it opay

Spillikins №158. Guerra dei componenti invisibili - Battaglia dei costi

L'ultima settimana è stata pazzesca per me in tutti i sensi. Informazioni interessanti appena sopraffatte, ma semplicemente non c'era tempo per condividerle. Mi correggo un po' in questi Spillikin. Nell'ultima settimana sono riuscito a scrivere circa 20 pagine di testo su ciò che attende Windows Phone 7. Spero che questa settimana leggerai il materiale e tutte le domande scompaiano da sole. Dettagliato e punto per punto. Anche se, d'altra parte, sono da tempo abituato al fatto che anche nel momento in cui lo stesso produttore parla della sua uscita dal mercato, ci sono molte persone che negano l'ovvio. Quindi, le battaglie si svolgeranno sicuramente attorno a questo materiale. Ma, d'altra parte, questo è uno dei materiali più importanti per Microsoft. Per cominciare, posso condividere una notizia che ho già menzionato. La prossima versione di Windows Phone 8 non verrà consegnata ai dispositivi di prima e seconda generazione, non riceveranno aggiornamenti. Ma il debriefing dettagliato è a parte, ora passiamo a un argomento non così scontato, ma molto interessante.

Contenuto:

Guerra dei componenti - fronte invisibile

Per la stragrande maggioranza delle persone, non importa di quali componenti siano fatti i dispositivi elettronici, se c'è un potente processore con diversi core all'interno o uno relativamente "vecchio" con un core. Solo gli accaniti fan della tecnologia e i giovani prestano attenzione a questo, e il consumatore medio lo scopre solo nel momento in cui il suo dispositivo inizia a funzionare lentamente. Valutiamo le impressioni complessive del dispositivo, cosa possiamo toccare con le nostre mani, cosa possiamo vedere al primo incontro. Non è difficile intuire che la qualità della custodia e il design, che comprende i materiali utilizzati, vengono in primo piano. La plastica non raffredda la mano, ma è abbastanza leggera e funzionale; il metallo dona peso e solidità, spesso pratico, ma dipende dal dispositivo; il vetro attrae in modo insolito, ma ne risentono sia l'ergonomia che la resistenza alle cadute. Ogni materiale ha sia i suoi pro che i suoi contro: è impossibile dire che ci sia un chiaro vincitore tra i materiali sul mercato.

Pochi di noi scelgono esattamente il materiale con cui è realizzato nel dispositivo. Nonostante il fatto che qualcuno dica che non compreranno mai un telefono di plastica, queste persone periodicamente tradiscono se stesse e acquistano tali dispositivi. Il motivo è che i materiali svolgono un ruolo secondario, è solo una parte dell'immagine del dispositivo. Molto importante e consapevole dal primo momento in cui prendi in mano il telefono, il laptop, il telecomando o qualcos'altro. I materiali modellano fisicamente il modo in cui ci sentiamo riguardo a un dispositivo: tutto gioca un ruolo, dalla trama a quanto sia piacevole toccare la superficie. La scienza dei materiali è un'intera scienza, che svolge un ruolo chiave nella creazione di nuovi dispositivi. Il problema principale degli studi di design autoctoni è che non capiscono che il design industriale, prima di tutto, sta lavorando con i materiali e solo allora con le belle immagini dei dispositivi. Per prima cosa devi sentire il materiale da cui stai cercando di creare qualcosa e solo allora disegnare schizzi.

Ma se pensavi che io volessi parlare di cosa c'è di meglio, metallo, plastica o vetro, allora ti sbagli. È stata necessaria una lunga introduzione per capire che i materiali sono importanti, uno dei componenti chiave di qualsiasi dispositivo. È strategicamente importante controllare la produzione non solo di display, memoria, processori, ma anche di plastica, alluminio e altri componenti.

Ad esempio, prova la Toyota Camry a Port-Harcourt e chiediti perché i concorrenti di Apple, i produttori di laptop, non sono stati in grado di creare un MacBook Air equivalente in una custodia di alluminio sottile ea un prezzo comparabile?

