e hanno preso il loro posto.

Nell'ultimo secolo, la nostra società si è evoluta in una certa misura e l'adattamento dei veicoli elettrici è già supportato da iniziative governative. Inoltre, possono essere su diversi piani: tagli alle tasse per coloro che acquistano auto "pulite", abbassando il costo di queste auto grazie ai sussidi statali. In molti stati degli Stati Uniti, l'acquirente di un'auto elettrica riceve uno sconto di 1.500-3.500 dollari sull'acquisto, si tratta di denaro abbastanza tangibile che incide sul costo dell'auto. Ci sono anche incentivi fiscali. I governi stanno cercando di spingere le persone a utilizzare queste macchine e penso che sia la cosa giusta da fare.

Allo stesso tempo, il nostro mondo è diverso e alcuni stati, stati stanno seguendo uno scenario diverso, stanno cercando di creare un'infrastruttura per i veicoli elettrici, in modo che questo serva da stimolo per il loro utilizzo, il prezzo va per strada. Un buon esempio è Portland, Oregon, che ha il maggior numero di stazioni di ricarica, inclusa la ricarica rapida. Portland è il leader mondiale per numero di ricariche per veicoli elettrici e rispetto alla California, che è classificata al secondo posto, è in testa con un enorme margine. Le autorità cittadine hanno fatto dei veicoli elettrici un progetto politico e sociale, hanno ritenuto necessario fornire alle persone una vasta rete di stazioni di ricarica e quindi avrebbero iniziato a utilizzare i veicoli elettrici. Ed è successo! A Portland, il numero di veicoli elettrici venduti è molto alto e le aziende automobilistiche globali hanno incluso la città nell'elenco delle priorità per testare nuovi veicoli elettrici. Bellezza, e solo, soprattutto ricordando come il mio amico, che ha portato Tesla a Mosca, la guida per la sua casa di campagna: non osa fare di più, dal momento che andare ovunque è irto di ricerche per la ricarica e un lungo e infinito processo di attesa per ricaricare le batterie. Finora Mosca non è adatta a tali trasporti e sembra esotica.

Ma a Portland, grazie agli sforzi del governo cittadino, c'è un'altra caratteristica che sembra un alieno dal futuro: il sistema di autonoleggio della città. Il sistema Car2Go è apparso per la prima volta nel 2008 a Ulm, in Germania, è una sorta di startup nel campo dei taxi e del noleggio auto. Dietro di lui c'è Daimler AG, quindi l'azienda ha le risorse. Ma Car2Go ha guadagnato popolarità al di fuori dell'Europa, in particolare in Nord America, anche se è difficile chiamare un servizio molto popolare con circa 120.000 utenti in tutto il mondo. D'altra parte, si tratta solo di una dozzina di città e di piani di sviluppo molto prudenti. Vediamo come funziona Car2Go.

Car2Go organizza, in collaborazione con le autorità cittadine, parcheggi che coprono l'area della città. È diviso in zone, in ogni zona è rimasto un certo numero di auto - ad esempio, a Portland sono 328 auto in 10 parcheggi, a giudicare dalla mappa interattiva del servizio. La popolazione della città è di circa 600.000 persone.

Devi prima registrarti sul sito web di Car2Go, inserire il numero della tua patente, inserire i dettagli della tua carta di credito - se sei approvato per il programma, dovrai pagare $ 35 per una tessera, che è anche un'auto chiave. L'approvazione dipende dalla verifica dei tuoi diritti nei servizi pertinenti, quelli che guidano con noncuranza e hanno violazioni . L'intera procedura richiede circa una settimana.

Cosa succede dopo? Puoi scaricare l'applicazione sul tuo smartphone oppure puoi utilizzare l'interfaccia web. Quando devi passare in macchina, cerchi semplicemente un parcheggio o un'auto lasciata nelle vicinanze. Prenotalo per un certo tempo e raggiungilo. Quindi mostri la scheda nel vetro laterale, lo scanner la legge e la porta si apre. All'interno, devi inserire il tuo codice PIN, rispondere a un paio di domande di sistema e quindi accendere l'accensione.

Puoi andare dove vuoi all'interno della zona di casa, di norma questa è la linea della città e le immediate vicinanze. Il costo di un viaggio del genere per gli standard americani è piccolo: $ 0,41 al minuto più tasse o $ 14,99 all'ora, che sarà di $ 84,99 al giorno. Dopo 150 miglia dal conteggio del tempo, puoi passare al conteggio delle miglia, un miglio costerà 45 centesimi.

Stime approssimative mostrano che l'utilizzo di Car2Go è leggermente più economico di un taxi. La vittoria non è molto grande, ma dovrai guidare. L'assicurazione per l'auto noleggiata è inclusa nella tariffa. Il baule è a tua disposizione. Auto piccola - Smart ForTwo.

Questa è un'auto elettrica con una buona autonomia, ha spazio per due passeggeri: una tipica city car. Il servizio è piacevole in quanto concordato con tutti i parcheggi cittadini, è possibile lasciare la macchina su di essi (tutti i parcheggi sono da un'ora o più). Non è necessario pagare per il parcheggio. Per i residenti in Russia, questo non sembra un vantaggio, anche se negli Stati Uniti il ​​parcheggio gratuito offre un enorme aumento di prezzo. Ad esempio, a Manhattan, mezz'ora di parcheggio in un garage costa circa $ 15 al lordo delle tasse e trovare parcheggio in strada per $ 3 l'ora è quasi impossibile. Utilizzando Car2Go, paghi tutti i parcheggi mentre guidi, ma puoi lasciare ("consegna") l'auto in qualsiasi momento, senza alcun pagamento. Questo è un punto molto importante del servizio: puoi raggiungere qualsiasi punto entro i limiti della città delineati.

Si tratta infatti di un nuovo tipo di trasporto urbano, che sta diventando un intermediario tra autobus, taxi a tratta fissa e taxi ordinari. In esso, noleggi un'auto per il tempo richiesto, la guidi da solo, la lasci in posti a te convenienti. Il prezzo non sembra scandaloso. E un contributo importante all'economia di questo servizio è dato dalle auto elettriche: poiché le amministrazioni cittadine danno loro preferenze, consentono loro di creare parcheggi, ci sono vantaggi fiscali.

Dare per scontato che questo servizio conquisterà il mondo significa soccombere al fascino della sua novità. È improbabile che ciò accada nel prossimo futuro: questa è ancora un'offerta di nicchia, il cui sviluppo è interrotto dall'inerzia degli utenti. Vediamo invece i primi tentativi di organizzare servizi simili, ma da parte di gente comune. L'esempio più eclatante è la cooperazione delle persone, quando qualcuno dà un passaggio al resto, forma percorsi quotidiani. È in tali schemi che il futuro del trasporto urbano e, da un punto di vista economico, il possesso di un'auto sta diventando sempre più poco redditizio.

