it opay

Huawei Ascend P6. Primo sguardo

Le informazioni sul P6 hanno cominciato ad apparire circa un paio di settimane prima della presentazione. Ci sono state voci secondo cui Huawei rilascerà lo smartphone più sottile del mondo. In questo caso, le indiscrezioni si sono rivelate vere e, alla presentazione, i rappresentanti dell'azienda si sono concentrati più volte sullo spessore del dispositivo (6,18 mm).

A proposito, il numero "sei" nel nome del modello viene scelto anche per lo spessore (ecco perché c'è un passaggio così netto da P2 a P6).

Aspetto, materiali

Una parte separata della presentazione è stata dedicata al design del modello. Il designer che ha disegnato il look della P6 si è ispirato alla... carta, o meglio ai fogli di carta. E ancora, ha fatto riferimento allo spessore dello smartphone. All'inizio sembra che il P6 abbia poco in comune con i fogli di carta, ma se lo metti su un libro, lo smartphone sembra sorprendentemente organico accanto ad esso.

Altrimenti, abbiamo uno smartphone normale con bordi leggermente arrotondati. La lunetta del modello è realizzata in alluminio silver.

Dobbiamo notare anche il materiale della quarta di copertina. Secondo le informazioni ufficiali, questo è lo stesso alluminio, ma le sensazioni tattili che ne derivano sono completamente diverse. Personalmente, ho avuto associazioni con il velluto o qualche altro materiale morbido e piacevole al tatto.

Ci saranno tre versioni dello smartphone in vendita: bianco, nero e rosa chiaro.

In generale, mi sono piaciuti il ​​design e i materiali del dispositivo: il corpo in alluminio si sposa bene con l'aspetto calmo del dispositivo e anche la cover posteriore è stata molto soddisfatta.

Dimensioni

Ed ora, senza ulteriori indugi, passiamo alla caratteristica più importante del P6: lo spessore del dispositivo è di 6,18 mm, il peso è di 120 grammi con una diagonale di 4,7". Tali dimensioni sono molto impressionanti, almeno se si guardano i numeri. E in effetti, nel dispositivo non c'è una super-sottilezza speciale: sì, sottile, sì, leggero, ma non c'è l'effetto wow. È possibile che la colpa sia anche del cavo di sicurezza attaccato al dispositivo, o forse in effetti uno spessore di 8-9 mm è abbastanza comodo, e la sua diminuzione non è davvero particolarmente evidente.

  • Huawei Ascend P6 - 132,65x65,5x6,18 mm, 120 grammi
  • Apple iPhone 5 - 123,8 x 58,6 x 7,6 mm, 112 grammi
  • HTC Butterfly - 143 x 70,5 x 9,1 mm, 140 grammi
  • HTC One - 137,4 x 68,2 x 9,3 mm, 143 grammi
  • Nokia Lumia 920 - 130,3 x 70,8 x 10,7 mm, 185 grammi
  • Samsung Galaxy Note II - 151,1 x 80,5 x 9,4 mm, 183 grammi
  • Samsung Galaxy S4 - 136,6 x 69,8 x 7,9 mm, 130 grammi
  • Sony Xperia Z - 139 x 71 x 7,9 mm, 146 grammi

Schermo e batteria

Lo smartphone ha uno schermo da 4,7" con una risoluzione di 1280x720 pixel. Il tipo di matrice non è stato specificato, ma sembra che nel P6 venga utilizzata una buona matrice IPS. L'immagine è abbastanza nitida e gli angoli di visualizzazione del display sono vicini al massimo.

Ho unito le sezioni Display e Batteria perché penso che la prima segua dal secondo punto. È chiaro che è difficile installare una batteria capiente in un case sottile, quindi per non sacrificare la durata della batteria, aveva senso abbassare la risoluzione (la capacità della batteria del P6 è di 2000 mAh). È interessante notare che la presentazione quasi non ha toccato la descrizione dello schermo, solo un paio di volte hanno menzionato la sua diagonale.Penso che gli stessi Huawei capiscano che lo schermo è il punto più debole dello smartphone, perché si posiziona come un dispositivo di livello Super Market Space al CBD in affitto Galaxy S4 e altri flagship Android. Allo stesso tempo, non posso definire cattivo lo schermo del P6, no, è abbastanza buono, ma inferiore allo schermo dello stesso HTC One.

A proposito, P6 ha diversi "preset" responsabili del risparmio energetico.

Prestazioni e interfacce

Lo smartphone è dotato di un processore quad-core K3V2E di progettazione Huawei, operante a una frequenza di 1,5 GHz. La quantità di RAM è di 2 GB, la capacità dell'unità interna è di 8 GB, sono supportate schede di memoria esterne fino a 32 GB. La presentazione ha sottolineato separatamente il supporto per LTE in tutti i paesi. Tuttavia, nelle specifiche del dispositivo, non ho visto il supporto per la frequenza 2600, in cui operano le reti LTE russe. Anche se non posso presumere di dire con certezza il supporto del nostro LTE, te lo dirò più precisamente in una recensione completa.

