it opay

Spillikins №156. Samsung spenderà 41,4 miliardi di dollari per il futuro

È abbastanza insolito per me scrivere Spillikins non nei fine settimana, ma all'inizio della settimana, quando il lavoro è già in pieno svolgimento e le informazioni arrivano come da una cornucopia. Sfortunatamente, le informazioni del rapporto annuale di Nokia erano così importanti per l'intero mercato che le ho dedicato un intero numero. Ma ora mi correggo qui, e davanti a voi ci sono i soliti Spillikin sugli eventi che hanno attirato la mia attenzione la scorsa settimana. Il formato è lo stesso, la dimensione è normale. Solo la seconda volta in una settimana, ma questa è un'eccezione. Allora iniziamo.

Contenuto:

Windows Mobile sarà il secondo sistema operativo per smartphone nel 2012

Qualsiasi previsione di qualsiasi persona dovrebbe essere trattata con una discreta dose di scetticismo, che è anche chiamato buon senso. Quando parliamo di previsione, dobbiamo capire che questa non è una profezia e non un fatto predeterminato che tale data accadrà. No. Anche, inoltre, molto probabilmente, questo non accadrà, nelle previsioni si parla sempre di probabilità. Ma non vale la pena parlare di queste sciocchezze, soprattutto quando una società di ricerca con una storia pubblica un comunicato stampa di alto profilo secondo cui un nuovo sistema operativo Microsoft batterà presto Apple. Ricordi che scalpore ha fatto questa notizia di recente? Per molti, questa è stata una conferma che tutto andrà bene con Windows Phone 7. Ad esempio, iSuppli afferma semplicemente e senza complicazioni che il Nokia 900 servirà da revival del sistema operativo di Microsoft e che entro il 2015 diventerà inaspettatamente il secondo.

A dire il vero, questo tavolo non mi entusiasma. Il motivo è che credo che la quota di iOS aumenterà, e in modo piuttosto aggressivo. In futuro, due aziende si contenderanno il predominio nel mercato degli smartphone: Apple e Google. Non abbiamo ancora visto la risposta di Apple all'espansione di Android e non c'è dubbio che una tale risposta seguirà. L'unica domanda è quando questo accadrà. Penso non oltre il 2013.

Lascio ai ricercatori di iSuppli prendere come occasione informativa la presentazione di un prodotto non molto significativo: il Nokia 900, un prodotto intermedio. Ora diamo un'occhiata a ciò che hanno previsto tre anni fa per Windows Mobile. Sasha Patsay ha portato alla luce la storia, mi è sembrata tipica e piuttosto divertente. Quindi, passiamo al passato.

In un vecchio studio di iSuppli, entro il 2013 Windows Mobile batte tutti i sistemi operativi e segue il chiaro leader di mercato, Symbian di Nokia. Che non sia così, lo si poteva dire con certezza già nel 2010. Ma nel 2009 anche questa previsione “audace” è stata ben citata, sebbene non avesse basi in sé. Sul mercato puoi trovare previsioni per tutti i gusti, ma la maggior parte tende a non realizzarsi. E questa è la cosa più triste di loro.

Link correlati:

RIM ha un nuovo CEO invece di due vecchi

Si è parlato molto dei problemi di RIM a Spillikins e la principale lamentela da parte mia, oltre che da parte della maggior parte dei critici, è l'impossibilità di cambiare dopo il mercato dei terminali mobili. Avendo puntato sulla posta aziendale, RIM non cambia di una virgola, seguendo il percorso una volta scelto. E mentre sei in viaggio ricevi recensioni poco lusinghiere dalla stampa, dagli analisti e successivamente dagli utenti. Il mercato non è riuscito a sapere dove sarebbe andata l'azienda e come avrebbe potuto colmare il gigantesco divario con i moderni sistemi operativi. L'esclusiva struttura di co-gestione dell'azienda, con due padri fondatori al timone, ha suscitato un sorriso e una scrollata di spalle quando tutto era perfetto. Ma quando il prezzo delle azioni di RIM è sceso del 75% nel solo 2011 e la quota di mercato degli smartphone negli Stati Uniti è scesa da un massimo del 50% al 10%, c'è motivo di dubitare dell'adeguatezza dell'azione intrapresa. La situazione del 2007 per Sony Ericsson si sta ripetendo, le vendite sono enormi e in crescita, l'azienda guarda al futuro con fiducia e dice che i critici non capiscono l'essenza del business. Poi un rapido calo delle vendite, la percezione dei prodotti peggiora e la fine naturale sotto forma di scomparsa dell'azienda. RIM ripeterà questa triste storia? Non lo so, ma non ci sono ancora notizie positive.

Un evento come la nomina di un nuovo presidente di un'azienda attira sempre l'attenzione della stampa e degli investitori. Ammettiamo che gli azionisti di RIM abbiano esercitato una forte pressione sul consiglio di amministrazione della società. Chiesero che alla società fosse affidata una persona che potesse intraprendere il nuovo corso e aumentare il valore delle azioni. Riguarda solo il futuro di RIM, perché nel presente tutto va bene per l'azienda: le vendite unitarie crescono, l'azienda non subisce perdite, entra in nuovi mercati. La domanda è sempre stata se l'azienda manterrà la sua influenza in futuro. E la risposta è sempre stata negativa.

La nomina di un nuovo presidente dell'azienda è un'opportunità unica che non capita molto spesso e dovrebbe essere sfruttata al massimo. Ci si aspetta che una nuova persona rompa l'ordine stabilito delle cose, per dare uno sguardo nuovo a ciò che sta accadendo. E così molto spesso le aziende che riconoscono la necessità del cambiamento, prendono le persone dalla parte. Non hanno un onere di obblighi, possono vedere difetti nel sistema di relazioni esistente e, infine, non fanno parte di questo sistema. È estremamente raro che le persone all'interno del sistema siano in grado di cambiare l'ordine mondiale esistente. Distruggilo.

Purtroppo, alla RIM, nominare Thorsten Heins presidente non significa scegliere un leader forte, ma assecondare i desideri degli investitori. In primo luogo, questo è un top manager di RIM, entrato in azienda non ieri, ma nel lontano 2007, e ha la sua parte di responsabilità per ciò che sta accadendo oggi. In secondo luogo, l'area di responsabilità del signor Heinz sono i prodotti, non la strategia nel suo insieme. E, infine, la cosa più interessante è che, rispondendo alle domande dei giornalisti, il nuovo presidente ha affermato che l'attuale strategia non ha bisogno di cambiamenti radicali. Basta guardare il video con la prima esibizione di Thorsten Heinz per capire cosa accadrà al RIM nelle prossime Borse in pelle in Etiopia anno.