A titolo di digressione lirica, voglio farti una domanda per la quale non riesco a trovare una spiegazione logica. Qualche tempo fa, le auto diesel hanno iniziato a guadagnare popolarità: a parità di condizioni, erano più economiche delle loro controparti a benzina e allo stesso tempo più potenti. Alcune case automobilistiche hanno addebitato un supplemento per le auto diesel, altre non hanno fatto molta differenza. La scelta di un'auto diesel per me è stata anche una decisione economica, il costo di possederla era inferiore rispetto a quella a benzina. Ma qualche tempo fa tutto è cambiato: ora il prezzo del diesel in Russia è paragonabile al costo della 95a benzina, le differenze sono impercettibili. E se al momento dell'acquisto di un'auto, la differenza di costo con una controparte a benzina ha combattuto in 4 anni con il carburante, ora non c'è affatto o non te ne accorgi. Che cosa è successo che il prezzo del diesel è aumentato così all'improvviso? La mia spiegazione è che le case automobilistiche hanno iniziato a produrre un gran numero di auto costose con tali motori e, di conseguenza, i produttori di carburante hanno deciso di guadagnare di più. Se questo è vero, allora questo è un ottimo esempio di come le nuove tecnologie non sempre forniscano un vantaggio in termini di costi. Lo stesso può accadere con i veicoli elettrici. Li adattiamo alle nostre esigenze e, quando non ci sono alternative, affronteremo il fatto che il costo della loro ricarica aumenterà costantemente e torneremo agli stessi prezzi delle auto convenzionali e del loro rifornimento.

Ma torniamo ai veicoli elettrici. Ti piace l'idea del servizio Car2Go, ne hai bisogno nella tua città? E cogliendo questa opportunità, voglio sapere se è necessario un materiale dettagliato su ciò che sta accadendo sul fronte dei veicoli elettrici con tecnologie, macchine e dove sta andando questo mercato?

Cos'è Android L e per chi è stato mostrato

Dopo che Google ha reso disponibile un'immagine di Android L, la nuova versione di Android per sviluppatori, sono iniziate ad apparire le recensioni del sistema. Tutti scrivono della nuova versione del sistema operativo, la valutano rispetto a iOS e traggono conclusioni di vasta portata. Mi ricorda una situazione in cui i ciechi valutano l'elefante sentendone le diverse parti. Cos'è Android L? Questo fa parte della futura quinta versione del sistema operativo, la sua piccola parte, che rappresenta l'interfaccia utente, come è organizzata e consente di programmare oggi con questo sistema operativo, che verrà rilasciato nell'autunno del 2014. De facto concede tre mesi ai principali sviluppatori per riscrivere i loro programmi per una nuova versione del sistema operativo.

Android L è un prodotto finito? No. Questa è una piccola parte del sistema futuro, che dà un'idea della sua interfaccia, ma niente di più. Nessuna nuova funzionalità, ad eccezione di ciò di cui gli sviluppatori hanno bisogno: l'annuncio di nuove funzionalità per gli utenti avverrà separatamente. Il compito di Android L è mostrare l'interfaccia, ma non il sistema stesso. Pertanto, non capisco le esclamazioni sia per questa versione che contro di essa. Non puoi valutare Android 5 in base a una parte di esso, non importa quanto sia importante.

Puoi installare Android L su un Nexus 5 o Nexus 7 del 2013, ma è meglio non farlo: a parte l'interfaccia, non otterrai nulla e molti programmi di terze parti non funzioneranno qui e la stabilità complessiva del sistema lascia molto a desiderare il meglio. Ripeto ancora una volta: questo non è un prodotto commerciale, questa è una versione molto ridotta per gli sviluppatori, da cui sono state eliminate tutte le nuove applicazioni e funzioni, ad eccezione di alcune di quelle di sistema di cui potrebbero aver bisogno gli sviluppatori di terze parti .

Cosa è cambiato nell'interfaccia, che si chiama Material. Le icone di sistema sono cambiate, sono diventate diverse - per i miei gusti, più interessanti. In modalità multitasking, le applicazioni sono ora rappresentate da schede e per alcune applicazioni si aprono più schede contemporaneamente, ad esempio nel browser queste sono pagine aperte, possono essere chiuse singolarmente. Molta bella animazione, la riga di stato è cambiata, ci sono notifiche in modalità standby. La maggior parte dell'innovazione proviene da TouchWiz di Samsung (illuminazione adattiva dello schermo, promemoria della schermata di blocco, ecc.).

< img src="htt ps://mobile-review.com/articles/2014/image/birulki-283/scr/16.jpg"/>

Per apprezzare come sarà Android 5 basato su Android L, devi avere un'immaginazione molto ricca, non ce l'ho, credo. Non so come valutare la comodità di usarlo e di sederci al suo interno vicino alla scocca di un'auto. Anche la modalità di risparmio della batteria che è stata mostrata con grande clamore a Google I/O è presa in prestito dalla gamma Galaxy e fornita da Samsung.

Quando a gennaio ho scritto che le due società avevano raggiunto un accordo e stretto un'alleanza, sembrava qualcosa di impossibile. E il fatto che Samsung fornirà a Google le sue tecnologie, e quest'ultima le renderà parte di Android, ha suscitato una feroce reazione da parte di alcune persone. Non può essere, hanno esclamato, Samsung non ha quel tipo di tecnologia. Tuttavia, si è scoperto che ci sono tali sviluppi e in gran numero: la maggior parte delle nuove funzionalità fornite in Android 5 provengono da TouchWiz, anche se le icone e il loro design sono stati ridisegnati. Ufficialmente, si diceva solo una parte come la modalità aziendale, che nasce da KNOX.

Ora per il più interessante: quando e chi riceverà Android 5 (non è così importante come si chiama, ma sicuramente non sarà Android L come lo vediamo oggi). I primi annunci potrebbero avvenire a fine agosto, se Google deciderà di essere il primo e mostrare i propri dispositivi. Finora non è stata presa una decisione del genere e l'unico produttore che ha ricevuto l'accesso ad Android 5 è Samsung (una sorpresa nascosta a tutti - poiché Sony, HTC, MicroMax o altre società non hanno tale accesso - riceveranno il loro SDK in estate).Ciò non offre molti vantaggi a Samsung, dal momento che la società annuncerà Note 4 all'iFA all'inizio di settembre, ma al momento sta eseguendo la prossima versione di TouchWiz e non esiste ancora una nuova versione di Android. Rimane una domanda aperta su quale versione di Android uscirà questo dispositivo - al momento il piano è semplice - provate ad eseguirlo su Android 5, ma con la shell TouchWiz di nuova generazione. Non verrà rilasciato su Android 5? Nessun problema, quindi questo dispositivo verrà rilasciato su Android 4.4.x con una nuova shell e funzioni che appariranno in Android per tutti tra sei mesi o un anno.