Sistema operativo e shell Huawei

Lo smartphone funziona con Android 4.2.2, che è attualmente una delle ultime versioni di questo sistema operativo. Tuttavia, i cinesi non hanno lasciato quasi nulla di Android puro, è stato quasi completamente sostituito da Emotion UI versione 2.0. Ho cercato di descrivere in dettaglio questa shell quando ho guardato per la prima volta P2, coloro che desiderano conoscerla meglio possono seguire il link qui sotto.

In P6, la shell è stata leggermente modificata e modificata.

Ad esempio, è stata aggiunta una modalità di gestione del profilo. Si attiva il "cambio profilo" tramite l'interruttore nella tendina, quindi appare la ruota delle impostazioni, dove viene selezionato il profilo desiderato. Ciascuno dei "preset" imposta le proprie impostazioni, ad esempio, la modalità "outdoor" ruota al massimo la luminosità e il volume dell'altoparlante e la modalità "Sleep" disabilita tutte le interfacce wireless.

Separatamente, Huawei ha parlato del supporto per più temi. I temi preinstallati sono realizzati appositamente per i diversi colori delle custodie P6.

Sono stati aggiunti anche nuovi widget MeWidget. In parole povere, si tratta di diversi widget combinati in uno.

In termini di dettagli e funzionalità, l'interfaccia utente di Emotion è al livello delle ultime versioni di Sense e TouchWiz e in qualche modo le supera. È bello vedere che anche i cinesi stanno iniziando a dare un'occhiata più da vicino alla componente software.

Fotocamera

Lo smartphone ha due fotocamere: quella principale da 8 MP e quella anteriore da (!) 5 MP.

Huawei ha parlato molto della fotocamera, ti consiglio di guardare tu stesso le slide qui sotto. L'oratore ha notato la superiorità della fotocamera rispetto a Galaxy S4 e iPhone 5 in varie condizioni di illuminazione.

Ad essere sincero, recentemente non prendo in parola i relatori, anche con esempi e confronti, quindi io (o Roman) scriverò eventuali conclusioni sulla fotocamera in una recensione completa, ecco solo alcune impressioni personali dopo mezz'ora di conoscenza del dispositivo.

Abbiamo notato anche ottime riprese macro nel dispositivo, la lunghezza focale minima della fotocamera è di 4 cm. Secondo me, P6 scatta molto bene in macro.

La presentazione ha parlato anche della modalità di selezione automatica delle scene migliorata. Idealmente, il dispositivo seleziona automaticamente le migliori impostazioni della fotocamera in modo che l'utente possa semplicemente premere il pulsante di scatto.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di foto scattate con il P6.

La risoluzione della fotocamera frontale è sorprendente, inoltre è stata prestata molta attenzione alla presentazione: una modalità di rilevamento del viso migliorata e fino a dieci diversi "preimpostazioni" per fotografare te stesso.

Accessori

Il relatore ha iniziato la sua storia sulle copertine con le parole: "Se non ti piacciono i colori presentati, puoi sempre scegliere il tuo acquistando l'apposita copertina".

"E le persone che indossano abiti apprezzeranno le nostre opzioni più personalizzate."

Conclusione

Il prezzo al dettaglio consigliato per Huawei P6 è di 450 euro (circa 18mila rubli in Russia), l'inizio delle vendite in Russia è all'inizio di agosto.

A causa di questo prezzo, il dispositivo evoca sentimenti contrastanti: da un lato, un'ottima combinazione di design e materiali, una scocca ben congegnata e funzionale, una buona fotocamera, sia principale che frontale, e dall'altro invece, il prezzo è al livello del Galaxy S3 e ancora più costoso (S3 ora costa 16.500 rubli).

Secondo me, il successo di Huawei in Russia è in gran parte dovuto a una politica dei prezzi di successo, mi sembra che se l'azienda fissa i prezzi al livello di altri marchi A, perderà una buona quota di potenziali acquirenti.< /p>

Al momento, il prezzo è l'unico punto controverso in Huawei Ascend P6, se il dispositivo costa circa 14-15 mila, allora sarà popolare e per 18 le sue prospettive non sono così brillanti.

Separatamente, noto che manca ancora un mese intero prima dell'inizio dei saldi e molto altro può cambiare entro l'inizio di agosto, incluso il prezzo.