La cosa incredibile di questa storia è che i padri fondatori dell'azienda sono così attaccati al loro frutto che non vogliono cambiare e resistergli. È grazie agli sforzi di Mike Lazaridis e Jim Balsillie (Mike Lazaridis / Jim Balsillie) che l'azienda non ha una strategia chiara per lo sviluppo futuro, non sono riusciti a formarla e hanno ostacolato lo sviluppo di RIM. Dobbiamo dare loro credito, hanno costruito l'azienda vedendo il potenziale della posta mobile. Ma esattamente allo stesso modo, non potevano vedere in tempo che il mondo era cambiato. E questo è il problema principale di RIM. Queste non sono risorse, persone, finanze, ma una rappresentazione di due persone che formano il centro dell'universo di Blackberry. Sono i padri fondatori che determinano il corso dell'azienda e il suo futuro. Pertanto, secondo me, finché avranno un tale impatto sull'azienda, non accadrà nulla. Il nuovo presidente di RIM sembra debole e non prevede cambiamenti radicali. E questo è un momento in cui è già necessario un intervento chirurgico e il tempo per gli agenti terapeutici è passato. A mio avviso, questa nomina è stata presa solo per rassicurare gli investitori, l'azienda ei suoi dirigenti non hanno una reale voglia di cambiare. E ha bisogno di questi cambiamenti come l'aria.

Lettura fuori dal corso:

Samsung è pronta per la prossima spinta, per la prima volta dal 1988

Abbiamo tutti la memoria molto corta e ricordiamo gli eventi del recente passato, affidandoci ai numeri che ci sono rimasti impressi. Chiedi a chiunque quando Samsung è diventato popolare e cosa l'ha portato, e otterremo risposte diverse, la maggior parte delle quali conterrà l'opinione di una persona in particolare. E molto probabilmente, vincolante a prodotti molto specifici. Ad esempio, sarà simile a questo: hanno girato nel momento in cui hanno rilasciato questo o quel telefono, è allora che io, che non avevo mai guardato questa azienda, mi sono reso conto che erano wow.

In effetti, qualsiasi prodotto è il risultato di sforzi costanti compiuti da ciascuno dei produttori in una direzione o nell'altra. La strategia di sviluppo dell'azienda descrive dove si sta dirigendo, a quali nicchie è interessata. Ricordando la storia di Samsung, posso dire che la svolta fu il 1988, fu allora che l'azienda individuò tre aree prioritarie di sviluppo: elettrodomestici, telecomunicazioni e semiconduttori (in primis i chip di memoria). Per quasi un quarto di secolo, Samsung ha eccelso in ciascuna di queste aree. Pochi sanno che alla fine degli anni '80, anche un'altra azienda sudcoreana, LG, aveva in programma di sviluppare un'attività di semiconduttori. Ma allora i funzionari del governo hanno sconsigliato di farlo, poiché la concorrenza avrebbe indebolito entrambe le società. Come mi ha detto uno dei top manager di LG, la richiesta era informale e l'azienda potrebbe insistere sul fatto che aveva bisogno di questo mercato. Ma non l'ha fatto. E alla fine ha perso di più, poiché Samsung è diventata il leader mondiale nella produzione di memorie. Per espandere quest'area, l'azienda ha costruito fabbriche, sviluppato tecnologie, in una parola, ampliato. Nel 1997 ha preso in prestito denaro dal mercato per aprire nuove fabbriche, il conto è andato a miliardi di dollari. Nel 2012 la storia si ripete.

La priorità per l'azienda è la produzione non solo di memoria, ma anche di processori (ad esempio, il processore Apple A5 è prodotto ad Austin, in Texas, ovvero Samsung). Nel 2012 l'azienda ha individuato tecnologie e ambiti che andranno ad aggiungersi a quelli già tradizionali, in cui nel solo 2012 verranno investiti 41,4 miliardi di dollari. Hai ascoltato i numeri? L'azienda spenderà soldi per costruire fabbriche, espandere le linee esistenti e sviluppare nuove tecnologie. Tra le tecnologie ovvie, vale la pena notare occhiali "intelligenti" trasparenti, i monitor sono integrati, questa è una delle aree che Samsung considera promettente, nel video del CES2012 puoi vedere un esempio di tale finestra.

Un'altra direzione è lo sviluppo di nuove tecnologie per lo schermo, in particolare OLED. Inizialmente, tali matrici appariranno nei televisori, con un aumento della produzione, il loro prezzo cadrà, così come la diagonale delle matrici. Se oggi ammiriamo l'AMOLED in varie forme, in futuro saranno solo schermi OLED realizzati con le nuove tecnologie. E per la prima volta troveranno applicazione nei televisori.

Un'altra area in cui Samsung è nuova è il software. L'azienda recluta silenziosamente team di sviluppo per creare le proprie soluzioni per diversi sistemi operativi, comprese le proprie soluzioni di interfaccia. Possiamo aspettarci seri progressi in questa direzione in 3-5 anni, non prima.

Dato che Samsung non sta incontrando difficoltà, i prodotti dell'azienda sono richiesti e le vendite sono in costante crescita, penso che l'alto volume di investimenti senza precedenti non influirà negativamente sull'azienda. E per il mercato, questo è un chiaro segno che apparirà un gran numero di prodotti con tecnologie uniche. Ad esempio, lo stesso Galaxy S/S2 ha fissato l'asticella per l'anno a venire, in futuro persisterà un gap simile. Questo è il vantaggio di avere lo sviluppo dei componenti internamente anziché affidarsi a terze parti.

Lettura fuori dal corso:

Infografica: il mondo degli smartphone e dei paesi

L'altro giorno mi sono imbattuto in un'interessante infografica con fatti divertenti su come e chi usa gli smartphone. Per i miei gusti, non tutto è scritto correttamente sulla Russia, il che mette in dubbio altre parti di questa infografica, ma guarda l'immagine e decidi tu stesso se crederci o no.

Secondo me le infografiche di PCMag sono molto più interessanti, i giornalisti hanno rintracciato chi e con chi sta facendo causa e, soprattutto, per cosa. Apri immagini grandi e divertiti.

