it opay

Spillikins №18. I dolci sogni di Sony Ericsson di dominare il mondo o Ward #6

Non ci sono parole. Così si può caratterizzare l'annuncio di tre nuovi modelli da parte di Sony Ericsson, avvenuto a Londra. A differenza della maggior parte dei nostri lettori e delle persone che non sono indifferenti al destino dell'azienda, le mie parole non sono andate perse a causa dei modelli mostrati. Con loro tutto era chiaro anche prima del lancio, una sorta di progetto PR per attirare l'attenzione, distogliere lo sguardo dai momenti problematici all'interno di Sony Ericsson. Mi hanno colpito altre "piccole cose" che mostrano il grado di isteria all'interno dell'azienda, la mancanza di prospettive e la mancanza di fiducia nei propri estimatori, fan del marchio. Ripercorriamo insieme queste "piccole cose".

Rimozione di Memory Stick e supporti M2. Tutti i nuovi telefoni supportano le schede microSD, mentre per anni l'azienda ha predicato che lo stile di Sony è lo stesso dello stile di Sony Ericsson. È stata utilizzata la sinergia, che è stata corretta e comprensibile. Cosa è successo inaspettatamente nel 2009? Perché tutti gli sforzi sono andati sprecati e la resa delle posizioni è seguita, perché hanno iniziato a utilizzare la microSD? La principale lamentela degli acquirenti in passato era il costo delle carte. Circa 4 anni fa, l'immagine era sgradevole: a parità di capacità, la dimensione delle carte per M2 veniva richiesta 1,5 volte di più. Questa è Sony. Una spiegazione breve e concisa non ha evocato una risposta dal mercato di massa, la gente voleva almeno lo stesso prezzo della microSD. Quando è stato rilasciato il Sony Ericsson K850, l'azienda ha realizzato una piccola rivoluzione, Sony ha accettato di ridurre il costo delle schede al livello di un concorrente. Si è rivelata una completa parità di prezzo, che, tuttavia, all'inizio non era evidente, i giocatori al dettaglio alla vecchia maniera credevano che Sony fosse Sony, hanno fissato margini più elevati. Ma nel telefono, come esperimento, è stato installato un doppio slot per schede di memoria, sono state supportate schede M2 ​​e microSD. L'esperimento è stato riconosciuto come un successo, ma non c'era bisogno di continuarlo, le schede M2 ​​hanno iniziato a costare come le microSD, il problema è scomparso.

Nell'autunno del 2008, Sony Ericsson si è improvvisamente resa conto all'interno di Sony Ericsson che i loro prodotti non ricevevano più un'accoglienza così calorosa come prima, né da parte dei giornalisti né degli utenti. A seguito del brainstorming, si sono realizzati molti “problemi” che ostacolano l'azienda, ve ne riporto alcuni:

  • Utilizzo del formato nativo della scheda di memoria
  • Il design è diverso dai telefoni del leader mondiale Nokia
  • Layout della tastiera non familiare per gli utenti di altri marchi

E circa altre due dozzine di "problemi" ugualmente importanti. Sfortunatamente, i pensatori di Sony Ericsson si sono precipitati a capofitto nel risolvere le aree problematiche senza pensare all'impatto che hanno sul marchio. Stanno infatti distruggendo lo spirito di Sony Ericsson, cercando di creare una sorta di fake per Nokia, privando i prodotti dell'azienda del loro vero volto originale. Spostare lo spazio della tastiera dal tasto # al tasto 0 è giustificato, dopotutto esiste uno standard del settore da seguire. Questa è una sciocchezza tra gli altri risultati. Dopotutto, i tasti di controllo erano già stati abbandonati sulla piattaforma A100 quando si è passati all'A200, tutto è diventato come sui prodotti Nokia. Sì, e il supporto per Nokia UI d'ora in poi sarà l'originale per tutti i prodotti Sony Ericsson. Ma la spiegazione di questo evento sta su un piano diverso. A quel tempo, l'azienda voleva far funzionare tutte le applicazioni Java di terze parti con i propri telefoni. Era chiaro che lasciando il proprio sistema di gestione unico, l'azienda perde alcune delle applicazioni. Dopo aver valutato il colpo per gli utenti e le loro abitudini, abbiamo ritenuto che i vantaggi sotto forma di compatibilità delle applicazioni superano gli svantaggi. E lo hanno fatto.