La risposta è così ovvia e in apparenza che non è nemmeno interessante, ma di solito la gente non ci pensa. Se indovini, puoi presumere che Apple abbia catturato tutte le riserve di alluminio del pianeta, ma non è così. In effetti, Apple è stata la prima a vedere il potenziale di tali casi e ha iniziato ad aumentare i propri ordini. Infatti, nel giro di pochi anni, l'azienda ha scelto l'intera capacità produttiva di Catcher Technology (circa il 60% degli ordini proviene da Apple), che sa lavorare l'alluminio nel modo giusto. Il tempo di elaborazione di un caso è di circa 3 ore, è piuttosto costoso rispetto alla plastica, il che è ovvio. Guarda il video mentre Jonathan Eve, responsabile del design di Apple, parla della costruzione dello chassis per MacBook Air.

Ma attraverso economie di scala, Apple è riuscita a far sì che le sue custodie in alluminio abbiano un costo per l'azienda paragonabile alla tradizionale fibra di carbonio utilizzata da Sony. Leggermente più costose delle custodie in plastica sui modelli di massa della stessa fascia di prezzo.

Quello che Apple ha ottenuto prendendo il controllo di una risorsa, nel nostro caso, la produzione di custodie monolitiche in alluminio. Hanno lasciato misere briciole ai loro concorrenti, dotandosi di tutta la gloria e allo stesso tempo dei volumi di produzione, oltre che del minimo costo. I restanti produttori indipendenti traggono vantaggio dal fatto che possono addebitare un prezzo più elevato per i loro servizi, mentre altri produttori di laptop sono costretti a pagarlo. Ma il volume di produzione delle custodie è così piccolo che possono essere utilizzate solo nei modelli di punta, mentre per Apple questo è un segmento di mercato di massa. Non si possono invidiare i concorrenti di Apple, girano come serpenti in una padella, devono inventare nuove tecnologie di produzione. Ad esempio, su suggerimento di Intel, ha iniziato a svilupparsi il segmento degli ultrabook, dove è logico utilizzare case in alluminio. Ma semplicemente non esistono ai prezzi giusti e nella giusta quantità. Di conseguenza, viene utilizzato il vecchio metodo collaudato: un sottile foglio di alluminio viene incollato su una base di plastica, questo sandwich viene rinforzato e il prodotto è pronto. Questa tecnologia può essere paragonata a una custodia in alluminio convenzionale? No, non puoi, perde in molti modi, anche se costa meno. La parola "più economico" si applica alla maggior parte dei laptop con un prezzo al dettaglio superiore a $ 1.000.

Nel segmento inferiore a $ 1.000, questa tecnologia è già costosa da utilizzare, quindi le aziende sono costrette a utilizzare diversi tipi di plastica. Ed è anche una necessità, una risposta alla mancanza di componenti necessari in quantità sufficienti.

A questo punto, dovresti farti una domanda naturale, ma dove stanno guardando gli altri produttori? Se c'è una domanda di casse in alluminio sul mercato, significa che è necessario creare più macchine CNC per produrle e soddisfare la crescente domanda. Sfortunatamente, non tutto è così semplice. Le macchine a controllo numerico non vengono vendute nei supermercati dietro l'angolo, i magazzini non ne sono pieni e l'ordine, la produzione, l'installazione e il lancio richiedono fino a un anno. Aggiungi a questo la necessità di prendere una decisione per fare un investimento significativo in questo settore e ottieni la risposta perché i concorrenti per MacBook Air / Pro non sono comparsi immediatamente. Semplicemente non avevano nessun posto dove andare. Ad esempio, Asus ha acquistato apparecchiature per la produzione di case in alluminio, ma raggiunge la piena capacità solo oggi, uno dei primi segnali è Asus UX21. Allo stesso tempo, il costo di produzione di tali case è più alto per Asus, il motivo è nei volumi, sono molto inferiori a quelli di Apple. È curioso che Apple non sia costretta a sostenere i costi di acquisto delle apparecchiature, vincola i propri partner con contratti a lungo termine, che alla fine non sono così costosi e redditizi.