Puoi aspettarti che gli aggiornamenti delle attuali ammiraglie di Android 5 inizino a essere lanciati a dicembre 2014 e il numero di tali dispositivi sarà basso. Nuovi modelli verranno rilasciati su questa versione del sistema operativo, ma qui i vincitori saranno coloro che lanceranno nuovi oggetti in breve tempo. È impossibile dire che ci saranno molte aziende e prodotti del genere. Sappiamo che le nuove versioni di Android sono spesso promosse come motivo sufficiente per acquistare un nuovo dispositivo. Una speranza è che ci sarà un firmware di terze parti con Android 5 per i dispositivi attuali, ma c'è incertezza anche qui.

Nexus life, progetto Tango, cambio delle licenze GMS - Google a un bivio

A fine gennaio è stato pubblicato un articolo sull'alleanza segreta tra Google e Samsung, questi accordi sono rimasti non pubblici, sebbene la logica dello sviluppo di Android e quanto ci viene mostrato parli del compimento dei punti elencati là - ho già parlato di alcuni di loro sopra.

Oggi sono passati sei mesi, è arrivato luglio 2014 e possiamo discutere alcuni punti che sono diventati evidenti, oltre che interessanti nella trama. Inizierò con uno semplice: alcune persone non sanno leggere e pensano anche a ciò che leggono, ricordano frasi fuori contesto e attribuiscono la loro paternità ad altre persone. Ad esempio, in un articolo di gennaio, ho sostenuto che Google avrebbe abbandonato la linea Nexus e ho fornito un'enumerazione piuttosto dettagliata dei motivi e dei prerequisiti. Lasciami citare.“Google vuole cambiare gradualmente la situazione, rendere più visibili i produttori di telefoni originali e per questo è stato lanciato il programma Play Edition. Ogni produttore può creare un telefono o un tablet con Android puro a bordo, esistono già esempi di tali dispositivi. Ricevono anche aggiornamenti abbastanza rapidamente da Google e sono praticamente gli stessi della gamma Nexus in termini di idea di base: ottieni Android puro. Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori, il compito di Google è creare un'unificazione per l'interfaccia utente, costringere tutti i produttori ad abbandonare gradualmente i loro gusci, rendere redditizio l'utilizzo di altre soluzioni'.

Cosa abbiamo visto come risultato dell'I/O? L'unificazione dell'interfaccia utente è stata espressa e mostrata in modo chiaro, questo è un unico linguaggio di progettazione dei materiali. Ora vediamo cosa abbiamo fatto in termini di puro Android. Il programma One è ufficialmente annunciato, è puro Android con aggiornamenti di Google, ma per gli smartphone economici, è così che è stato mostrato il modello MicroMax a un prezzo fino a cento dollari.

Nel segmento dei dispositivi più costosi ci sarà un programma Silver simile, non è stato confermato ufficialmente, ma ci sono già stati accenni alla sua esistenza. A gennaio ho smesso di usare i nomi interni, perché non dicono niente alle persone, ma le confondono solo. Allo stesso tempo, la Play Edition è un buon modo per trasmettere alle persone il significato di tali prodotti.

È curioso che i primi dispositivi del programma One possano essere su Android 4.x, ma non 5.x. Questi sono dispositivi economici con tutte le conseguenze che ne derivano. Google è stato anche coinvolto nella creazione del progetto di riferimento del ferro per loro, ha formato una serie di requisiti minimi. Esattamente lo stesso insieme di requisiti è nel programma Silver, è molto diverso: si tratta di dispositivi di fascia alta. Al momento, il programma non è stato annunciato per un solo motivo - l'opposizione di Samsung, Sony, HTC è molto forte - i produttori non vogliono rinunciare ai loro gusci, vogliono continuare a controllarli e offrire di rilasciare dispositivi in due versioni: la propria e la Silver Edition. Questo, a sua volta, non si adatta molto a Google, vogliono un'interfaccia utente pulita per tutti, non componenti aggiuntivi. Google non può invertire la tendenza a suo favore. Questo tiro alla fune rischia di trascinarsi, è difficile prevedere come andrà a finire: la situazione è in continua evoluzione e la posizione di Google è tutt'altro che ferma.

Ora parliamo della linea Nexus e della comprensione della lettura delle persone. È difficile per me giudicare come si possa interpretare erroneamente la frase "Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori".

All'I/O, il CTO di Android Dave Burke, che è anche responsabile del programma Nexus, ha dichiarato: "Le persone sono entusiaste di questo concetto e hanno dimenticato perché lo stiamo facendo. Stiamo ancora investendo in Nexus. Le persone parlano della morte di Nexus perché sanno che stiamo preparando qualcos'altro, ma questo non significa affatto la fine del programma Nexus. È completamente sbagliato trarre tali conclusioni. Non è possibile creare una piattaforma nel Nexus. abstract, è necessario creare un dispositivo (o dispositivi).Pertanto, non credo che possiamo ora o in futuro allontanarci da Nexus.Inoltre, secondo me, Nexus è interessante perché mostra chiaramente come ci noi stessi vediamo la piattaforma, come dovrebbe funzionare. Questa è la base, pura base. Non vedo perché dovremmo rinunciarvi, non ha alcun senso."

La traduzione di Burke è tratta da qui.

Qui abbiamo a che fare con una situazione di "api contro il miele", adoro queste storie. È come le indagini sui macchinisti del carbone a metà del secolo scorso, che hanno mostrato che il loro lavoro sarebbe stato richiesto per molti anni a venire - la gente ne era sicura. Questa non è affatto la situazione con Burke e il programma Nexus, ma l'analogia è abbastanza chiara. Sarei sinceramente sorpreso se annunciasse la fine del programma Nexus. Inoltre, sono certo che in futuro annuncerà la sua evoluzione.

Iniziamo in modo semplice. Il prossimo dispositivo della linea Nexus è già uscito, ma non ha suscitato una risposta vivace da parte del pubblico in generale, poiché non era etichettato Nexus. Questo, ovviamente, riguarda il progetto Tango, che utilizza la piattaforma di NVIDIA e il tablet stesso può creare immagini tridimensionali.