Oggi, in Sony Ericsson, questa modifica viene utilizzata come giustificazione per rendere l'A200 il più simile possibile ai telefoni Nokia basati sulla piattaforma S40. Di fatto, il design del desktop viene copiato, alcuni altri piccoli chip. Esternamente, per un consumatore ordinario, si può vedere il desiderio di fare tutto come un concorrente. C'è stata una tendenza a copiare. Valuta i prerequisiti per il primo cambiamento e quello di oggi. Dietro il primo c'è stato un calcolo sobrio, dietro il secondo non c'è assolutamente nulla. Più precisamente, c'è incredulità nei propri punti di forza, nella capacità di creare qualcosa di interessante che possa essere considerato un'innovazione, qualcosa di cui essere orgogliosi. L'azienda stessa ha dimostrato ai suoi fan più devoti che non intende correre rischi creando prodotti innovativi, d'ora in poi la strategia di Sony Ericsson è quella di copiare le soluzioni di successo della concorrenza.

Ma le decisioni vengono copiate in modo sorprendente, l'azienda rimane fedele a se stessa, estremamente incoerente. Avendo adottato la microSD, il jack da 3,5 mm non viene implementato in tutti i telefoni musicali, ma finora solo in alcuni modelli, ad esempio il W995. Inoltre, il passo successivo è il rifiuto quasi completo della Fast Port, che verrà sostituita da un connettore microUSB. I rappresentanti dell'azienda non hanno avuto il coraggio di aggiungerlo ai tre modelli annunciati, per non creare affatto un mood negativo.

Non tutto va bene all'interno di Sony Ericsson. Ai tempi della precedente gestione, l'azienda aveva un chiaro piano di sviluppo. In particolare, Sony Ericsson riteneva che nel 2008-2010 ci sarebbe stato un boom dei dispositivi touch sul mercato. Per non perdere questa opportunità e aumentare la propria quota, Sony Ericsson avrebbe sfruttato tutte le opportunità. È stata presa in considerazione l'opzione di trasformare la piattaforma A200 in un analogo a tutti gli effetti dell'S60, che potrebbe competere ad armi pari con essa. Cosa è stato fatto per questo? Sono state esplorate le possibilità di collegare un'interfaccia touch all'A200, il che ha portato a un prodotto come il Sony Ericsson Z558. A parte le differenze software, il costo delle modifiche, escluso il prezzo del display, era di circa $ 2. Controllo completamente touch, presenza del riconoscimento della scrittura a mano dell'input. Le prospettive per lo sviluppo dell'A200 sono luminose, quindi, alcuni anni fa, l'azienda prevede di passare attraverso il rilascio provvisorio dell'A250 alla piattaforma A300, dove ci saranno dispositivi completamente sensoriali, una serie di caratteristiche insolite e innovative. Nell'annuncio del 28 maggio ci sono due dispositivi sull'A300, ma questa piattaforma è quella giusta? Il lettore è passato a Walkman 4.0, nel calendario sono apparse finestre pop-up, la schermata di standby è cambiata e una serie di altri dettagli sui gusti sono cambiati.

Di fatto, l'azienda si è imbrogliata davanti a se stessa. È necessario mostrare lo sviluppo: per favore, abbiamo immediatamente presentato la piattaforma A300, a che ritmo ci stiamo muovendo, non c'è stagnazione. È vero, non c'è nulla di originariamente previsto in questo A300, ma dopotutto nessuno ha promesso nulla pubblicamente? Questo autoinganno porta l'azienda in uno stato terribile, non ha più la forza per creare nulla, tutte le forze entrano nel disegnare bellissimi grafici di "risultati".