Huawei Ascend P6. Primo sguardo

Le informazioni sul P6 hanno cominciato ad apparire circa un paio di settimane prima della presentazione. Ci sono state voci secondo cui Huawei rilascerà lo smartphone più sottile del mondo. In questo caso, le indiscrezioni si sono rivelate vere e, alla presentazione, i rappresentanti dell'azienda si sono concentrati più volte sullo spessore del dispositivo (6,18 mm).

A proposito, il numero "sei" nel nome del modello viene scelto anche per lo spessore (ecco perché c'è un passaggio così netto da P2 a P6).

Aspetto, materiali

Una parte separata della presentazione è stata dedicata al design del modello. Il designer che ha disegnato il look della P6 si è ispirato alla... carta, o meglio ai fogli di carta. E ancora, ha fatto riferimento allo spessore dello smartphone. All'inizio sembra che il P6 abbia poco in comune con i fogli di carta, ma se lo metti su un libro, lo smartphone sembra sorprendentemente organico accanto ad esso.

Altrimenti, abbiamo uno smartphone normale con bordi leggermente arrotondati. La lunetta del modello è realizzata in alluminio silver.

Dobbiamo notare anche il materiale della quarta di copertina. Secondo le informazioni ufficiali, questo è lo stesso alluminio, ma le sensazioni tattili che ne derivano sono completamente diverse. Personalmente, ho avuto associazioni con il velluto o qualche altro materiale morbido e piacevole al tatto.

Ci saranno tre versioni dello smartphone in vendita: bianco, nero e rosa chiaro.

In generale, mi sono piaciuti il ​​design e i materiali del dispositivo: il corpo in alluminio si sposa bene con l'aspetto calmo del dispositivo e anche la cover posteriore è stata molto soddisfatta.

Dimensioni

Ed ora, senza ulteriori indugi, passiamo alla caratteristica più importante del P6: lo spessore del dispositivo è di 6,18 mm, il peso è di 120 grammi con una diagonale di 4,7". Tali dimensioni sono molto impressionanti, almeno se si guardano i numeri. E in effetti, nel dispositivo non c'è una super-sottilezza speciale: sì, sottile, sì, leggero, ma non c'è l'effetto wow. È possibile che la colpa sia anche del cavo di sicurezza attaccato al dispositivo, o forse in effetti uno spessore di 8-9 mm è abbastanza comodo, e la sua diminuzione non è davvero particolarmente evidente.

  • Huawei Ascend P6 - 132,65x65,5x6,18 mm, 120 grammi
  • Apple iPhone 5 - 123,8 x 58,6 x 7,6 mm, 112 grammi
  • HTC Butterfly - 143 x 70,5 x 9,1 mm, 140 grammi
  • HTC One - 137,4 x 68,2 x 9,3 mm, 143 grammi
  • Nokia Lumia 920 - 130,3 x 70,8 x 10,7 mm, 185 grammi
  • Samsung Galaxy Note II - 151,1 x 80,5 x 9,4 mm, 183 grammi
  • Samsung Galaxy S4 - 136,6 x 69,8 x 7,9 mm, 130 grammi
  • Sony Xperia Z - 139 x 71 x 7,9 mm, 146 grammi

Schermo e batteria

Lo smartphone ha uno schermo da 4,7" con una risoluzione di 1280x720 pixel. Il tipo di matrice non è stato specificato, ma sembra che nel P6 venga utilizzata una buona matrice IPS. L'immagine è abbastanza nitida e gli angoli di visualizzazione del display sono vicini al massimo.

Ho unito le sezioni Display e Batteria perché penso che la prima segua dal secondo punto. È chiaro che è difficile installare una batteria capiente in un case sottile, quindi per non sacrificare la durata della batteria, aveva senso abbassare la risoluzione (la capacità della batteria del P6 è di 2000 mAh). È interessante notare che la presentazione quasi non ha toccato la descrizione dello schermo, solo un paio di volte hanno menzionato la sua diagonale.Penso che gli stessi Huawei capiscano che lo schermo è il punto più debole dello smartphone, perché si posiziona come un dispositivo di livello Super Market Space al CBD in affitto Galaxy S4 e altri flagship Android. Allo stesso tempo, non posso definire cattivo lo schermo del P6, no, è abbastanza buono, ma inferiore allo schermo dello stesso HTC One.

A proposito, P6 ha diversi "preset" responsabili del risparmio energetico.

Prestazioni e interfacce

Lo smartphone è dotato di un processore quad-core K3V2E di progettazione Huawei, operante a una frequenza di 1,5 GHz. La quantità di RAM è di 2 GB, la capacità dell'unità interna è di 8 GB, sono supportate schede di memoria esterne fino a 32 GB. La presentazione ha sottolineato separatamente il supporto per LTE in tutti i paesi. Tuttavia, nelle specifiche del dispositivo, non ho visto il supporto per la frequenza 2600, in cui operano le reti LTE russe. Anche se non posso presumere di dire con certezza il supporto del nostro LTE, te lo dirò più precisamente in una recensione completa.