All'interno dell'ultima versione di Android disponibile al momento del rilascio del tablet, la promessa di aggiornare questo dispositivo alle ultime versioni di Android non appena saranno disponibili. In cosa differisce dal programma Nexus? In realtà, una tale differenza è solo che questo tablet è solo per sviluppatori, non è venduto al grande pubblico.

Torniamo alle parole di Burke su "non puoi creare una piattaforma in astratto, devi creare anche uno o più dispositivi". Diamo un'occhiata al programma Android One di nuovo. Il primo partner di questo programma è MediaTek (MT6575 nei primi dispositivi, poi MT6577), a cui si unirà Qualcomm (chipset 82xx economici). Queste aziende, insieme a Google, creano dispositivi, o meglio, il loro design di riferimento! Come nel programma Nexus, Google si occupa della creazione dei dispositivi, fornisce il suo codice e si occupa di tutti gli aggiornamenti di questi smartphone e tablet. Qual è la differenza? Non riuscivo a trovarlo: l'ideologia di questo programma è completamente la stessa di quella che è oggi il Nexus. Anche l'enfasi sul basso costo è diventata esattamente la stessa. Nel programma Silver, ad esempio, sarà un gruppo di prezzi completamente diverso, ovvero l'attuale progetto Nexus è diviso in due angoli di prezzo. Ma nel 2014, lo ripeto, questo marchio verrà utilizzato in almeno 2-3 annunci. Quello di cui ho scritto a gennaio. Ma in termini di fatti e buon senso, puoi già vedere questo programma trasformarsi in One e Silver.

Ravviviamo la nostra discussione in modo che vada oltre i fatti noti e diventi commovente (sebbene l'intensità qui sia più per Google che per i lettori). A partire dalla seconda metà dell'estate, Google sta rivedendo il programma GMS, limitando il rilascio di licenze e allo stesso tempo cercando di controllare gli attuali partner, comprese le piccole fabbriche cinesi. Cosa significa in pratica?

Ci sono centinaia di piccole fabbriche in Cina che producono dispositivi Android ma non hanno un rapporto diretto con Google. Queste fabbriche spesso non hanno buoni ingegneri, utilizzano soluzioni standard di MediaTek o di altre aziende e mettono alcune versioni di Android in cima. È chiaro che molti telefoni non hanno servizi di Google, vengono sostituiti con versioni locali, il che è molto popolare. Ma gli stessi modelli che vengono venduti all'esterno hanno bisogno almeno del Play Store. Per installarlo, queste piccole fabbriche si rivolgono a grandi produttori, rilasciano per proprio conto una licenza GMS per un modello specifico, questo piacere costa circa $ 50.000. L'accordo è una tantum e si applica a un modello specifico. Google non ha alcun controllo su questo pezzo di mercato.

Le nuove regole del gioco di Google non consentono ai partner esterni di distribuire licenze GMS a terzi. O ti iscrivi al programma One o l'azienda non è interessata a te. Cioè, di fatto, Google sta formattando le sue relazioni con il mercato secondo nuove regole: la Cina rimane fuori dalla sfera di influenza di Google in termini di licenze GMS, ci sono molte shell alternative e popolari che hanno

Spillikins №283. Cosa sta succedendo con Nexus di Google

La scorsa settimana ci ha portato un I/O di Google che ha portato molti a trarre conclusioni affrettate. Mi è venuta in mente la chiusura della linea Nexus, accusata di non chiudere e vivrà - questo è un buon argomento di discussione, che faremo poco dopo insieme a una spiegazione di cosa sia Android L. Sfortunatamente, non tutti ascoltano Mobile-Review podcast, in particolare, la cucina del sito. Ci sono molte cose interessanti sul nostro lavoro e sulla mia posizione nella vita. Vi consiglio di ascoltare, sarete sicuramente coinvolti. Ma voglio iniziare con un argomento che mi sta particolarmente a cuore, come cambieranno le nostre città, in particolare nell'aspetto dei trasporti. E inizieremo con i veicoli elettrici.

Ma prima, permettetemi di condividere un'osservazione. Come sai, ho finito per acquistare un nuovo MacBook Pro per sostituire il mio MacBook Air del 2011. L'ho comprato negli Stati Uniti, all'arrivo le mie mani non sono arrivate all'incisione per ottenere le chiavi russe. Di conseguenza, mi sono fermato mentre andavo a una riunione - pochi minuti e ho chiavi che non sono diverse da quelle originali. Puoi scegliere qualsiasi font, c'è spazio per la fantasia, io ho scelto quelli originali, come sui modelli PCT. Gli incisori si offrono anche di scrivere qualcosa sul metallo della cassa, ma questo è poco pratico e non necessario. La cosa principale è diversa: entro un'ora, tutti i miei file e programmi sono stati ripristinati dalla versione di Time Machine al laptop, era solo necessario inserire una licenza per MS Office, ma questo è tutto. Cioè, sono stati ripristinati 200 GB di informazioni contemporaneamente, sono stato in grado di sedermi al computer e iniziare immediatamente a lavorare. Una fiaba, che si svolge regolarmente tramite MacOS. Forse questo è ciò che ha fatto felice la mia famiglia, non si aspettavano che potesse essere così semplice e senza ballare con un tamburello. Soprattutto ricordando come è stato fatto alcuni anni fa sui laptop Windows. Ecco un'osservazione, e ora è il momento delle auto elettriche.

Contenuto:

Veicoli elettrici e futuro del trasporto urbano: un cambiamento nelle generazioni tecnologiche

Nella vita, capita spesso che quando sei immerso in un argomento interessante, inizi improvvisamente a scoprire informazioni aggiuntive che completano l'immagine, la rendono voluminosa. Nell'ultimo numero ho parlato del libro di Donald Norman "The Design of Things of the Future" e ho toccato il tema delle auto che si comandano automaticamente senza la nostra partecipazione, nei commenti hanno giustamente notato che oltre a questo, il modello perché anche l'uso delle automobili cambierà, in modo che possano diventare pubbliche, e questo sarà un approccio fondamentalmente diverso. Ma pochi sanno che un progetto del genere esiste già, funziona in pratica ed è abbastanza fattibile.

Ma prima voglio soffermarmi sui veicoli elettrici e immergermi un po' nella loro storia. I prerequisiti per questo sono molto semplici: si scopre che molte persone credono che la creazione di veicoli elettrici sia un merito del nostro tempo e delle tecnologie che l'umanità ha sviluppato negli ultimi due decenni. Inoltre, queste persone intelligenti conoscono il nome di Elon Musk e seguono l'industria. È tanto più offensivo che non ricordino che la storia dell'auto è iniziata solo con le auto elettriche e per niente con i motori a combustione interna. In termini applicati, questa storia è importante anche perché risponde a molte domande che sembrano oggi insolubili o difficili in termini di passaggi pratici per l'introduzione dei veicoli elettrici.