L'esempio di Apple ha molto successo nel dimostrare come l'azienda spinga costantemente i concorrenti in altre nicchie, costringendoli a cercare soluzioni alternative. Al momento l'azienda sta valutando la possibilità di controllare gli acquisti di plastica, che taglierà fuori dal mercato molti produttori di elettronica di consumo, a loro resterà solo ciò che l'azienda non prenderà. È possibile il controllo totale? No. È possibile assicurarsi che i tipi di plastica richiesti non siano disponibili per i concorrenti? Sì, e con l'esempio delle custodie in alluminio, Apple lo ha dimostrato. Al momento, mi interessa solo una domanda: perché Apple ha avuto bisogno di così tanta plastica per i suoi dispositivi nel 2012-2013.

È interessante notare che Apple ha aperto la strada all'uso di molti materiali, ma non ha avuto una soluzione difficile e rapida su di essi. Ad esempio, quando ha rilasciato il primo iPhone, l'azienda ha utilizzato custodie in alluminio che erano al di là di ogni lode. Ma l'iPhone 3G e successivamente il 3G erano fatti di plastica. Il motivo era che l'azienda non disponeva di una capacità di produzione sufficiente per le custodie in alluminio. La scelta del vetro come materiale della scocca principale nell'iPhone 4/4s è anche la ricerca di un materiale originale con una capacità produttiva sufficiente. Esce il prossimo iPhone nella stessa custodia o plastica, e questo causerà critiche, ma non influirà molto sulle vendite. Il materiale della custodia è uno dei componenti dell'aspetto del prodotto, importante, ma non quello principale.

L'unicità e la praticità del materiale devono essere integrate da una sufficiente capacità produttiva, altrimenti risulterà che il successo del prodotto sarà limitato dall'indisponibilità di uno dei componenti. Le più grandi aziende ne sono consapevoli e oggi Apple e Samsung stanno investendo miliardi di dollari nella produzione di alcuni componenti. Assicurano il loro futuro e l'indipendenza dalle condizioni esterne. Questa, a mio avviso, è l'unica strategia corretta per le aziende con produzione di massa.

In passato sono rimasto affascinato dal fatto che Nokia in pochissimo tempo sia diventata il principale consumatore di plastica tra i produttori di elettronica di consumo e questo ha permesso loro di ottenere i prezzi più bassi. Con la distruzione dell'azienda, la riduzione della sua quota e del volume di produzione, questo inizia a giocare contro di essa, il costo dei componenti aumenta. Un altro esempio è il motivo per cui Samsung amava così tanto la plastica, quando in passato utilizzavano molto il metallo nelle custodie dei telefoni. Una risposta è che un'azienda deve fornire un certo volume per ottenere il massimo sconto sulla plastica, motivo per cui questo materiale viene utilizzato così spesso (ma la varietà di plastica ha raggiunto una trentina di tipi principali). Questa è anche una lotta per il costo dei prodotti, oltre a un tentativo di chiudere l'accesso ai componenti per i giocatori più piccoli, per aumentare il costo dei loro dispositivi.

La guerra dei componenti non è visibile al consumatore, gli arrivano solo echi sotto forma di prodotti già finiti. Quando una persona si chiede sinceramente perché un produttore può creare qualcosa in una custodia in alluminio e un altro no, la risposta sta in molti piani. Di norma, la risposta corretta va ricercata nella guerra per i componenti, che alcune aziende vincono e altre perdono. E questa non è una questione di dimensioni delle aziende, ma piuttosto della loro innovatività e comprensione di come giocare in questo mercato. Spero che la mia storia breve e in gran parte frammentaria ti faccia pensare in futuro al motivo per cui questo o quel dispositivo è fatto di questo e quel materiale e non usa qualcos'altro. Questo argomento è estremamente interessante e ricco di riflessioni, ma non si trova in superficie, quindi è raramente menzionato.