Spillikins №156. Samsung spenderà 41,4 miliardi di dollari per il futuro

È abbastanza insolito per me scrivere Spillikins non nei fine settimana, ma all'inizio della settimana, quando il lavoro è già in pieno svolgimento e le informazioni arrivano come da una cornucopia. Sfortunatamente, le informazioni del rapporto annuale di Nokia erano così importanti per l'intero mercato che le ho dedicato un intero numero. Ma ora mi correggo qui, e davanti a voi ci sono i soliti Spillikin sugli eventi che hanno attirato la mia attenzione la scorsa settimana. Il formato è lo stesso, la dimensione è normale. Solo la seconda volta in una settimana, ma questa è un'eccezione. Allora iniziamo.

Contenuto:

Windows Mobile sarà il secondo sistema operativo per smartphone nel 2012

Qualsiasi previsione di qualsiasi persona dovrebbe essere trattata con una discreta dose di scetticismo, che è anche chiamato buon senso. Quando parliamo di previsione, dobbiamo capire che questa non è una profezia e non un fatto predeterminato che tale data accadrà. No. Anche, inoltre, molto probabilmente, questo non accadrà, nelle previsioni si parla sempre di probabilità. Ma non vale la pena parlare di queste sciocchezze, soprattutto quando una società di ricerca con una storia pubblica un comunicato stampa di alto profilo secondo cui un nuovo sistema operativo Microsoft batterà presto Apple. Ricordi che scalpore ha fatto questa notizia di recente? Per molti, questa è stata una conferma che tutto andrà bene con Windows Phone 7. Ad esempio, iSuppli afferma semplicemente e senza complicazioni che il Nokia 900 servirà da revival del sistema operativo di Microsoft e che entro il 2015 diventerà inaspettatamente il secondo.

A dire il vero, questo tavolo non mi entusiasma. Il motivo è che credo che la quota di iOS aumenterà, e in modo piuttosto aggressivo. In futuro, due aziende si contenderanno il predominio nel mercato degli smartphone: Apple e Google. Non abbiamo ancora visto la risposta di Apple all'espansione di Android e non c'è dubbio che una tale risposta seguirà. L'unica domanda è quando questo accadrà. Penso non oltre il 2013.

Lascio ai ricercatori di iSuppli prendere come occasione informativa la presentazione di un prodotto non molto significativo: il Nokia 900, un prodotto intermedio. Ora diamo un'occhiata a ciò che hanno previsto tre anni fa per Windows Mobile. Sasha Patsay ha portato alla luce la storia, mi è sembrata tipica e piuttosto divertente. Quindi, passiamo al passato.

In un vecchio studio di iSuppli, entro il 2013 Windows Mobile batte tutti i sistemi operativi e segue il chiaro leader di mercato, Symbian di Nokia. Che non sia così, lo si poteva dire con certezza già nel 2010. Ma nel 2009 anche questa previsione “audace” è stata ben citata, sebbene non avesse basi in sé. Sul mercato puoi trovare previsioni per tutti i gusti, ma la maggior parte tende a non realizzarsi. E questa è la cosa più triste di loro.

Link correlati:

RIM ha un nuovo CEO invece di due vecchi

Si è parlato molto dei problemi di RIM a Spillikins e la principale lamentela da parte mia, oltre che da parte della maggior parte dei critici, è l'impossibilità di cambiare dopo il mercato dei terminali mobili. Avendo puntato sulla posta aziendale, RIM non cambia di una virgola, seguendo il percorso una volta scelto. E mentre sei in viaggio ricevi recensioni poco lusinghiere dalla stampa, dagli analisti e successivamente dagli utenti. Il mercato non è riuscito a sapere dove sarebbe andata l'azienda e come avrebbe potuto colmare il gigantesco divario con i moderni sistemi operativi. L'esclusiva struttura di co-gestione dell'azienda, con due padri fondatori al timone, ha suscitato un sorriso e una scrollata di spalle quando tutto era perfetto. Ma quando il prezzo delle azioni di RIM è sceso del 75% nel solo 2011 e la quota di mercato degli smartphone negli Stati Uniti è scesa da un massimo del 50% al 10%, c'è motivo di dubitare dell'adeguatezza dell'azione intrapresa. La situazione del 2007 per Sony Ericsson si sta ripetendo, le vendite sono enormi e in crescita, l'azienda guarda al futuro con fiducia e dice che i critici non capiscono l'essenza del business. Poi un rapido calo delle vendite, la percezione dei prodotti peggiora e la fine naturale sotto forma di scomparsa dell'azienda. RIM ripeterà questa triste storia? Non lo so, ma non ci sono ancora notizie positive.

Un evento come la nomina di un nuovo presidente di un'azienda attira sempre l'attenzione della stampa e degli investitori. Ammettiamo che gli azionisti di RIM abbiano esercitato una forte pressione sul consiglio di amministrazione della società. Chiesero che alla società fosse affidata una persona che potesse intraprendere il nuovo corso e aumentare il valore delle azioni. Riguarda solo il futuro di RIM, perché nel presente tutto va bene per l'azienda: le vendite unitarie crescono, l'azienda non subisce perdite, entra in nuovi mercati. La domanda è sempre stata se l'azienda manterrà la sua influenza in futuro. E la risposta è sempre stata negativa.

La nomina di un nuovo presidente dell'azienda è un'opportunità unica che non capita molto spesso e dovrebbe essere sfruttata al massimo. Ci si aspetta che una nuova persona rompa l'ordine stabilito delle cose, per dare uno sguardo nuovo a ciò che sta accadendo. E così molto spesso le aziende che riconoscono la necessità del cambiamento, prendono le persone dalla parte. Non hanno un onere di obblighi, possono vedere difetti nel sistema di relazioni esistente e, infine, non fanno parte di questo sistema. È estremamente raro che le persone all'interno del sistema siano in grado di cambiare l'ordine mondiale esistente. Distruggilo.

Purtroppo, alla RIM, nominare Thorsten Heins presidente non significa scegliere un leader forte, ma assecondare i desideri degli investitori. In primo luogo, questo è un top manager di RIM, entrato in azienda non ieri, ma nel lontano 2007, e ha la sua parte di responsabilità per ciò che sta accadendo oggi. In secondo luogo, l'area di responsabilità del signor Heinz sono i prodotti, non la strategia nel suo insieme. E, infine, la cosa più interessante è che, rispondendo alle domande dei giornalisti, il nuovo presidente ha affermato che l'attuale strategia non ha bisogno di cambiamenti radicali. Basta guardare il video con la prima esibizione di Thorsten Heinz per capire cosa accadrà al RIM nelle prossime Borse in pelle in Etiopia anno.