Sistema operativo e shell Huawei

Lo smartphone funziona con Android 4.2.2, che è attualmente una delle ultime versioni di questo sistema operativo. Tuttavia, i cinesi non hanno lasciato quasi nulla di Android puro, è stato quasi completamente sostituito da Emotion UI versione 2.0. Ho cercato di descrivere in dettaglio questa shell quando ho guardato per la prima volta P2, coloro che desiderano conoscerla meglio possono seguire il link qui sotto.

In P6, la shell è stata leggermente modificata e modificata.

Ad esempio, è stata aggiunta una modalità di gestione del profilo. Si attiva il "cambio profilo" tramite l'interruttore nella tendina, quindi appare la ruota delle impostazioni, dove viene selezionato il profilo desiderato. Ciascuno dei "preset" imposta le proprie impostazioni, ad esempio, la modalità "outdoor" ruota al massimo la luminosità e il volume dell'altoparlante e la modalità "Sleep" disabilita tutte le interfacce wireless.

Separatamente, Huawei ha parlato del supporto per più temi. I temi preinstallati sono realizzati appositamente per i diversi colori delle custodie P6.

Sono stati aggiunti anche nuovi widget MeWidget. In parole povere, si tratta di diversi widget combinati in uno.

In termini di dettagli e funzionalità, l'interfaccia utente di Emotion è al livello delle ultime versioni di Sense e TouchWiz e in qualche modo le supera. È bello vedere che anche i cinesi stanno iniziando a dare un'occhiata più da vicino alla componente software.

Fotocamera

Lo smartphone ha due fotocamere: quella principale da 8 MP e quella anteriore da (!) 5 MP.

Huawei ha parlato molto della fotocamera, ti consiglio di guardare tu stesso le slide qui sotto. L'oratore ha notato la superiorità della fotocamera rispetto a Galaxy S4 e iPhone 5 in varie condizioni di illuminazione.

Ad essere sincero, recentemente non prendo in parola i relatori, anche con esempi e confronti, quindi io (o Roman) scriverò eventuali conclusioni sulla fotocamera in una recensione completa, ecco solo alcune impressioni personali dopo mezz'ora di conoscenza del dispositivo.

Abbiamo notato anche ottime riprese macro nel dispositivo, la lunghezza focale minima della fotocamera è di 4 cm. Secondo me, P6 scatta molto bene in macro.

La presentazione ha parlato anche della modalità di selezione automatica delle scene migliorata. Idealmente, il dispositivo seleziona automaticamente le migliori impostazioni della fotocamera in modo che l'utente possa semplicemente premere il pulsante di scatto.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di foto scattate con il P6.

La risoluzione della fotocamera frontale è sorprendente, inoltre è stata prestata molta attenzione alla presentazione: una modalità di rilevamento del viso migliorata e fino a dieci diversi "preimpostazioni" per fotografare te stesso.

Accessori

Il relatore ha iniziato la sua storia sulle copertine con le parole: "Se non ti piacciono i colori presentati, puoi sempre scegliere il tuo acquistando l'apposita copertina".

"E le persone che indossano abiti apprezzeranno le nostre opzioni più personalizzate."

Conclusione

Il prezzo al dettaglio consigliato per Huawei P6 è di 450 euro (circa 18mila rubli in Russia), l'inizio delle vendite in Russia è all'inizio di agosto.

A causa di questo prezzo, il dispositivo evoca sentimenti contrastanti: da un lato, un'ottima combinazione di design e materiali, una scocca ben congegnata e funzionale, una buona fotocamera, sia principale che frontale, e dall'altro invece, il prezzo è al livello del Galaxy S3 e ancora più costoso (S3 ora costa 16.500 rubli).

Secondo me, il successo di Huawei in Russia è in gran parte dovuto a una politica dei prezzi di successo, mi sembra che se l'azienda fissa i prezzi al livello di altri marchi A, perderà una buona quota di potenziali acquirenti.< /p>

Al momento, il prezzo è l'unico punto controverso in Huawei Ascend P6, se il dispositivo costa circa 14-15 mila, allora sarà popolare e per 18 le sue prospettive non sono così brillanti.

Separatamente, noto che manca ancora un mese intero prima dell'inizio dei saldi e molto altro può cambiare entro l'inizio di agosto, incluso il prezzo.

Huawei Ascend P6. Primo sguardo

Le informazioni sul P6 hanno cominciato ad apparire circa un paio di settimane prima della presentazione. Ci sono state voci secondo cui Huawei rilascerà lo smartphone più sottile del mondo. In questo caso, le indiscrezioni si sono rivelate vere e, alla presentazione, i rappresentanti dell'azienda si sono concentrati più volte sullo spessore del dispositivo (6,18 mm).