Nokia Belle è un'ottima opportunità per passare ad Android

Ad essere sincero, non scrivo da molto tempo su Symbian, che non si chiama più così, ma semplicemente su Nokia Belle. I dispositivi sono moralmente obsoleti, il livello delle vendite è in calo ogni giorno, cosa che l'azienda ammette e dice che non se lo aspettavano. È interessante, quasi esattamente un anno fa, quando Stephen Elop, presidente di Nokia, ha detto che erano su una piattaforma in fiamme e che Symbian non era competitivo, si aspettava che le persone si precipitassero a ringraziarlo per la sua onestà e ad acquistare dispositivi su questo sistema operativo? Come il tempo ha dimostrato, le persone hanno reagito nel modo previsto.

Il compito principale di Stephen Elop è stato a lungo uno solo: aumentare le vendite di Windows Phone a tutti i costi, indipendentemente dal marchio, Nokia non suona il primo violino qui. Ho la netta sensazione che Stephen Elop sia un dipendente Microsoft, poiché persegue una politica volta a rilasciare sul mercato specificamente Windows Phone, a scapito di eventuali sistemi operativi che potrebbero essere richiesti, anche con il marchio Nokia.

La vittima di Elop era Symbian un anno fa, il colpo è stato devastante, ma a quanto pare non basta. Molti utenti sono rimasti fedeli a Nokia e ai prodotti dell'azienda e hanno iniziato ad aspettarsi tempi migliori. È interessante notare che questi utenti di solito non hanno bisogno di Windows Phone 7. Qualcuno ha acquistato uno smartphone Meego, che Elop ha seppellito altrettanto rapidamente, dicendo prima dell'inizio delle vendite che non aveva intenzione di continuare in questa direzione, indipendentemente dal successo del modello.< /p>

Ora un altro colpo termonucleare è stato inferto agli affezionati utenti Nokia, per così dire, per coloro che non si sono ancora resi conto che tutto potrà solo peggiorare. Con grande clamore, è stato rilasciato l'aggiornamento Belle, che è un surrogato dell'interfaccia Android.

Dato che l'aggiornamento era stato promesso nel quarto trimestre, non è stato così piacevole riceverlo all'inizio di febbraio. Nokia ha spiegato il rinvio dell'aggiornamento lavorando sulla stabilità del firmware. Coloro che sono passati a Belle hanno già riscontrato molti problemi, alcuni dei quali non sembrano così innocui. Quindi, elencherò una serie di problemi che infastidiscono gli utenti e causano accese discussioni:

  • I programmi installati sono scomparsi dalla memoria del telefono, non tutti i programmi possono essere ripristinati nell'OVI Store, ad esempio i programmi distribuiti nell'ambito delle promozioni non vengono visualizzati lì (ho perso Angry Birds RIO in questo modo);
  • Il problema con la connessione tramite Wi-Fi o EDGE / 3G - non appare per tutti, è fluttuante (finora dicono che sono causati da programmi di terze parti che non sono adattati per Belle);
  • Adobe Flash riproduce molti file flv in modo errato, il browser potrebbe non supportare l'apertura di flash;
  • Problema con la riproduzione di file video HD che andavano bene con la versione precedente di Symbian;
  • Un problema con le cuffie di terze parti, potrebbero non essere riconosciute.

Onestamente, ho deciso di smettere. Ci sono quasi cento punti nell'elenco delle differenze negative tra Belle e Anna e gli utenti trovano ogni giorno nuovi difetti. È vero, non sono consapevoli del fatto che la fase attiva di supporto per i prodotti Symbian è già un ricordo del passato. Un'azienda che licenzia migliaia di persone e annulla i bonus e i tagli agli stipendi per il resto chiaramente non sosterrà attivamente i suoi vecchi prodotti. Inoltre, l'unico compito per lei oggi è far sì che la piattaforma Windows Phone 7 abbia successo. Penso di no.

Certo, possiamo dire che tutto questo è finzione e chiudere un occhio sulle migliaia di utenti che hanno riscontrato questi problemi. Ma la cosa principale è che facendo scivolare il surrogato di Android, gli è stata mostrata la strada. E penso che molti faranno la loro scelta durante quest'anno. Non importa quale sarà, è importante che non sia a favore di Symbian, e questo significa la morte del sistema operativo, definitiva e irrevocabile.