La cosa incredibile di questa storia è che i padri fondatori dell'azienda sono così attaccati alla loro prole, non vogliono cambiare e resistono. È grazie agli sforzi di Mike Lazaridis e Jim Balsillie (Mike Lazaridis / Jim Balsillie) che l'azienda non ha una strategia chiara per lo sviluppo futuro, non sono riusciti a formarla e hanno ostacolato lo sviluppo di RIM. Dobbiamo dare loro credito, hanno costruito l'azienda vedendo il potenziale della posta mobile. Ma esattamente allo stesso modo, non potevano vedere in tempo che il mondo era cambiato. E questo è il problema principale di RIM. Queste non sono risorse, persone, finanze, ma una rappresentazione di due persone che formano il centro dell'universo di Blackberry. Sono i padri fondatori che determinano il corso dell'azienda e il suo futuro. Pertanto, secondo me, finché avranno un tale impatto sull'azienda, non accadrà nulla. Il nuovo presidente di RIM sembra debole e non prevede cambiamenti radicali. E questo è un momento in cui è già necessario un intervento chirurgico e il tempo per gli agenti terapeutici è passato. A mio avviso, questa nomina è stata presa solo per rassicurare gli investitori, l'azienda ei suoi dirigenti non hanno una reale voglia di cambiare. E ha bisogno di questi cambiamenti come l'aria.

Lettura fuori dal corso:

Samsung è pronta per la prossima spinta, per la prima volta dal 1988

Abbiamo tutti la memoria molto corta e ricordiamo gli eventi del recente passato, affidandoci ai numeri che ci sono rimasti impressi. Chiedi a chiunque quando Samsung è diventato popolare e cosa l'ha portato, e otterremo risposte diverse, la maggior parte delle quali conterrà l'opinione di una persona in particolare. E molto probabilmente, vincolante a prodotti molto specifici. Ad esempio, sarà simile a questo: hanno girato nel momento in cui hanno rilasciato questo o quel telefono, è allora che io, che non avevo mai guardato questa azienda, mi sono reso conto che erano wow.

In effetti, qualsiasi prodotto è il risultato di sforzi costanti compiuti da ciascuno dei produttori in una direzione o nell'altra. La strategia di sviluppo dell'azienda descrive dove si sta dirigendo, a quali nicchie è interessata. Ricordando la storia di Samsung, posso dire che la svolta fu il 1988, fu allora che l'azienda individuò tre aree prioritarie di sviluppo: elettrodomestici, telecomunicazioni e semiconduttori (in primis i chip di memoria). Per quasi un quarto di secolo, Samsung ha eccelso in ciascuna di queste aree. Pochi sanno che alla fine degli anni '80, anche un'altra azienda sudcoreana, LG, aveva in programma di sviluppare un'attività di semiconduttori. Ma allora i funzionari del governo hanno sconsigliato di farlo, poiché la concorrenza avrebbe indebolito entrambe le società. Come mi ha detto uno dei top manager di LG, la richiesta era informale e l'azienda potrebbe insistere sul fatto che aveva bisogno di questo mercato. Ma non l'ha fatto. E alla fine ha perso di più, poiché Samsung è diventata il leader mondiale nella produzione di memorie. Per espandere quest'area, l'azienda ha costruito fabbriche, sviluppato tecnologie, in una parola, ampliato. Nel 1997 ha preso in prestito denaro dal mercato per aprire nuove fabbriche, il conto è andato a miliardi di dollari. Nel 2012 la storia si ripete.

La priorità per l'azienda è la produzione non solo di memoria, ma anche di processori (ad esempio, il processore Apple A5 è prodotto ad Austin, in Texas, ovvero Samsung). Nel 2012 l'azienda ha individuato tecnologie e ambiti che andranno ad aggiungersi a quelli già tradizionali, in cui nel solo 2012 verranno investiti 41,4 miliardi di dollari. Hai ascoltato i numeri? L'azienda spenderà soldi per costruire fabbriche, espandere le linee esistenti e sviluppare nuove tecnologie. Tra le tecnologie ovvie, vale la pena notare occhiali "intelligenti" trasparenti, i monitor sono integrati, questa è una delle aree che Samsung considera promettente, nel video del CES2012 puoi vedere un esempio di tale finestra.

Un'altra direzione è lo sviluppo di nuove tecnologie per lo schermo, in particolare OLED. Inizialmente, tali matrici appariranno nei televisori, con un aumento della produzione, il loro prezzo cadrà, così come la diagonale delle matrici. Se oggi ammiriamo l'AMOLED in varie forme, in futuro saranno solo schermi OLED realizzati con le nuove tecnologie. E per la prima volta troveranno applicazione nei televisori.

Un'altra area in cui Samsung è nuova è il software. L'azienda recluta silenziosamente team di sviluppo per creare le proprie soluzioni per diversi sistemi operativi, comprese le proprie soluzioni di interfaccia. Possiamo aspettarci seri progressi in questa direzione in 3-5 anni, non prima.

Dato che Samsung non sta incontrando difficoltà, i prodotti dell'azienda sono richiesti e le vendite sono in costante crescita, penso che l'alto volume di investimenti senza precedenti non influirà negativamente sull'azienda. E per il mercato, questo è un chiaro segno che apparirà un gran numero di prodotti con tecnologie uniche. Ad esempio, lo stesso Galaxy S/S2 ha fissato l'asticella per l'anno a venire, in futuro persisterà un gap simile. Questo è il vantaggio di avere lo sviluppo dei componenti internamente anziché affidarsi a terze parti.

Lettura fuori dal corso:

Infografica: il mondo degli smartphone e dei paesi

L'altro giorno mi sono imbattuto in un'interessante infografica con fatti divertenti su come e chi usa gli smartphone. Per i miei gusti, non tutto è scritto correttamente sulla Russia, il che mette in dubbio altre parti di questa infografica, ma guarda l'immagine e decidi tu stesso se crederci o no.

Secondo me le infografiche di PCMag sono molto più interessanti, i giornalisti hanno rintracciato chi e con chi sta facendo causa e, soprattutto, per cosa. Apri immagini grandi e divertiti.

Spillikins №156. Samsung spenderà 41,4 miliardi di dollari per il futuro

È abbastanza insolito per me scrivere Spillikins non nei fine settimana, ma all'inizio della settimana, quando il lavoro è già in pieno svolgimento e le informazioni arrivano come da una cornucopia. Sfortunatamente, le informazioni del rapporto annuale di Nokia erano così importanti per l'intero mercato che le ho dedicato un intero numero. Ma ora mi correggo qui, e davanti a voi ci sono i soliti Spillikin sugli eventi che hanno attirato la mia attenzione la scorsa settimana. Il formato è lo stesso, la dimensione è normale. Solo la seconda volta in una settimana, ma questa è un'eccezione. Allora iniziamo.