L'azienda ha raccolto i desideri delle persone e ha cercato di soddisfarli. Ad esempio, i nostri lettori sono stati i primi al mondo a sapere cos'è la piattaforma A100, cos'è l'A200. Con la nostra mano leggera, le designazioni interne di Sony Ericsson sono entrate nel mondo esterno. Per le persone sono diventati punti di riferimento, una valutazione della funzionalità di un determinato telefono. Questo è ciò che abbiamo deciso di suonare. Iniziare il gioco in numero elevato, dove aumentare il numero, in teoria, significa aumentare la funzionalità. Ad esempio, l'A200 era molto meglio dell'A100, ma non c'è più alcuna differenza tra l'A200 e l'A300. Quindi, piccole cose.

Parliamo di gusti. Come sapete, non se ne parla, ma Sony ha sempre considerato il design forte e lo abbiamo visto nei prodotti Sony Ericsson. Cosa è successo il 28 maggio? Ci hanno mostrato i prodotti in un modo diverso, nello stile di esecuzione giapponese. Sapete da dove è nata questa idea? Dal fatto che molti utenti europei ammirano i telefoni giapponesi, facendolo in contumacia, senza mai tenerli tra le mani. Di norma, di fronte a loro nella vita reale, moderano il loro entusiasmo. Tale funzionalità avrebbe potuto funzionare proprio all'inizio del viaggio di Sony Ericsson, ma non è stata utilizzata. All'epoca, hanno puntato su un team internazionale, il design del telefono si è rivelato insolito, originale ed è sempre stato il lato più forte dei prodotti Sony Ericsson. Nel 2009 abbiamo deciso di giocare con il design giapponese e abbiamo commesso un grave errore.

La percezione della stessa Yari come copia del Nokia N81 nello stile del design. Se inizi a confrontarli esternamente, non troverai somiglianze tra i singoli elementi del Fisioterapista, ma insieme sono estremamente simili.

Questa somiglianza è espressa nello spirito dei dispositivi. E poi Sony Ericsson ha commesso un errore fatale, fatto per ignoranza, mancanza di uno sguardo elementare. La linea di prodotti Nseries di Nokia è sviluppata prevalentemente nel design center giapponese, ed era necessario che l'azienda sottolineasse che questi prodotti sono molto più avanti del mercato, anche in termini di design. Si è rivelata una situazione incredibile: senza copiare consapevolmente questi passaggi di Nokia, con la loro decisione di tornare alle origini, gli stessi Sony Ericsson hanno piantato un maiale e uno grosso. Questo è un errore fatale che rende definitiva la percezione del marchio come azienda che copia i passi degli altri.

Sto scrivendo, ma il pensiero batte dentro che Sony Ericsson sta deliberatamente giocando al gioco "Come rovinare un'azienda nel più breve tempo possibile". Non riesco a trovare nessun'altra spiegazione per queste azioni inaspettate e isteriche. Ci tengo davvero a spendere due parole sui prodotti, ma per ora devo analizzare le scelte strategiche prese in Sony Ericsson, sono lasciate in ordine.

Sistema di denominazione dei modelli. Per i consumatori abituali di Sony Ericsson, tutte le linee dell'azienda sono ben note, è chiaro come si forma il numero del modello. Cioè, le persone navigano in questo piccolo mondo, capiscono che acquisteranno un modello con un indice di 600 e oltre, probabilmente guarderanno l'indice 500, ma non qualcosa che si trova sotto. L'azienda ha deciso di distruggere costantemente il suo pubblico fedele in modo da non guardare nemmeno nella direzione dei suoi prodotti. Per i nuovi prodotti di punta, si prevede di lanciarli non con i numeri, ma con i nomi propri. Poiché questo riflette lo spirito dei modelli e tali nomi sono più facili da ricordare.