A proposito, il numero "sei" nel nome del modello viene scelto anche per lo spessore (ecco perché c'è un passaggio così netto da P2 a P6).

Aspetto, materiali

Una parte separata della presentazione è stata dedicata al design del modello. Il designer che ha disegnato il look della P6 si è ispirato alla... carta, o meglio ai fogli di carta. E ancora, ha fatto riferimento allo spessore dello smartphone. All'inizio sembra che il P6 abbia poco in comune con i fogli di carta, ma se lo metti su un libro, lo smartphone sembra sorprendentemente organico accanto ad esso.

Altrimenti, abbiamo uno smartphone normale con bordi leggermente arrotondati. La lunetta del modello è realizzata in alluminio silver.

Dobbiamo notare anche il materiale della quarta di copertina. Secondo le informazioni ufficiali, questo è lo stesso alluminio, ma le sensazioni tattili che ne derivano sono completamente diverse. Personalmente, ho avuto associazioni con il velluto o qualche altro materiale morbido e piacevole al tatto.

Ci saranno tre versioni dello smartphone in vendita: bianco, nero e rosa chiaro.

In generale, mi sono piaciuti il ​​design e i materiali del dispositivo: il corpo in alluminio si sposa bene con l'aspetto calmo del dispositivo e anche la cover posteriore è stata molto soddisfatta.

Dimensioni

Ed ora, senza ulteriori indugi, passiamo alla caratteristica più importante del P6: lo spessore del dispositivo è di 6,18 mm, il peso è di 120 grammi con una diagonale di 4,7". Tali dimensioni sono molto impressionanti, almeno se si guardano i numeri. E in effetti, nel dispositivo non c'è una super-sottilezza speciale: sì, sottile, sì, leggero, ma non c'è l'effetto wow. È possibile che la colpa sia anche del cavo di sicurezza attaccato al dispositivo, o forse in effetti uno spessore di 8-9 mm è abbastanza comodo, e la sua diminuzione non è davvero particolarmente evidente.

  • Huawei Ascend P6 - 132,65x65,5x6,18 mm, 120 grammi
  • Apple iPhone 5 - 123,8 x 58,6 x 7,6 mm, 112 grammi
  • HTC Butterfly - 143 x 70,5 x 9,1 mm, 140 grammi
  • HTC One - 137,4 x 68,2 x 9,3 mm, 143 grammi
  • Nokia Lumia 920 - 130,3 x 70,8 x 10,7 mm, 185 grammi
  • Samsung Galaxy Note II - 151,1 x 80,5 x 9,4 mm, 183 grammi
  • Samsung Galaxy S4 - 136,6 x 69,8 x 7,9 mm, 130 grammi
  • Sony Xperia Z - 139 x 71 x 7,9 mm, 146 grammi

Schermo e batteria

Lo smartphone ha uno schermo da 4,7" con una risoluzione di 1280x720 pixel. Il tipo di matrice non è stato specificato, ma sembra che nel P6 venga utilizzata una buona matrice IPS. L'immagine è abbastanza nitida e gli angoli di visualizzazione del display sono vicini al massimo.

Ho unito le sezioni Display e Batteria perché penso che la prima segua dal secondo punto. È chiaro che è difficile installare una batteria capiente in un case sottile, quindi per non sacrificare la durata della batteria, aveva senso abbassare la risoluzione (la capacità della batteria del P6 è di 2000 mAh). È interessante notare che la presentazione quasi non ha toccato la descrizione dello schermo, solo un paio di volte hanno menzionato la sua diagonale.Penso che gli stessi Huawei capiscano che lo schermo è il punto più debole dello smartphone, perché si posiziona come un dispositivo di livello Super Market Space al CBD in affitto Galaxy S4 e altri flagship Android. Allo stesso tempo, non posso definire cattivo lo schermo del P6, no, è abbastanza buono, ma inferiore allo schermo dello stesso HTC One.

A proposito, P6 ha diversi "preset" responsabili del risparmio energetico.

Prestazioni e interfacce

Lo smartphone è dotato di un processore quad-core K3V2E di progettazione Huawei, operante a una frequenza di 1,5 GHz. La quantità di RAM è di 2 GB, la capacità dell'unità interna è di 8 GB, sono supportate schede di memoria esterne fino a 32 GB. La presentazione ha sottolineato separatamente il supporto per LTE in tutti i paesi. Tuttavia, nelle specifiche del dispositivo, non ho visto il supporto per la frequenza 2600, in cui operano le reti LTE russe. Anche se non posso presumere di dire con certezza il supporto del nostro LTE, te lo dirò più precisamente in una recensione completa.