Contenuto:

Windows Mobile sarà il secondo sistema operativo per smartphone nel 2012

Qualsiasi previsione di qualsiasi persona dovrebbe essere trattata con una discreta dose di scetticismo, che è anche chiamato buon senso. Quando parliamo di previsione, dobbiamo capire che questa non è una profezia e non un fatto predeterminato che tale data accadrà. No. Anche, inoltre, molto probabilmente, questo non accadrà, nelle previsioni si parla sempre di probabilità. Ma non vale la pena parlare di queste sciocchezze, soprattutto quando una società di ricerca con una storia pubblica un comunicato stampa di alto profilo secondo cui un nuovo sistema operativo Microsoft batterà presto Apple. Ricordi che scalpore ha fatto questa notizia di recente? Per molti, questa è stata una conferma che tutto andrà bene con Windows Phone 7. Ad esempio, iSuppli afferma semplicemente e senza complicazioni che il Nokia 900 servirà da revival del sistema operativo di Microsoft e che entro il 2015 diventerà inaspettatamente il secondo.

A dire il vero, questo tavolo non mi entusiasma. Il motivo è che credo che la quota di iOS aumenterà, e in modo piuttosto aggressivo. In futuro, due aziende si contenderanno il predominio nel mercato degli smartphone: Apple e Google. Non abbiamo ancora visto la risposta di Apple all'espansione di Android e non c'è dubbio che una tale risposta seguirà. L'unica domanda è quando questo accadrà. Penso non oltre il 2013.

Lascio ai ricercatori di iSuppli prendere come occasione informativa la presentazione di un prodotto non molto significativo: il Nokia 900, un prodotto intermedio. Ora diamo un'occhiata a ciò che hanno previsto tre anni fa per Windows Mobile. Sasha Patsay ha portato alla luce la storia, mi è sembrata tipica e piuttosto divertente. Quindi, passiamo al passato.

In un vecchio studio di iSuppli, entro il 2013 Windows Mobile batte tutti i sistemi operativi e segue il chiaro leader di mercato, Symbian di Nokia. Che non sia così, lo si poteva dire con certezza già nel 2010. Ma nel 2009 anche questa previsione “audace” è stata ben citata, sebbene non avesse basi in sé. Sul mercato puoi trovare previsioni per tutti i gusti, ma la maggior parte tende a non realizzarsi. E questa è la cosa più triste di loro.

Link correlati:

RIM ha un nuovo CEO invece di due vecchi

Si è parlato molto dei problemi di RIM a Spillikins e la principale lamentela da parte mia, oltre che da parte della maggior parte dei critici, è l'impossibilità di cambiare dopo il mercato dei terminali mobili. Avendo puntato sulla posta aziendale, RIM non cambia di una virgola, seguendo il percorso una volta scelto. E mentre sei in viaggio ricevi recensioni poco lusinghiere dalla stampa, dagli analisti e successivamente dagli utenti. Il mercato non è riuscito a sapere dove sarebbe andata l'azienda e come avrebbe potuto colmare il gigantesco divario con i moderni sistemi operativi. L'esclusiva struttura di co-gestione dell'azienda, con due padri fondatori al timone, ha suscitato un sorriso e una scrollata di spalle quando tutto era perfetto. Ma quando il prezzo delle azioni di RIM è sceso del 75% nel solo 2011 e la quota di mercato degli smartphone negli Stati Uniti è scesa da un massimo del 50% al 10%, c'è motivo di dubitare dell'adeguatezza dell'azione intrapresa. La situazione del 2007 per Sony Ericsson si sta ripetendo, le vendite sono enormi e in crescita, l'azienda guarda al futuro con fiducia e dice che i critici non capiscono l'essenza del business. Poi un rapido calo delle vendite, la percezione dei prodotti peggiora e la fine naturale sotto forma di scomparsa dell'azienda. RIM ripeterà questa triste storia? Non lo so, ma non ci sono ancora notizie positive.

Un evento come la nomina di un nuovo presidente di un'azienda attira sempre l'attenzione della stampa e degli investitori. Ammettiamo che gli azionisti di RIM abbiano esercitato una forte pressione sul consiglio di amministrazione della società. Chiesero che alla società fosse affidata una persona che potesse intraprendere il nuovo corso e aumentare il valore delle azioni. Riguarda solo il futuro di RIM, perché nel presente tutto va bene per l'azienda: le vendite unitarie crescono, l'azienda non subisce perdite, entra in nuovi mercati. La domanda è sempre stata se l'azienda manterrà la sua influenza in futuro. E la risposta è sempre stata negativa.

La nomina di un nuovo presidente dell'azienda è un'opportunità unica che non capita molto spesso e dovrebbe essere sfruttata al massimo. Ci si aspetta che una nuova persona rompa l'ordine stabilito delle cose, per dare uno sguardo nuovo a ciò che sta accadendo. E così molto spesso le aziende che riconoscono la necessità del cambiamento, prendono le persone dalla parte. Non hanno un onere di obblighi, possono vedere difetti nel sistema di relazioni esistente e, infine, non fanno parte di questo sistema. È estremamente raro che le persone all'interno del sistema siano in grado di cambiare l'ordine mondiale esistente. Distruggilo.

Purtroppo, alla RIM, nominare Thorsten Heins presidente non significa scegliere un leader forte, ma assecondare i desideri degli investitori. In primo luogo, questo è un top manager di RIM, entrato in azienda non ieri, ma nel lontano 2007, e ha la sua parte di responsabilità per ciò che sta accadendo oggi. In secondo luogo, l'area di responsabilità del signor Heinz sono i prodotti, non la strategia nel suo insieme. E, infine, la cosa più interessante è che, rispondendo alle domande dei giornalisti, il nuovo presidente ha affermato che l'attuale strategia non ha bisogno di cambiamenti radicali. Basta guardare il video con la prima esibizione di Thorsten Heinz per capire cosa accadrà al RIM nelle prossime Borse in pelle in Etiopia anno.