Personalmente, questo mi ricorda la situazione con uno studente negligente che tradisce un vicino e, per rendere diverso il suo lavoro, introduce errori intenzionali. Il suo compito è copiare, ma rendere diverso il suo lavoro. Secondo me, a volte non vale la pena provare a copiare con tali modifiche. L'esperienza di Motorola, Nokia, Samsung, LG suggerisce che i modelli sono ben ricordati dai loro nomi, ma possono e dovrebbero anche avere dei numeri. Ricordiamo Motorola RAZR V3, Nokia 6700 Classic, LG Viewty KC900 e così via. Un nome proprio può diventare popolare, come nel RAZR, oppure può essere importante in relazione a un indice, come nel caso di Nokia. Per LG, i nomi propri sono popolari, mentre gli indici svolgono un ruolo minore, poche persone li ricordano. Samsung ha più o meno la stessa situazione.

Sony Ericsson ha deciso di distinguersi e non nel migliore dei modi. Lasciando solo i nomi per i loro prodotti. Inoltre, se l'azienda fosse guidata dal mercato di massa in Europa, i nomi sarebbero scelti in modo appropriato. Invece no, l'azienda ha deciso di scegliere alcune parole giapponesi. Mi piace la cultura giapponese, rispetto questo paese e le sue usanze. Ma l'esperienza mondiale delle aziende transnazionali suggerisce che i nomi dei prodotti venduti in mercati diversi siano selezionati tenendo conto della mentalità di tutti questi mercati, della loro totalità. Ad esempio, sarà difficile per un russo ricordare e correlare i nomi dei modelli con la loro funzionalità. Ho già osservato più volte come i nomi di Yari e Aino fossero confusi nei forum. Sì, e lui stesso è un peccatore, ci vuole uno sforzo per ricordare chi è chi. E questo è uno dei mercati chiave per l'azienda.

Un altro esempio è il Sony Ericsson Idou, o, come lo chiamo affettuosamente, "Iudushka". Il modello si chiamava Satio. Hanno cambiato il punteruolo per il sapone. La regola mnemonica che ti faccio era almeno comprensibile, ma ora è solo un insieme di caratteri. Riesco a malapena a immaginare una persona che studia volontariamente cosa significa questa parola e cosa significano in azienda. Sai, tutto ciò che avrebbe potuto essere fatto male è stato sbagliato in questo annuncio del prodotto e anche nella loro preparazione.

Andiamo avanti e vediamo come Sony Ericsson valuta i propri prodotti. Nell'aspetto dei modelli junior, la parola "rivoluziona" è usata in relazione all'esperienza dell'utente nei giochi e nella musica. Non c'è nulla di rivoluzionario nelle caratteristiche dei dispositivi, se non che Aino è l'invenzione di una bicicletta in stile Sony Ericsson.

Cosa c'è di così interessante in questo prodotto? Probabilmente per la prima volta nella mia vita sono riuscito a vedere un telefono con una funzionalità limitata del touch screen. Secondo me, il touchscreen funziona o no. Non c'è un terzo. Avendo chiuso in passato lo sviluppo della direzione del sensore per l'A200, l'azienda ha fretta di rianimarli. Ma è necessario sfoggiare oggi, e quindi si sta creando un brutto ibrido. 12 punti di tocco vengono applicati a uno schermo normale, ovvero il tocco viene emulato. È chiaro che tale emulazione non può funzionare in tutti i menu. Funziona solo nel lettore e nella fotocamera, inoltre puoi rispondere alle chiamate. Funziona a tutti gli effetti con il telefono solo aprendolo e accedendo alla tastiera. È impossibile chiamare un prodotto del genere sensoriale, è uno pseudo-sensore. E anche qui l'azienda calpesta un rastrello che è già stato in passato. Cercano di mascherare tale funzionalità con il pacchetto. Caricabatterie da tavolo e cuffie stereo wireless sono tutti inclusi. Per soldi aggiuntivi, come introdotto, ma a un prezzo di circa 450 euro per dispositivo, queste sono sciocchezze. E inclusa una memory card per una quantità pazzesca di circa 1 GB (ho paura di mentire, ricordo un volume del genere, correggetemi se sbaglio).