Le persone sono abituate a pensare in categorie comprensibili, usando ciò che già hanno per costruire nuove macchine e meccanismi. Questo è un modo economico per ottenere risultati in breve tempo. Pertanto, probabilmente non sorprende che i primi carri semoventi somigliassero sottilmente a carrozze, ma senza cavalli.

Se segui lo sviluppo del design delle auto, puoi facilmente vedere come si sono evoluti dalle carrozze alle auto moderne. Questa foto mostra chiaramente quanto siano ideologicamente simili: lo stesso design, lo stesso scompartimento per i passeggeri e il cocchiere, ovvero il conducente, è posizionato su una piattaforma rialzata dietro la cabina passeggeri. Perché non una carrozza?

L'umanità ha avuto tutte le possibilità di ottenere trasporti puliti all'inizio del 20° secolo, perché allora lo sviluppo dei veicoli elettrici era una priorità e la loro qualità superava gli analoghi dei motori a combustione interna. I veicoli elettrici si distinguevano per la fluidità, un design più semplice, avevano un'autonomia di 80-130 chilometri e il loro costo non era cosmico, abbastanza paragonabile alle loro controparti. Alla fine del 19° secolo a Londra, la maggior parte dei taxi erano auto elettriche. Uno di questi taxi costa circa 2.300 dollari USA, che, tradotto in denaro moderno, darà un importo da 50 a 300 mila dollari, dipende da quali metriche usi per misurare l'inflazione. Come tutte le auto dell'epoca, le auto elettriche non erano disponibili per tutti, non erano un bene di massa. A cavallo del secolo furono sconfitte dalle auto con motore a combustione interna, progressivamente estromesse dal mercato.A quel tempo, l'idea di tali macchine sembrava ridicola e causava giuste critiche: avevi bisogno di distributori di benzina, senza di loro l'auto era legata a un posto dove c'è carburante. Mentre le auto elettriche avevano già un'autonomia e la capacità di ricaricarsi quasi ovunque, poiché l'elettricità era onnipresente nelle grandi città. La logica ha suggerito che la costruzione di stazioni di servizio non è necessaria, è un modo costoso e difficile. Anche il vantaggio dei veicoli elettrici ha parlato a loro favore, ma si è rivelato esattamente il contrario. Perché?

Secondo me, uno dei pezzi del puzzle è che l'adattamento di un nuovo tipo di macchina ha creato posti di lavoro, una nuova industria, ha coinvolto più persone in questo processo. Dal punto di vista del prodotto, tali macchine richiedevano un grande investimento e non erano vantaggiose per utenti specifici. Ma per l'economia questo significava occupazione di persone e grandi profitti distribuiti tra un gran numero di persone. Questo modello alla fine si è rivelato vincente. Questa non è una decisione consapevole di alcun governo o azienda: le persone che hanno investito il loro lavoro nella catena di creazione di automobili e che sono arrivate in ritardo all'era delle auto elettriche si sono assicurate la vittoria, hanno rovesciato i pionieri e hanno preso il loro posto.

Nell'ultimo secolo, la nostra società si è evoluta in una certa misura e l'adattamento dei veicoli elettrici è già supportato da iniziative governative. Inoltre, possono essere su diversi piani: tagli alle tasse per coloro che acquistano auto "pulite", abbassando il costo di queste auto grazie ai sussidi statali. In molti stati degli Stati Uniti, l'acquirente di un'auto elettrica riceve uno sconto di 1.500-3.500 dollari sull'acquisto, si tratta di denaro abbastanza tangibile che incide sul costo dell'auto. Ci sono anche incentivi fiscali. I governi stanno cercando di spingere le persone a utilizzare queste macchine e penso che sia la cosa giusta da fare.

Allo stesso tempo, il nostro mondo è diverso e alcuni stati, stati stanno seguendo uno scenario diverso, stanno cercando di creare un'infrastruttura per i veicoli elettrici, in modo che questo serva da stimolo per il loro utilizzo, il prezzo va per strada. Un buon esempio è Portland, Oregon, che ha il maggior numero di stazioni di ricarica, inclusa la ricarica rapida. Portland è il leader mondiale per numero di ricariche per veicoli elettrici e rispetto alla California, che è classificata al secondo posto, è in testa con un enorme margine. Le autorità cittadine hanno fatto dei veicoli elettrici un progetto politico e sociale, hanno ritenuto necessario fornire alle persone una vasta rete di stazioni di ricarica e quindi avrebbero iniziato a utilizzare i veicoli elettrici. Ed è successo! A Portland, il numero di veicoli elettrici venduti è molto alto e le aziende automobilistiche globali hanno incluso la città nell'elenco delle priorità per testare nuovi veicoli elettrici. Bellezza, e solo, soprattutto ricordando come il mio amico, che ha portato Tesla a Mosca, la guida per la sua casa di campagna: non osa fare di più, dal momento che andare ovunque è irto di ricerche per la ricarica e un lungo e infinito processo di attesa per ricaricare le batterie. Finora Mosca non è adatta a tali trasporti e sembra esotica.

Ma a Portland, grazie agli sforzi del governo cittadino, c'è un'altra caratteristica che sembra un alieno dal futuro: il sistema di autonoleggio della città. Il sistema Car2Go è apparso per la prima volta nel 2008 a Ulm, in Germania, è una sorta di startup nel campo dei taxi e del noleggio auto. Dietro di lui c'è Daimler AG, quindi l'azienda ha le risorse. Ma Car2Go ha guadagnato popolarità al di fuori dell'Europa, in particolare in Nord America, anche se è difficile chiamare un servizio molto popolare con circa 120.000 utenti in tutto il mondo. D'altra parte, si tratta solo di una dozzina di città e di piani di sviluppo molto prudenti. Vediamo come funziona Car2Go.

Car2Go organizza, in collaborazione con le autorità cittadine, parcheggi che coprono l'area della città. È diviso in zone, in ogni zona è rimasto un certo numero di auto - ad esempio, a Portland sono 328 auto in 10 parcheggi, a giudicare dalla mappa interattiva del servizio. La popolazione della città è di circa 600.000 persone.

Devi prima registrarti sul sito web di Car2Go, inserire il numero della tua patente, inserire i dettagli della tua carta di credito - se sei approvato per il programma, dovrai pagare $ 35 per una tessera, che è anche un'auto chiave. L'approvazione dipende dalla verifica dei tuoi diritti nei servizi pertinenti, coloro che guidano con noncuranza e hanno violazioni possono essere negati. L'intera procedura richiede circa una settimana.