La cosa incredibile di questa storia è che i padri fondatori dell'azienda sono così attaccati al loro frutto che non vogliono cambiare e resistergli. È grazie agli sforzi di Mike Lazaridis e Jim Balsillie (Mike Lazaridis / Jim Balsillie) che l'azienda non ha una strategia chiara per lo sviluppo futuro, non sono riusciti a formarla e hanno ostacolato lo sviluppo di RIM. Dobbiamo dare loro credito, hanno costruito l'azienda vedendo il potenziale della posta mobile. Ma esattamente allo stesso modo, non potevano vedere in tempo che il mondo era cambiato. E questo è il problema principale di RIM. Queste non sono risorse, persone, finanze, ma una rappresentazione di due persone che formano il centro dell'universo di Blackberry. Sono i padri fondatori che determinano il corso dell'azienda e il suo futuro. Pertanto, secondo me, finché avranno un tale impatto sull'azienda, non accadrà nulla. Il nuovo presidente di RIM sembra debole e non prevede cambiamenti radicali. E questo è un momento in cui è già necessario un intervento chirurgico e il tempo per gli agenti terapeutici è passato. A mio avviso, questa nomina è stata presa solo per rassicurare gli investitori, l'azienda ei suoi dirigenti non hanno una reale voglia di cambiare. E ha bisogno di questi cambiamenti come l'aria.

Lettura fuori dal corso:

Samsung è pronta per la prossima spinta, per la prima volta dal 1988

Abbiamo tutti la memoria molto corta e ricordiamo gli eventi del recente passato, affidandoci ai numeri che ci sono rimasti impressi. Chiedi a chiunque quando Samsung è diventato popolare e cosa l'ha portato, e otterremo risposte diverse, la maggior parte delle quali conterrà l'opinione di una persona in particolare. E molto probabilmente, vincolante a prodotti molto specifici. Ad esempio, sarà simile a questo: hanno girato nel momento in cui hanno rilasciato questo o quel telefono, è allora che io, che non avevo mai guardato questa azienda, mi sono reso conto che erano wow.

In effetti, qualsiasi prodotto è il risultato di sforzi costanti compiuti da ciascuno dei produttori in una direzione o nell'altra. La strategia di sviluppo dell'azienda descrive dove si sta dirigendo, a quali nicchie è interessata. Ricordando la storia di Samsung, posso dire che la svolta fu il 1988, fu allora che l'azienda individuò tre aree prioritarie di sviluppo: elettrodomestici, telecomunicazioni e semiconduttori (in primis i chip di memoria). Per quasi un quarto di secolo, Samsung ha eccelso in ciascuna di queste aree. Pochi sanno che alla fine degli anni '80, anche un'altra azienda sudcoreana, LG, aveva in programma di sviluppare un'attività di semiconduttori. Ma allora i funzionari del governo hanno sconsigliato di farlo, poiché la concorrenza avrebbe indebolito entrambe le società. Come mi ha detto uno dei top manager di LG, la richiesta era informale e l'azienda potrebbe insistere sul fatto che aveva bisogno di questo mercato. Ma non l'ha fatto. E alla fine ha perso di più, poiché Samsung è diventata il leader mondiale nella produzione di memorie. Per espandere quest'area, l'azienda ha costruito fabbriche, sviluppato tecnologie, in una parola, ampliato. Nel 1997 ha preso in prestito denaro dal mercato per aprire nuove fabbriche, il conto è andato a miliardi di dollari. Nel 2012 la storia si ripete.

La priorità per l'azienda è la produzione non solo di memoria, ma anche di processori (ad esempio, il processore Apple A5 è prodotto ad Austin, in Texas, ovvero Samsung). Nel 2012 l'azienda ha individuato tecnologie e ambiti che andranno ad aggiungersi a quelli già tradizionali, in cui nel solo 2012 verranno investiti 41,4 miliardi di dollari. Hai ascoltato i numeri? L'azienda spenderà soldi per costruire fabbriche, espandere le linee esistenti e sviluppare nuove tecnologie. Tra le tecnologie ovvie, vale la pena notare occhiali "intelligenti" trasparenti, i monitor sono integrati, questa è una delle aree che Samsung considera promettente, nel video del CES2012 puoi vedere un esempio di tale finestra.

Un'altra direzione è lo sviluppo di nuove tecnologie per lo schermo, in particolare OLED. Inizialmente, tali matrici appariranno nei televisori, con un aumento della produzione, il loro prezzo cadrà, così come la diagonale delle matrici. Se oggi ammiriamo l'AMOLED in varie forme, in futuro saranno solo schermi OLED realizzati con le nuove tecnologie. E per la prima volta troveranno applicazione nei televisori.

Un'altra area in cui Samsung è nuova è il software. L'azienda recluta silenziosamente team di sviluppo per creare le proprie soluzioni per diversi sistemi operativi, comprese le proprie soluzioni di interfaccia. Possiamo aspettarci seri progressi in questa direzione in 3-5 anni, non prima.

Dato che Samsung non sta incontrando difficoltà, i prodotti dell'azienda sono richiesti e le vendite sono in costante crescita, penso che l'alto volume di investimenti senza precedenti non influirà negativamente sull'azienda. E per il mercato, questo è un chiaro segno che apparirà un gran numero di prodotti con tecnologie uniche. Ad esempio, lo stesso Galaxy S/S2 ha fissato l'asticella per l'anno a venire, in futuro persisterà un gap simile. Questo è il vantaggio di avere lo sviluppo dei componenti internamente anziché affidarsi a terze parti.

Lettura fuori dal corso:

Infografica: il mondo degli smartphone e dei paesi

L'altro giorno mi sono imbattuto in un'interessante infografica con fatti divertenti su come e chi usa gli smartphone. Per i miei gusti, non tutto è scritto correttamente sulla Russia, il che mette in dubbio altre parti di questa infografica, ma guarda l'immagine e decidi tu stesso se crederci o no.

Secondo me le infografiche di PCMag sono molto più interessanti, i giornalisti hanno rintracciato chi e con chi sta facendo causa e, soprattutto, per cosa. Apri immagini grandi e divertiti.

Spillikins №156. Samsung spenderà 41,4 miliardi di dollari per il futuro

È abbastanza insolito per me scrivere Spillikins non nei fine settimana, ma all'inizio della settimana, quando il lavoro è già in pieno svolgimento e le informazioni arrivano come da una cornucopia. Sfortunatamente, le informazioni del rapporto annuale di Nokia erano così importanti per l'intero mercato che le ho dedicato un intero numero. Ma ora mi correggo qui, e davanti a voi ci sono i soliti Spillikin sugli eventi che hanno attirato la mia attenzione la scorsa settimana. Il formato è lo stesso, la dimensione è normale. Solo la seconda volta in una settimana, ma questa è un'eccezione. Allora iniziamo.