Sistema operativo e shell Huawei

Lo smartphone funziona con Android 4.2.2, che è attualmente una delle ultime versioni di questo sistema operativo. Tuttavia, i cinesi non hanno lasciato quasi nulla di Android puro, è stato quasi completamente sostituito da Emotion UI versione 2.0. Ho cercato di descrivere in dettaglio questa shell quando ho guardato per la prima volta P2, coloro che desiderano conoscerla meglio possono seguire il link qui sotto.

In P6, la shell è stata leggermente modificata e modificata.

Ad esempio, è stata aggiunta una modalità di gestione del profilo. Si attiva il "cambio profilo" tramite l'interruttore nella tendina, quindi appare la ruota delle impostazioni, dove viene selezionato il profilo desiderato. Ciascuno dei "preset" imposta le proprie impostazioni, ad esempio, la modalità "outdoor" ruota al massimo la luminosità e il volume dell'altoparlante e la modalità "Sleep" disabilita tutte le interfacce wireless.

Separatamente, Huawei ha parlato del supporto per più temi. I temi preinstallati sono realizzati appositamente per i diversi colori delle custodie P6.

Sono stati aggiunti anche nuovi widget MeWidget. In parole povere, si tratta di diversi widget combinati in uno.

In termini di dettagli e funzionalità, l'interfaccia utente di Emotion è al livello delle ultime versioni di Sense e TouchWiz e in qualche modo le supera. È bello vedere che anche i cinesi stanno iniziando a dare un'occhiata più da vicino alla componente software.

Fotocamera

Lo smartphone ha due fotocamere: quella principale da 8 MP e quella anteriore da (!) 5 MP.

Huawei ha parlato molto della fotocamera, ti consiglio di guardare tu stesso le slide qui sotto. L'oratore ha notato la superiorità della fotocamera rispetto a Galaxy S4 e iPhone 5 in varie condizioni di illuminazione.

Ad essere sincero, recentemente non prendo in parola i relatori, anche con esempi e confronti, quindi io (o Roman) scriverò eventuali conclusioni sulla fotocamera in una recensione completa, ecco solo alcune impressioni personali dopo mezz'ora di conoscenza del dispositivo.

Abbiamo notato anche ottime riprese macro nel dispositivo, la lunghezza focale minima della fotocamera è di 4 cm. Secondo me, P6 scatta molto bene in macro.

La presentazione ha parlato anche della modalità di selezione automatica delle scene migliorata. Idealmente, il dispositivo seleziona automaticamente le migliori impostazioni della fotocamera in modo che l'utente possa semplicemente premere il pulsante di scatto.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di foto scattate con il P6.

La risoluzione della fotocamera frontale è sorprendente, inoltre è stata prestata molta attenzione alla presentazione: una modalità di rilevamento del viso migliorata e fino a dieci diversi "preimpostazioni" per fotografare te stesso.

Accessori

Il relatore ha iniziato la sua storia sulle copertine con le parole: "Se non ti piacciono i colori presentati, puoi sempre scegliere il tuo acquistando l'apposita copertina".

"E le persone che indossano abiti apprezzeranno le nostre opzioni più personalizzate."

Conclusione

Il prezzo al dettaglio consigliato per Huawei P6 è di 450 euro (circa 18mila rubli in Russia), l'inizio delle vendite in Russia è all'inizio di agosto.

A causa di questo prezzo, il dispositivo evoca sentimenti contrastanti: da un lato, un'ottima combinazione di design e materiali, una scocca ben congegnata e funzionale, una buona fotocamera, sia principale che frontale, e dall'altro invece, il prezzo è al livello del Galaxy S3 e ancora più costoso (S3 ora costa 16.500 rubli).

Secondo me, il successo di Huawei in Russia è in gran parte dovuto a una politica dei prezzi di successo, mi sembra che se l'azienda fissa i prezzi al livello di altri marchi A, perderà una buona quota di potenziali acquirenti.< /p>

Al momento, il prezzo è l'unico punto controverso in Huawei Ascend P6, se il dispositivo costa circa 14-15 mila, allora sarà popolare e per 18 le sue prospettive non sono così brillanti.

Separatamente, noto che manca ancora un mese intero prima dell'inizio dei saldi e molto altro può cambiare entro l'inizio di agosto, incluso il prezzo.

Huawei Ascend P6. Primo sguardo

Le informazioni sul P6 hanno cominciato ad apparire circa un paio di settimane prima della presentazione. Ci sono state voci secondo cui Huawei rilascerà lo smartphone più sottile del mondo. In questo caso, le indiscrezioni si sono rivelate vere e, alla presentazione, i rappresentanti dell'azienda si sono concentrati più volte sullo spessore del dispositivo (6,18 mm).

A proposito, il numero "sei" nel nome del modello viene scelto anche per lo spessore (ecco perché c'è un passaggio così netto da P2 a P6).