Per prima cosa devi registrarti sul sito web di Car2Go, inserire il numero della tua patente, inserire i dettagli della tua carta di credito - se sei autorizzato a partecipare al programma, dovrai pagare $ 35 per una tessera, che è anche una chiave dell'auto . L'approvazione dipende dalla verifica dei tuoi diritti nei relativi servizi; chi guida con noncuranza e ha delle violazioni. L'intera procedura dura circa una settimana.

Cosa succede dopo? Puoi scaricare l'applicazione sul tuo smartphone oppure puoi utilizzare l'interfaccia web. Quando devi passare in macchina, cerchi semplicemente un parcheggio o un'auto lasciata nelle vicinanze. Prenotalo per un certo tempo e raggiungilo. Quindi mostri la scheda nel vetro laterale, lo scanner la legge e la porta si apre. All'interno, devi inserire il tuo codice PIN, rispondere a un paio di domande di sistema e quindi accendere l'accensione.

Puoi andare dove vuoi all'interno della zona di casa, di norma questa è la linea della città e le immediate vicinanze. Il costo di un viaggio del genere per gli standard americani è piccolo: $ 0,41 al minuto più tasse o $ 14,99 all'ora, che sarà di $ 84,99 al giorno. Dopo 150 miglia dal conteggio del tempo, puoi passare al conteggio delle miglia, un miglio costerà 45 centesimi.

Stime approssimative mostrano che l'utilizzo di Car2Go è leggermente più economico di un taxi. La vittoria non è molto grande, ma dovrai guidare. L'assicurazione per l'auto noleggiata è inclusa nella tariffa. Il baule è a tua disposizione. Auto piccola - Smart ForTwo.

Questa è un'auto elettrica con una buona autonomia, ha spazio per due passeggeri: una tipica city car. Il servizio è piacevole in quanto concordato con tutti i parcheggi cittadini, è possibile lasciare la macchina su di essi (tutti i parcheggi sono da un'ora o più). Non è necessario pagare per il parcheggio. Per i residenti in Russia, questo non sembra un vantaggio, anche se negli Stati Uniti il ​​parcheggio gratuito offre un enorme aumento di prezzo. Ad esempio, a Manhattan, mezz'ora di parcheggio in un garage costa circa $ 15 al lordo delle tasse e trovare parcheggio in strada per $ 3 l'ora è quasi impossibile. Utilizzando Car2Go, paghi tutti i parcheggi mentre guidi, ma puoi lasciare ("consegna") l'auto in qualsiasi momento, senza alcun pagamento. Questo è un punto molto importante del servizio: puoi raggiungere qualsiasi punto entro i limiti della città delineati.

Si tratta infatti di un nuovo tipo di trasporto urbano, che sta diventando un intermediario tra autobus, taxi a tratta fissa e taxi ordinari. In esso, noleggi un'auto per il tempo richiesto, la guidi da solo, la lasci in posti a te convenienti. Il prezzo non sembra scandaloso. E un contributo importante all'economia di questo servizio è dato dalle auto elettriche: poiché le amministrazioni cittadine danno loro preferenze, consentono loro di creare parcheggi, ci sono vantaggi fiscali.

Dare per scontato che questo servizio conquisterà il mondo significa soccombere al fascino della sua novità. È improbabile che ciò accada nel prossimo futuro: questa è ancora un'offerta di nicchia, il cui sviluppo è interrotto dall'inerzia degli utenti. Vediamo invece i primi tentativi di organizzare servizi simili, ma da parte di gente comune. L'esempio più eclatante è la cooperazione delle persone, quando qualcuno dà un passaggio al resto, forma percorsi quotidiani. È in tali schemi che il futuro del trasporto urbano e, da un punto di vista economico, il possesso di un'auto sta diventando sempre più poco redditizio.

A titolo di digressione lirica, voglio farti una domanda per la quale non riesco a trovare una spiegazione logica. Qualche tempo fa, le auto diesel hanno iniziato a guadagnare popolarità: a parità di condizioni, erano più economiche delle loro controparti a benzina e allo stesso tempo più potenti. Alcune case automobilistiche hanno addebitato un supplemento per le auto diesel, altre non hanno fatto molta differenza. La scelta di un'auto diesel per me è stata anche una decisione economica, il costo di possederla era inferiore rispetto a quella a benzina. Ma qualche tempo fa tutto è cambiato: ora il prezzo del diesel in Russia è paragonabile al costo della 95a benzina, le differenze sono impercettibili. E se al momento dell'acquisto di un'auto, la differenza di costo con una controparte a benzina ha combattuto in 4 anni con il carburante, ora non c'è affatto o non te ne accorgi. Che cosa è successo che il prezzo del diesel è aumentato così all'improvviso? La mia spiegazione è che le case automobilistiche hanno iniziato a produrre un gran numero di auto costose con tali motori e, di conseguenza, i produttori di carburante hanno deciso di guadagnare di più. Se questo è vero, allora questo è un ottimo esempio di come le nuove tecnologie non sempre forniscano un vantaggio in termini di costi. Lo stesso può accadere con i veicoli elettrici. Li adattiamo alle nostre esigenze e, quando non ci sono alternative, affronteremo il fatto che il costo della loro ricarica aumenterà costantemente e torneremo agli stessi prezzi delle auto convenzionali e del loro rifornimento.

Ma torniamo ai veicoli elettrici. Ti piace l'idea del servizio Car2Go, ne hai bisogno nella tua città? E cogliendo questa opportunità, voglio sapere se è necessario un materiale dettagliato su ciò che sta accadendo sul fronte dei veicoli elettrici con tecnologie, macchine e dove sta andando questo mercato?

Cos'è Android L e per chi è stato mostrato

Dopo che Google ha reso disponibile un'immagine di Android L, la nuova versione di Android per sviluppatori, sono iniziate ad apparire le recensioni del sistema. Tutti scrivono della nuova versione del sistema operativo, la valutano rispetto a iOS e traggono conclusioni di vasta portata. Mi ricorda una situazione in cui i ciechi valutano l'elefante sentendone le diverse parti. Cos'è Android L? Questo fa parte della futura quinta versione del sistema operativo, la sua piccola parte, che rappresenta l'interfaccia utente, come è organizzata e consente di programmare oggi con questo sistema operativo, che verrà rilasciato nell'autunno del 2014. De facto concede tre mesi ai principali sviluppatori per riscrivere i loro programmi per una nuova versione del sistema operativo.