Contenuto:

Windows Mobile sarà il secondo sistema operativo per smartphone nel 2012

Qualsiasi previsione di qualsiasi persona dovrebbe essere trattata con una discreta dose di scetticismo, che è anche chiamato buon senso. Quando parliamo di previsione, dobbiamo capire che questa non è una profezia e non un fatto predeterminato che tale data accadrà. No. Anche, inoltre, molto probabilmente, questo non accadrà, nelle previsioni si parla sempre di probabilità. Ma non vale la pena parlare di queste sciocchezze, soprattutto quando una società di ricerca con una storia pubblica un comunicato stampa di alto profilo secondo cui un nuovo sistema operativo Microsoft batterà presto Apple. Ricordi che scalpore ha fatto questa notizia di recente? Per molti, questa è stata una conferma che tutto andrà bene con Windows Phone 7. Ad esempio, iSuppli afferma semplicemente e senza complicazioni che il Nokia 900 servirà da revival del sistema operativo di Microsoft e che entro il 2015 diventerà inaspettatamente il secondo.

A dire il vero, questo tavolo non mi entusiasma. Il motivo è che credo che la quota di iOS aumenterà, e in modo piuttosto aggressivo. In futuro, due aziende si contenderanno il predominio nel mercato degli smartphone: Apple e Google. Non abbiamo ancora visto la risposta di Apple all'espansione di Android e non c'è dubbio che una tale risposta seguirà. L'unica domanda è quando questo accadrà. Penso non oltre il 2013.

Lascio ai ricercatori di iSuppli prendere come occasione informativa la presentazione di un prodotto non molto significativo: il Nokia 900, un prodotto intermedio. Ora diamo un'occhiata a ciò che hanno previsto tre anni fa per Windows Mobile. Sasha Patsay ha portato alla luce la storia, mi è sembrata tipica e piuttosto divertente. Quindi, passiamo al passato.

In un vecchio studio di iSuppli, entro il 2013 Windows Mobile batte tutti i sistemi operativi e segue il chiaro leader di mercato, Symbian di Nokia. Che non sia così, lo si poteva dire con certezza già nel 2010. Ma nel 2009 anche questa previsione “audace” è stata ben citata, sebbene non avesse basi in sé. Sul mercato puoi trovare previsioni per tutti i gusti, ma la maggior parte tende a non realizzarsi. E questa è la cosa più triste di loro.

Link correlati:

RIM ha un nuovo CEO invece di due vecchi

Si è parlato molto dei problemi di RIM a Spillikins e la principale lamentela da parte mia, oltre che da parte della maggior parte dei critici, è l'impossibilità di cambiare dopo il mercato dei terminali mobili. Avendo puntato sulla posta aziendale, RIM non cambia di una virgola, seguendo il percorso una volta scelto. E mentre sei in viaggio ricevi recensioni poco lusinghiere dalla stampa, dagli analisti e successivamente dagli utenti. Il mercato non è riuscito a sapere dove sarebbe andata l'azienda e come avrebbe potuto colmare il gigantesco divario con i moderni sistemi operativi. L'esclusiva struttura di co-gestione dell'azienda, con due padri fondatori al timone, ha suscitato un sorriso e una scrollata di spalle quando tutto era perfetto. Ma quando il prezzo delle azioni di RIM è sceso del 75% nel solo 2011 e la quota di mercato degli smartphone negli Stati Uniti è scesa da un massimo del 50% al 10%, c'è motivo di dubitare dell'adeguatezza dell'azione intrapresa. La situazione del 2007 per Sony Ericsson si sta ripetendo, le vendite sono enormi e in crescita, l'azienda guarda al futuro con fiducia e dice che i critici non capiscono l'essenza del business. Poi un rapido calo delle vendite, la percezione dei prodotti peggiora e la fine naturale sotto forma di scomparsa dell'azienda. RIM ripeterà questa triste storia? Non lo so, ma non ci sono ancora notizie positive.

Un evento come la nomina di un nuovo presidente di un'azienda attira sempre l'attenzione della stampa e degli investitori. Ammettiamo che gli azionisti di RIM abbiano esercitato una forte pressione sul consiglio di amministrazione della società. Chiesero che alla società fosse affidata una persona che potesse intraprendere il nuovo corso e aumentare il valore delle azioni. Riguarda solo il futuro di RIM, perché nel presente tutto va bene per l'azienda: le vendite unitarie crescono, l'azienda non subisce perdite, entra in nuovi mercati. La domanda è sempre stata se l'azienda manterrà la sua influenza in futuro. E la risposta è sempre stata negativa.

La nomina di un nuovo presidente dell'azienda è un'opportunità unica che non capita molto spesso e dovrebbe essere sfruttata al massimo. Ci si aspetta che una nuova persona rompa l'ordine stabilito delle cose, per dare uno sguardo nuovo a ciò che sta accadendo. E così molto spesso le aziende che riconoscono la necessità del cambiamento, prendono le persone dalla parte. Non hanno un onere di obblighi, possono vedere difetti nel sistema di relazioni esistente e, infine, non fanno parte di questo sistema. È estremamente raro che le persone all'interno del sistema siano in grado di cambiare l'ordine mondiale esistente. Distruggilo.

Purtroppo, alla RIM, nominare Thorsten Heins presidente non significa scegliere un leader forte, ma assecondare i desideri degli investitori. In primo luogo, questo è un top manager di RIM, entrato in azienda non ieri, ma nel lontano 2007, e ha la sua parte di responsabilità per ciò che sta accadendo oggi. In secondo luogo, l'area di responsabilità del signor Heinz sono i prodotti, non la strategia nel suo insieme. E, infine, la cosa più interessante è che, rispondendo alle domande dei giornalisti, il nuovo presidente ha affermato che l'attuale strategia non ha bisogno di cambiamenti radicali. Basta guardare il video con la prima esibizione di Thorsten Heinz per capire cosa accadrà al RIM nel prossimo anno di Leather Bags in Etiopia.

Sfortunatamente, alla RIM, la nomina di Thorsten Heins a presidente non riguarda la scelta di un leader forte, ma la soddisfazione dei desideri degli investitori. In primo luogo, questo è un top manager di RIM, entrato in azienda non ieri, ma nel lontano 2007, e ha la sua parte di responsabilità per ciò che sta accadendo oggi. In secondo luogo, l'area di responsabilità del signor Heinz sono i prodotti, non la strategia nel suo insieme. E, infine, la cosa più interessante è che, rispondendo alle domande dei giornalisti, il nuovo presidente ha affermato che l'attuale strategia non ha bisogno di cambiamenti radicali. Basta guardare il video con la prima esibizione di Thorsten Heinz per capire cosa accadrà al RIM nel prossimo
Borse in pelle in Etiopia Borse in pelle in Etiopia anno.