Aspetto, materiali

Una parte separata della presentazione è stata dedicata al design del modello. Il designer che ha disegnato il look della P6 si è ispirato alla... carta, o meglio ai fogli di carta. E ancora, ha fatto riferimento allo spessore dello smartphone. All'inizio sembra che il P6 abbia poco in comune con i fogli di carta, ma se lo metti su un libro, lo smartphone sembra sorprendentemente organico accanto ad esso.

Altrimenti, abbiamo uno smartphone normale con bordi leggermente arrotondati. La lunetta del modello è realizzata in alluminio silver.

Dobbiamo notare anche il materiale della quarta di copertina. Secondo le informazioni ufficiali, questo è lo stesso alluminio, ma le sensazioni tattili che ne derivano sono completamente diverse. Personalmente, ho avuto associazioni con il velluto o qualche altro materiale morbido e piacevole al tatto.

Ci saranno tre versioni dello smartphone in vendita: bianco, nero e rosa chiaro.

In generale, mi sono piaciuti il ​​design e i materiali del dispositivo: il corpo in alluminio si sposa bene con l'aspetto calmo del dispositivo e anche la cover posteriore è stata molto soddisfatta.

Dimensioni

Ed ora, senza ulteriori indugi, passiamo alla caratteristica più importante del P6: lo spessore del dispositivo è di 6,18 mm, il peso è di 120 grammi con una diagonale di 4,7". Tali dimensioni sono molto impressionanti, almeno se si guardano i numeri. E in effetti, nel dispositivo non c'è una super-sottilezza speciale: sì, sottile, sì, leggero, ma non c'è l'effetto wow. È possibile che la colpa sia anche del cavo di sicurezza attaccato al dispositivo, o forse in effetti uno spessore di 8-9 mm è abbastanza comodo, e la sua diminuzione non è davvero particolarmente evidente.

  • Huawei Ascend P6 - 132,65x65,5x6,18 mm, 120 grammi
  • Apple iPhone 5 - 123,8 x 58,6 x 7,6 mm, 112 grammi
  • HTC Butterfly - 143 x 70,5 x 9,1 mm, 140 grammi
  • HTC One - 137,4 x 68,2 x 9,3 mm, 143 grammi
  • Nokia Lumia 920 - 130,3 x 70,8 x 10,7 mm, 185 grammi
  • Samsung Galaxy Note II - 151,1 x 80,5 x 9,4 mm, 183 grammi
  • Samsung Galaxy S4 - 136,6 x 69,8 x 7,9 mm, 130 grammi
  • Sony Xperia Z - 139 x 71 x 7,9 mm, 146 grammi

Schermo e batteria

Lo smartphone ha uno schermo da 4,7" con una risoluzione di 1280x720 pixel. Il tipo di matrice non è stato specificato, ma sembra che nel P6 venga utilizzata una buona matrice IPS. L'immagine è abbastanza nitida e gli angoli di visualizzazione del display sono vicini al massimo.

Ho unito le sezioni Display e Batteria perché penso che la prima segua dal secondo punto. È chiaro che è difficile installare una batteria capiente in un case sottile, quindi per non sacrificare la durata della batteria, aveva senso abbassare la risoluzione (la capacità della batteria del P6 è di 2000 mAh). È interessante notare che la presentazione quasi non ha toccato la descrizione dello schermo, solo un paio di volte hanno menzionato la sua diagonale. Penso che la stessa Huawei capisca che lo schermo è il punto più debole di uno smartphone, perché si posiziona come Super Market Space al C.B.D per Rent Galaxy S4 e altri flagship Android. Allo stesso tempo, non posso definire cattivo lo schermo del P6, no, è abbastanza buono, ma inferiore allo schermo dello stesso HTC One.

Ho unito le sezioni "Schermo" e "Batteria", perché, secondo me, la prima segue dal secondo punto. È chiaro che è difficile installare una batteria capiente in un case sottile, quindi per non sacrificare la durata della batteria, aveva senso abbassare la risoluzione (la capacità della batteria del P6 è di 2000 mAh). È interessante notare che la presentazione quasi non ha toccato la descrizione dello schermo, solo un paio di volte hanno menzionato la sua diagonale. Penso che Huawei stessi capiscano che lo schermo è il punto più debole dello smartphone, perché si posiziona come un dispositivo di livello Super Market Space at CBD in affitto Super Market Space a CBD in affitto Galaxy S4 e altri flagship Android. Allo stesso tempo, non posso definire cattivo lo schermo del P6, no, è abbastanza buono, ma inferiore allo schermo dello stesso HTC One.

A proposito, P6 ha diversi "preset" responsabili del risparmio energetico.