Android L è un prodotto finito? No. Questa è una piccola parte del sistema futuro, che dà un'idea della sua interfaccia, ma niente di più. Nessuna nuova funzionalità, ad eccezione di ciò di cui gli sviluppatori hanno bisogno: l'annuncio di nuove funzionalità per gli utenti avverrà separatamente. Il compito di Android L è mostrare l'interfaccia, ma non il sistema stesso. Pertanto, non capisco le esclamazioni sia per questa versione che contro di essa. Non puoi valutare Android 5 in base a una parte di esso, non importa quanto sia importante.

Puoi installare Android L su un Nexus 5 o Nexus 7 del 2013, ma è meglio non farlo: a parte l'interfaccia, non otterrai nulla e molti programmi di terze parti non funzioneranno qui e la stabilità complessiva del sistema lascia molto a desiderare il meglio. Ripeto ancora una volta: questo non è un prodotto commerciale, questa è una versione molto ridotta per gli sviluppatori, da cui sono state eliminate tutte le nuove applicazioni e funzioni, ad eccezione di alcune di quelle di sistema di cui potrebbero aver bisogno gli sviluppatori di terze parti .

Cosa è cambiato nell'interfaccia, che si chiama Material. Le icone di sistema sono cambiate, sono diventate diverse - per i miei gusti, più interessanti. In modalità multitasking, le applicazioni sono ora rappresentate da schede e per alcune applicazioni si aprono più schede contemporaneamente, ad esempio nel browser queste sono pagine aperte, possono essere chiuse singolarmente. Molta bella animazione, la riga di stato è cambiata, ci sono notifiche in modalità standby. La maggior parte dell'innovazione proviene da TouchWiz di Samsung (illuminazione adattiva dello schermo, promemoria della schermata di blocco, ecc.).

Per apprezzare come sarà Android 5 basato su Android L, devi avere un'immaginazione molto ricca, non ce l'ho, credo. Non so come valutare la comodità di usarlo e di sederci al suo interno vicino alla scocca di un'auto. Anche la modalità di risparmio della batteria che è stata mostrata con grande clamore a Google I/O è presa in prestito dalla gamma Galaxy e fornita da Samsung.

Quando a gennaio ho scritto che le due società avevano raggiunto un accordo e stretto un'alleanza, sembrava qualcosa di impossibile. E il fatto che Samsung fornirà a Google le sue tecnologie, e quest'ultima le renderà parte di Android, ha suscitato una feroce reazione da parte di alcune persone. Non può essere, hanno esclamato, Samsung non ha quel tipo di tecnologia. Tuttavia, si è scoperto che ci sono tali sviluppi e in gran numero: la maggior parte delle nuove funzionalità fornite in Android 5 provengono da TouchWiz, anche se le icone e il loro design sono stati ridisegnati. Ufficialmente, si diceva solo una parte come la modalità aziendale, che nasce da KNOX.

Ora per il più interessante: quando e chi riceverà Android 5 (non è così importante come si chiama, ma sicuramente non sarà Android L come lo vediamo oggi). I primi annunci potrebbero avvenire a fine agosto, se Google deciderà di essere il primo e mostrare i propri dispositivi. Finora non è stata presa una decisione del genere e l'unico produttore che ha ricevuto l'accesso ad Android 5 è Samsung (una sorpresa nascosta a tutti - poiché Sony, HTC, MicroMax o altre società non hanno tale accesso - riceveranno il loro SDK in estate). Ciò non offre molti vantaggi a Samsung, dal momento che la società annuncerà Note 4 all'iFA all'inizio di settembre, ma al momento sta eseguendo la prossima versione di TouchWiz e non esiste ancora una nuova versione di Android. Rimane una domanda aperta su quale versione di Android uscirà questo dispositivo - al momento il piano è semplice - provate ad eseguirlo su Android 5, ma con la shell TouchWiz di nuova generazione. Non verrà rilasciato su Android 5? Nessun problema, quindi questo dispositivo verrà rilasciato su Android 4.4.x con una nuova shell e funzioni che appariranno in Android per tutti tra sei mesi o un anno.

Puoi aspettarti che gli aggiornamenti delle attuali ammiraglie di Android 5 inizino a essere lanciati a dicembre 2014 e il numero di tali dispositivi sarà basso. Nuovi modelli verranno rilasciati su questa versione del sistema operativo, ma qui i vincitori saranno coloro che lanceranno nuovi oggetti in breve tempo. È impossibile dire che ci saranno molte aziende e prodotti del genere. Sappiamo che le nuove versioni di Android sono spesso promosse come motivo sufficiente per acquistare un nuovo dispositivo. Una speranza è che ci sarà un firmware di terze parti con Android 5 per i dispositivi attuali, ma c'è incertezza anche qui.

Nexus life, progetto Tango, cambio delle licenze GMS - Google a un bivio

A fine gennaio è stato pubblicato un articolo sull'alleanza segreta tra Google e Samsung, questi accordi sono rimasti non pubblici, sebbene la logica dello sviluppo di Android e quanto ci viene mostrato parli del compimento dei punti elencati là - ho già parlato di alcuni di loro sopra.

Oggi sono passati sei mesi, è arrivato luglio 2014 e possiamo discutere alcuni punti che sono diventati evidenti, oltre che interessanti nella trama. Inizierò con uno semplice: alcune persone non sanno leggere e pensano anche a ciò che leggono, ricordano frasi fuori contesto e attribuiscono la loro paternità ad altre persone. Ad esempio, in un articolo di gennaio, ho sostenuto che Google avrebbe abbandonato la linea Nexus e ho fornito un'enumerazione piuttosto dettagliata dei motivi e dei prerequisiti. Lasciami citare. “Google vuole cambiare gradualmente la situazione, rendere più visibili i produttori di telefoni originali e per questo è stato lanciato il programma Play Edition.Ogni produttore può creare un telefono o un tablet con Android puro a bordo, esistono già esempi di tali dispositivi. Ricevono anche aggiornamenti abbastanza rapidamente da Google e sono praticamente gli stessi della gamma Nexus in termini di idea di base: ottieni Android puro. Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori, il compito di Google è creare un'unificazione per l'interfaccia utente, costringere tutti i produttori ad abbandonare gradualmente i loro gusci, rendere redditizio l'utilizzo di altre soluzioni'.

Cosa abbiamo visto come risultato dell'I/O? L'unificazione dell'interfaccia utente è stata espressa e mostrata in modo chiaro, questo è un unico linguaggio di progettazione dei materiali. Ora vediamo cosa abbiamo fatto in termini di puro Android. Il programma One è ufficialmente annunciato, è puro Android con aggiornamenti di Google, ma per gli smartphone economici, è così che è stato mostrato il modello MicroMax a un prezzo fino a cento dollari.