La cosa incredibile di questa storia è che i padri fondatori dell'azienda sono così attaccati al loro frutto che non vogliono cambiare e resistergli. È grazie agli sforzi di Mike Lazaridis e Jim Balsillie (Mike Lazaridis / Jim Balsillie) che l'azienda non ha una strategia chiara per lo sviluppo futuro, non sono riusciti a formarla e hanno ostacolato lo sviluppo di RIM. Dobbiamo dare loro credito, hanno costruito l'azienda vedendo il potenziale della posta mobile. Ma esattamente allo stesso modo, non potevano vedere in tempo che il mondo era cambiato. E questo è il problema principale di RIM. Queste non sono risorse, persone, finanze, ma una rappresentazione di due persone che formano il centro dell'universo di Blackberry. Sono i padri fondatori che determinano il corso dell'azienda e il suo futuro. Pertanto, secondo me, finché avranno un tale impatto sull'azienda, non accadrà nulla. Il nuovo presidente di RIM sembra debole e non prevede cambiamenti radicali. E questo è un momento in cui è già necessario un intervento chirurgico e il tempo per gli agenti terapeutici è passato. A mio avviso, questa nomina è stata presa solo per rassicurare gli investitori, l'azienda ei suoi dirigenti non hanno una reale voglia di cambiare. E ha bisogno di questi cambiamenti come l'aria.

Lettura extracurriculare:

Samsung è pronta per la prossima spinta, per la prima volta dal 1988

Abbiamo tutti la memoria molto corta e ricordiamo gli eventi del recente passato, affidandoci ai numeri che ci sono rimasti impressi. Chiedi a chiunque quando Samsung è diventato popolare e cosa l'ha portato, e otterremo risposte diverse, la maggior parte delle quali conterrà l'opinione di una persona in particolare. E molto probabilmente, vincolante a prodotti molto specifici. Ad esempio, sarà simile a questo: hanno girato nel momento in cui hanno rilasciato questo o quel telefono, è allora che io, che non avevo mai guardato questa azienda, mi sono reso conto che erano wow.

In effetti, qualsiasi prodotto è il risultato di sforzi costanti compiuti da ciascuno dei produttori in una direzione o nell'altra. La strategia di sviluppo dell'azienda descrive dove si sta dirigendo, a quali nicchie è interessata. Ricordando la storia di Samsung, posso dire che la svolta fu il 1988, fu allora che l'azienda individuò tre aree prioritarie di sviluppo: elettrodomestici, telecomunicazioni e semiconduttori (in primis i chip di memoria). Per quasi un quarto di secolo, Samsung ha eccelso in ciascuna di queste aree. Pochi sanno che alla fine degli anni '80, anche un'altra azienda sudcoreana, LG, aveva in programma di sviluppare un'attività di semiconduttori. Ma allora i funzionari del governo hanno sconsigliato di farlo, poiché la concorrenza avrebbe indebolito entrambe le società. Come mi ha detto uno dei top manager di LG, la richiesta era informale e l'azienda potrebbe insistere sul fatto che aveva bisogno di questo mercato. Ma non l'ha fatto. E alla fine ha perso di più, poiché Samsung è diventata il leader mondiale nella produzione di memorie. Per espandere quest'area, l'azienda ha costruito fabbriche, sviluppato tecnologie, in una parola, ampliato. Nel 1997 ha preso in prestito denaro dal mercato per aprire nuove fabbriche, il conto è andato a miliardi di dollari. Nel 2012 la storia si ripete.

La priorità per l'azienda è la produzione non solo di memoria, ma anche di processori (ad esempio, il processore Apple A5 è prodotto ad Austin, in Texas, ovvero Samsung). Nel 2012 l'azienda ha individuato tecnologie e ambiti che andranno ad aggiungersi a quelli già tradizionali, in cui nel solo 2012 verranno investiti 41,4 miliardi di dollari. Hai ascoltato i numeri? L'azienda spenderà soldi per costruire fabbriche, espandere le linee esistenti e sviluppare nuove tecnologie. Tra le tecnologie ovvie, vale la pena notare occhiali "intelligenti" trasparenti, i monitor sono integrati, questa è una delle aree che Samsung considera promettente, nel video del CES2012 puoi vedere un esempio di tale finestra.

Un'altra direzione è lo sviluppo di nuove tecnologie per lo schermo, in particolare OLED. Inizialmente, tali matrici appariranno nei televisori, con un aumento della produzione, il loro prezzo cadrà, così come la diagonale delle matrici. Se oggi ammiriamo l'AMOLED in varie forme, in futuro saranno solo schermi OLED realizzati con le nuove tecnologie. E per la prima volta troveranno applicazione nei televisori.

Un'altra area in cui Samsung è nuova è il software. L'azienda recluta silenziosamente team di sviluppo per creare le proprie soluzioni per diversi sistemi operativi, comprese le proprie soluzioni di interfaccia. Possiamo aspettarci seri progressi in questa direzione in 3-5 anni, non prima.

Dato che Samsung non sta incontrando difficoltà, i prodotti dell'azienda sono richiesti e le vendite sono in costante crescita, penso che l'alto volume di investimenti senza precedenti non influirà negativamente sull'azienda. E per il mercato, questo è un chiaro segno che apparirà un gran numero di prodotti con tecnologie uniche. Ad esempio, lo stesso Galaxy S/S2 ha fissato l'asticella per l'anno a venire, in futuro persisterà un gap simile. Questo è il vantaggio di avere lo sviluppo dei componenti internamente anziché affidarsi a terze parti.

Lettura extracurriculare:

Infografica: il mondo degli smartphone e dei paesi

L'altro giorno mi sono imbattuto in un'interessante infografica con fatti divertenti su come e chi usa gli smartphone. Per i miei gusti, non tutto è scritto correttamente sulla Russia, il che mette in dubbio altre parti di questa infografica, ma guarda l'immagine e decidi tu stesso se crederci o no.

Secondo me le infografiche di PCMag sono molto più interessanti, i giornalisti hanno rintracciato chi e con chi sta facendo causa e, soprattutto, per cosa. Apri immagini grandi e divertiti.