Prestazioni e interfacce

Lo smartphone è dotato di un processore quad-core K3V2E di progettazione Huawei, operante a una frequenza di 1,5 GHz. La quantità di RAM è di 2 GB, la capacità dell'unità interna è di 8 GB, sono supportate schede di memoria esterne fino a 32 GB. La presentazione ha sottolineato separatamente il supporto per LTE in tutti i paesi. Tuttavia, nelle specifiche del dispositivo, non ho visto il supporto per la frequenza 2600, in cui operano le reti LTE russe. Anche se non posso presumere di dire con certezza il supporto del nostro LTE, te lo dirò più precisamente in una recensione completa.

Sistema operativo e shell Huawei

Lo smartphone funziona con Android 4.2.2, che è attualmente una delle ultime versioni di questo sistema operativo. Tuttavia, i cinesi non hanno lasciato quasi nulla di Android puro, è stato quasi completamente sostituito da Emotion UI versione 2.0. Ho cercato di descrivere in dettaglio questa shell quando ho guardato per la prima volta P2, coloro che desiderano conoscerla meglio possono seguire il link qui sotto.

In P6, la shell è stata leggermente modificata e modificata.

Ad esempio, è stata aggiunta una modalità di gestione del profilo. Si attiva il "cambio profilo" tramite l'interruttore nella tendina, quindi appare la ruota delle impostazioni, dove viene selezionato il profilo desiderato. Ciascuno dei "preset" imposta le proprie impostazioni, ad esempio, la modalità "outdoor" ruota al massimo la luminosità e il volume dell'altoparlante e la modalità "Sleep" disabilita tutte le interfacce wireless.

Separatamente, Huawei ha parlato del supporto per più temi. I temi preinstallati sono realizzati appositamente per i diversi colori delle custodie P6.

Sono stati aggiunti anche nuovi widget MeWidget. In parole povere, si tratta di diversi widget combinati in uno.

In termini di dettagli e funzionalità, l'interfaccia utente di Emotion è al livello delle ultime versioni di Sense e TouchWiz e in qualche modo le supera. È bello vedere che anche i cinesi stanno iniziando a dare un'occhiata più da vicino alla componente software.

Fotocamera

Lo smartphone ha due fotocamere: quella principale da 8 MP e quella anteriore da (!) 5 MP.

Huawei ha parlato molto della fotocamera, ti consiglio di guardare tu stesso le slide qui sotto. L'oratore ha notato la superiorità della fotocamera rispetto a Galaxy S4 e iPhone 5 in varie condizioni di illuminazione.

Ad essere sincero, recentemente non prendo in parola i relatori, anche con esempi e confronti, quindi io (o Roman) scriverò eventuali conclusioni sulla fotocamera in una recensione completa, ecco solo alcune impressioni personali dopo mezz'ora di conoscenza del dispositivo.

Abbiamo notato anche ottime riprese macro nel dispositivo, la lunghezza focale minima della fotocamera è di 4 cm. Secondo me, P6 scatta molto bene in macro.

La presentazione ha parlato anche della modalità di selezione automatica delle scene migliorata. Idealmente, il dispositivo seleziona automaticamente le migliori impostazioni della fotocamera in modo che l'utente possa semplicemente premere il pulsante di scatto.

Di seguito sono riportati alcuni esempi di foto scattate con il P6.

La risoluzione della fotocamera frontale è sorprendente, inoltre è stata prestata molta attenzione alla presentazione: una modalità di rilevamento del viso migliorata e fino a dieci diversi "preimpostazioni" per fotografare te stesso.

Accessori

Il relatore ha iniziato la sua storia sulle copertine con le parole: "Se non ti piacciono i colori presentati, puoi sempre scegliere il tuo acquistando l'apposita copertina".

"E le persone che indossano abiti apprezzeranno le nostre opzioni più personalizzate."

Conclusione

Il prezzo al dettaglio consigliato per Huawei P6 è di 450 euro (circa 18mila rubli in Russia), l'inizio delle vendite in Russia è all'inizio di agosto.

A causa di questo prezzo, il dispositivo evoca sentimenti contrastanti: da un lato, un'ottima combinazione di design e materiali, una scocca ben congegnata e funzionale, una buona fotocamera, sia principale che frontale, e dall'altro invece, il prezzo è al livello del Galaxy S3 e ancora più costoso (S3 ora costa 16.500 rubli).

Secondo me, il successo di Huawei in Russia è in gran parte dovuto a una politica dei prezzi di successo, mi sembra che se l'azienda fissa i prezzi al livello di altri marchi A, perderà una buona quota di potenziali acquirenti.< /p>

Al momento, il prezzo è l'unico punto controverso in Huawei Ascend P6, se il dispositivo costa circa 14-15 mila, allora sarà popolare e per 18 le sue prospettive non sono così brillanti.

Separatamente, noto che manca ancora un mese intero prima dell'inizio dei saldi e molto altro può cambiare entro l'inizio di agosto, incluso il prezzo.