Anche nei miei incubi, è difficile per me immaginare un ibrido del genere, così come il fatto che venga messo sul mercato e che possa contare seriamente su qualcosa. La società ha un'opinione diversa, in particolare l'amministratore delegato di Sony Ericsson UK Nathan Voyter (Nathan Vautier) ha affermato che questi prodotti cambiano le regole del gioco e riportano anche l'azienda alla redditività. Va notato che Sony Ericsson ha perso denaro per diversi trimestri consecutivi e attualmente chiede 100 milioni di euro ai suoi azionisti per mantenersi in vita, altrimenti l'azienda continuerà a perdere denaro ancora più velocemente.

Le parole di Nathan sono state percepite dalla parte inconscia degli estimatori del marchio come una presa in giro e in risposta sono apparse immediatamente immagini divertenti. Ad esempio, così. Si gioca sul fatto che l'Apple iPhone, a quanto pare, morirà come classe dopo l'uscita del modello Satio, il telefono di tutti i tempi e di tutti i popoli.

C'è l'autoinganno e il desiderio di convincerti che dentro va tutto bene. L'autoinganno è diventato parte della cultura aziendale di Sony Ericsson. Segnalano al rialzo quote di mercato inesistenti, come succede sempre in Russia, qui conosco la situazione in prima persona. Ma lo stesso autoinganno si sta verificando a livello globale, il che porta alle conseguenze più selvagge. Vuoi conoscere il più grande segreto degli ultimi anni di Sony Ericsson? E il motivo dei prezzi elevati dei suoi telefoni?

Questo è il mistero più meraviglioso del pianeta. L'azienda non ha mai avuto, a differenza di Nokia, Samsung, LG, proprie fabbriche. L'azienda effettua ordini per la produzione dei suoi telefoni in fabbriche di altri produttori. Non confonderlo con la produzione ODM, quando il modello non è solo prodotto, ma anche sviluppato non in Sony Ericsson. Sviluppato da Sony Ericsson, ma prodotto in una fabbrica straniera. Ci sono diversi punti chiave qui quando dovresti monitorare la qualità, concludere i dispositivi problematici e insistere per conto tuo. Sony Ericsson non può più farlo per una serie di motivi. Il motivo è semplice: i partner non sono contenti del modo in cui vengono trattati. Ecco perché il cavo difettoso di massa sul Sony Ericsson C905 (nei nuovi lotti lo stesso difetto, non è stato curato, inoltre, non lo risolveranno, il modello sarà presto interrotto), problemi con le custodie e così via. Perché i partner sono infelici?

Volumi di produzione. I contratti di produzione si basano su un certo carico sulle linee di tali fabbriche. E quando viene calcolato il costo per unità di produzione, leggi il telefono, viene calcolato in base al volume totale. Pensalo come uno sconto per un acquirente all'ingrosso. Che fine ha fatto l'espansione della lineup di Sony Ericsson? Il volume di produzione di un modello separato è diminuito, è diventato molto inferiore. Ciò è stato compensato da un aumento generale del numero di modelli e la situazione è adatta a tutti. Con il calo delle vendite di Sony Ericsson, il volume di produzione è naturalmente diminuito, ma c'erano grandi numeri nei piani e nei contratti dell'azienda. Cercando di nascondersi dietro la crisi, l'azienda insiste sul prezzo concordato.I partner iniziano a risparmiare su tutto, inclusa la qualità. E qui Sony Ericsson non ha più il diritto di voto. Se vuoi ricevere un prodotto di qualità, paga al prezzo di un prodotto di qualità. Se vuoi risparmiare denaro, ti consentiremo di contare la produzione al prezzo concordato, nonostante le variazioni di volume al ribasso. Sfortunatamente, questa situazione è irreversibile. Il volume delle vendite di Sony Ericsson continuerà a diminuire, non ci sono né prodotti né la qualità di questi prodotti. Di conseguenza, i successivi volumi di produzione non saranno rispettati. Un circolo vizioso, dal quale puoi uscire solo se hai la volontà di risolvere tali problemi.