Nel segmento dei dispositivi più costosi ci sarà un programma Silver simile, non è stato confermato ufficialmente, ma ci sono già stati accenni alla sua esistenza. A gennaio ho smesso di usare i nomi interni, perché non dicono niente alle persone, ma le confondono solo. Allo stesso tempo, la Play Edition è un buon modo per trasmettere alle persone il significato di tali prodotti.

È curioso che i primi dispositivi del programma One possano essere su Android 4.x, ma non 5.x. Questi sono dispositivi economici con tutte le conseguenze che ne derivano. Google è stato anche coinvolto nella creazione del progetto di riferimento del ferro per loro, ha formato una serie di requisiti minimi. Esattamente lo stesso insieme di requisiti è nel programma Silver, è molto diverso: si tratta di dispositivi di fascia alta. Al momento, il programma non è stato annunciato per un solo motivo - l'opposizione di Samsung, Sony, HTC è molto forte - i produttori non vogliono rinunciare ai loro gusci, vogliono continuare a controllarli e offrire di rilasciare dispositivi in due versioni: la propria e la Silver Edition. Questo, a sua volta, non si adatta molto a Google, vogliono un'interfaccia utente pulita per tutti, non componenti aggiuntivi. Google non può invertire la tendenza a suo favore. Questo tiro alla fune rischia di trascinarsi, è difficile prevedere come andrà a finire: la situazione è in continua evoluzione e la posizione di Google è tutt'altro che ferma.

Ora parliamo della linea Nexus e della comprensione della lettura delle persone. È difficile per me giudicare come si possa interpretare erroneamente la frase "Nel 2014 vedremo almeno 2-3 annunci di nuovi dispositivi Nexus, entro il 2015 questo programma sarà modificato nella Play Edition da diversi produttori".

All'I/O, il CTO di Android Dave Burke, che è anche responsabile del programma Nexus, ha dichiarato: "Le persone sono entusiaste di questo concetto e hanno dimenticato perché lo stiamo facendo. Stiamo ancora investendo in Nexus. Le persone parlano della morte di Nexus perché sanno che stiamo preparando qualcos'altro, ma questo non significa affatto la fine del programma Nexus. È completamente sbagliato trarre tali conclusioni. Non è possibile creare una piattaforma nel Nexus. abstract, è necessario creare un dispositivo (o dispositivi).Pertanto, non credo che possiamo ora o in futuro allontanarci da Nexus.Inoltre, secondo me, Nexus è interessante perché mostra chiaramente come ci noi stessi vediamo la piattaforma, come dovrebbe funzionare. Questa è la base, pura base. Non vedo perché dovremmo rinunciarvi, non ha alcun senso."

La traduzione delle parole di Burke è tratta da qui.

Qui abbiamo a che fare con una situazione di "api contro il miele", adoro queste storie. È come le indagini sui macchinisti del carbone a metà del secolo scorso, che hanno mostrato che il loro lavoro sarebbe stato richiesto per molti anni a venire - la gente ne era sicura. Questa non è affatto la situazione con Burke e il programma Nexus, ma l'analogia è abbastanza chiara. Sarei sinceramente sorpreso se annunciasse la fine del programma Nexus. Inoltre, sono certo che in futuro annuncerà la sua evoluzione.

Iniziamo in modo semplice. Il prossimo dispositivo della linea Nexus è già uscito, ma non ha suscitato una risposta vivace da parte del pubblico in generale, poiché non era etichettato Nexus. Questo, ovviamente, riguarda il progetto Tango, che utilizza la piattaforma di NVIDIA e il tablet stesso può creare immagini tridimensionali.

All'interno dell'ultima versione di Android disponibile al momento del rilascio del tablet, la promessa di aggiornare questo dispositivo alle ultime versioni di Android non appena saranno disponibili. In cosa differisce dal programma Nexus? In realtà, una tale differenza è solo che questo tablet è solo per sviluppatori, non è venduto al grande pubblico.

Torniamo alle parole di Burke su "non puoi creare una piattaforma in astratto, devi creare anche uno o più dispositivi". Diamo un'occhiata al programma Android One di nuovo. Il primo partner di questo programma è MediaTek (MT6575 nei primi dispositivi, poi MT6577), a cui si unirà Qualcomm (chipset 82xx economici). Queste aziende, insieme a Google, creano dispositivi, o meglio, il loro design di riferimento! Come nel programma Nexus, Google si occupa della creazione dei dispositivi, fornisce il suo codice e si occupa di tutti gli aggiornamenti di questi smartphone e tablet. Qual è la differenza? Non riuscivo a trovarlo: l'ideologia di questo programma è completamente la stessa di quella che è oggi il Nexus. Anche l'enfasi sul basso costo è diventata esattamente la stessa. Nel programma Silver, ad esempio, sarà un gruppo di prezzi completamente diverso, ovvero l'attuale progetto Nexus è diviso in due angoli di prezzo. Ma nel 2014, lo ripeto, questo marchio verrà utilizzato in almeno 2-3 annunci. Quello di cui ho scritto a gennaio. Ma in termini di fatti e buon senso, puoi già vedere questo programma trasformarsi in One e Silver.

Ravviviamo la nostra discussione in modo che vada oltre i fatti noti e diventi commovente (sebbene l'intensità qui sia più per Google che per i lettori). A partire dalla seconda metà dell'estate, Google sta rivedendo il programma GMS, limitando il rilascio di licenze e allo stesso tempo cercando di controllare gli attuali partner, comprese le piccole fabbriche cinesi. Cosa significa in pratica?

Ci sono centinaia di piccole fabbriche in Cina che producono dispositivi Android ma non hanno un rapporto diretto con Google. Queste fabbriche spesso non hanno buoni ingegneri, utilizzano soluzioni standard di MediaTek o di altre aziende e mettono alcune versioni di Android in cima. È chiaro che molti telefoni non hanno servizi di Google, vengono sostituiti con versioni locali, il che è molto popolare. Ma gli stessi modelli che vengono venduti all'esterno hanno bisogno almeno del Play Store. Per installarlo, queste piccole fabbriche si rivolgono a grandi produttori, rilasciano per proprio conto una licenza GMS per un modello specifico, questo piacere costa circa $ 50.000. L'accordo è una tantum e si applica a un modello specifico. Google non ha alcun controllo su questo pezzo di mercato.

Le nuove regole del gioco di Google non consentono ai partner esterni di distribuire licenze GMS a terzi. O ti iscrivi al programma One o l'azienda non è interessata a te. Cioè, di fatto, Google sta formattando le sue relazioni con il mercato secondo nuove regole: la Cina rimane fuori dalla sfera di influenza di Google in termini di licenze GMS, ci sono molte shell alternative e popolari che hanno