Motorola contro Apple: lotta per i brevetti

Una guerra di brevetti è una cosa imprevedibile e dipende in gran parte dalla qualità degli avvocati. Così, il 2 febbraio, Motorola ha ottenuto una vittoria locale su Apple in Germania: il tribunale ha stabilito che una serie di tecnologie (in particolare, le notifiche push al cloud iCloud) hanno violato i brevetti di Motorola. Dire che c'era giubilo in Motorola è un eufemismo della felicità che regnava negli uffici dell'azienda. Il divieto del tribunale esteso a una serie di prodotti Apple (iPad 3G, iPhone), non potevano essere venduti in Germania. Il passo successivo di Motorola è stato quello di pagare il 2,25% del prezzo di ogni iPhone venduto. Una sciocchezza che potrebbe comportare almeno $ 19 dal dispositivo e rendere ricco Motorola. Ma non è stato così. Il contrattacco di Apple ha avuto successo, il tribunale ha revocato il divieto di vendita e le affermazioni di Motorola sono state rimesse in discussione.

Per descrivere la complessità di questa storia, ti parlerò delle principali rivendicazioni di Motorola contro Apple nel mercato statunitense. La società sta facendo affermazioni sulle sue tecnologie, che utilizzano i processori Qualcomm che Apple ha installato nei suoi dispositivi. È interessante notare che esiste un contratto di licenza tra Motorola e Qualcomm e qualsiasi acquirente che acquista i chip Qualcomm li ottiene senza licenza. Non è necessario pagare una seconda volta il titolare del copyright.

Motorola ha già contattato Qualcomm con una richiesta di revoca del diritto di utilizzo delle licenze Motorola nei prodotti venduti da Apple. Ma furono, per usare un eufemismo, mandati a fare un giro a piedi. Il motivo è che non è così che funziona il mercato e per Qualcomm ciò ha significato violare ogni legge immaginabile e successivi tribunali con esito chiaramente negativo. Nel disperato tentativo di vincere in questo modo, Motorola è andato avanti. Ho la totale sensazione che questa iniziativa sia stata fatta con l'aspettativa che dopo l'acquisto di Motorola Mobility da parte di Google, non saranno più gli attuali top manager a dover chiarire tutti questi procedimenti. Non c'è altro modo per spiegare il grado di incompetenza che si sta manifestando ora. Trascinare la situazione, lottare con l'aiuto dei brevetti, che sono fondamentali per le tecnologie della comunicazione e non possono fungere da vantaggio competitivo.

Purtroppo, al momento, questa storia sembra che Motorola non si sia preparata in modo particolare per la guerra con Apple e abbia risposto con qualunque cosa gli fosse capitata. E questo è il problema. Prima di tutto, perché devi ancora misurare la minaccia per la tua attività e le tue vendite con ciò che stai cercando di fare con un'altra azienda. È un'arma a doppio taglio.

Lettura extracurriculare:

Kodak non funziona: sopravvivono solo le stampanti

A dire il vero, considero Kodak una delle aziende fondamentali nel campo della fotografia. È divertente che sia stato Kodak a diventare il pioniere nel campo delle fotocamere digitali, ma ha perso rapidamente interesse in questa direzione. E si è rivelato un errore di calcolo fatale. Oggi l'azienda è in bancarotta, questa è una descrizione abbastanza ufficiale di ciò che sta accadendo. Sfortunatamente, l'azienda ha deciso di abbandonare tutte le aree relative a fotocamere digitali, videocamere e cornici. L'azienda lo ha annunciato abbastanza ufficialmente sulle sue pagine.

Purtroppo, è chiaro che l'azienda non sta tornando al suo antico splendore e ciò che accadrà è una lenta e dolorosa estinzione. Non ho bisogno di discuterne, chi lo desidera può trovare molti articoli su questo argomento. E preferirei mostrarti la prima fotocamera digitale Kodak, creata nel 1975.