Ma è impossibile peccare solo sulle piante che vogliono mangiare. Il problema principale è la mancanza di pianificazione all'interno dell'azienda. Ad esempio, quale conclusione viene fatta dopo la presentazione di questi tre modelli: Yari, Aino, Satio? Pensi che il servizio PR abbia notato che il mercato non ha preso molto bene i modelli? Niente del genere. Il mercato, a quanto pare, ha preso questi dispositivi come manna dal cielo, con il botto. Cioè, prodotti rivoluzionari che vorremmo produrre anche in grandi quantità, ma così sia, li produrremo come previsto. In azienda le medaglie saranno appese al petto da chi ha organizzato l'evento, da chi ha pianificato il volume di produzione, anche i marketer appenderanno medaglie quando i prodotti saranno lanciati sul mercato. Nessuno soffrirà del fatto che non saranno venduti esattamente allo stesso modo del Sony Ericsson Xperia X1. Oggi, l'azienda ha ufficialmente ammesso che questo prodotto è stato un errore, non è diventato un fenomeno evidente nel mercato. A proposito, ci sono alcuni problemi con il secondo X2. Quindi, HTC ha rifiutato di produrlo, poiché l'azienda non era in grado di adempiere al contratto per la produzione di X1, ha rifiutato le quantità. E l'altro partner insiste su accordi rigorosi. Hanno ordinato 250.000 dispositivi, il che significa che hanno acquistato e pagato così tanto. Per il modo di lavorare di Sony Ericsson, questo è uno spreco di denaro, poiché la società comprende che la loro pianificazione fallirà di nuovo. Come sempre.

Alla fine di questa catena, siamo acquirenti e vediamo i prezzi folli di Sony Ericsson. Gli errori di calcolo descritti non consentono all'azienda di ridurre i prezzi. Di conseguenza, quando i modelli sono completamente in piedi, ad esempio Aino, Satio, ridurranno dinamicamente il costo. Il motivo è che cercheranno di salvare almeno qualcosa, anche un centesimo da questi prodotti non redditizi. Ma difficilmente ci riuscirà, già all'inizio, dopo l'annuncio, i prodotti "rivoluzionari" dimostrano uno scarso interesse da parte dei consumatori. Ancora più deludente è che il Satio non ha il sensore Exmor di Sony, come ho scritto molte volte sul forum. Non avevo tempo. Qualcuno dubitava che non avrebbero avuto tempo? È vero, le persone vicine all'azienda, sul nostro forum, ripetono come un mantra che andrà tutto bene. Forse sanno meglio finché le loro previsioni non si avverano con sorprendente coerenza. Mi viene in mente una frase meravigliosa, da pronunciare con voce barcollante: "Beh, non potevo, non potevo".

Un raro caso in cui sono uscito dal volume di spillikins, che mi sono prefissato con una decisione decisa: 5 pagine di testo. Sì, e ho cambiato la regola per parlare di diversi fenomeni, eventi che mi hanno colpito la scorsa settimana. Il motivo è che la presentazione del 28 maggio mi ha lasciato un'impressione duratura. Non vedevo una tana simile da molto tempo. Non c'è più tempo e spazio per descrivere altri prodotti ed eventi, il che è un peccato.

Noterò solo che verrà rilasciata una recensione del Samsung Omnia HD 8910, non c'era fretta di lavorarci. Il modello è molto di nicchia, si prevede di venderlo in scarsa tiratura in Russia e in altri mercati. Per Samsung, questo è un esperimento legittimo, l'azienda non prevede di fare molto rumore dal nulla attorno a un dispositivo del genere. Un'altra cosa è che in estate appariranno più modelli di massa. Che personalmente vedo come i becchini delle aspirazioni di molte aziende, inclusa Sony Ericsson. Dopotutto, è importante che il prodotto abbia caratteristiche attraenti, un normale touch screen e anche il costo. La combinazione di tutti i fattori e ti permette di fare qualcosa di popolare. In questa stagione. Buona settimana lavorativa e continueremo il materiale sulla storia della creazione del RAZR che ami così tanto domani. Non tutto in un giorno. Buona fortuna.