it opay

VoLTE su iPhone e altre notizie

L'ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS 10.3 ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete 4G (LTE) di MegaFon e, possibilmente, Beeline. Ora puoi effettuare e ricevere chiamate dal tuo smartphone senza uscire dalla rete 4G. MTS ha ufficialmente lanciato le stazioni base nelle carrozze della metropolitana di Mosca. A Beeline hanno preso sul serio la raccolta di denaro sulle tariffe con una detrazione giornaliera di un canone mensile. E anche altre novità.

VoLTE su iPhone

VoLTE (Voice over LTE) - voce su reti cellulari 4G. È troppo presto per parlare di "la tecnologia è diventata popolare", ma gli utenti di iPhone sono un pubblico piuttosto vasto. Questo è tutt'altro che il supporto per diversi modelli di un unico produttore, che sembrava più un test esteso del servizio.

Attualmente, CSFB (Circuit-Switched Fallback) è la tecnologia di trasmissione vocale più comune nella rete LTE in Russia. Più precisamente, si tratta di una tecnologia per l'opt-out dalla trasmissione vocale nella rete LTE. Quando si riceve una chiamata in arrivo la rete la segnala allo smartphone, il dispositivo passa in 3G/2G e riceve la chiamata, dopo la fine della conversazione torna in 4G dopo un po'. La pausa tra la composizione e la risposta a una chiamata può durare fino a 10-15 secondi. Lo stesso processo per una chiamata in uscita, lo smartphone passa a 3G / 2G per questo. Anche una persona completamente lontana dalla tecnologia comprenderà la complessità di tale soluzione e la quantità di segnali aggiuntivi nella rete. Nulla si può fare, questa è una "stampella", senza la quale il possessore dello smartphone rimarrebbe inaccessibile per le chiamate vocali per tutto il tempo in cui lo smartphone si trovasse nella rete LTE. A proposito, sospetto che sia per questo motivo che la modalità solo 4G di solito non è disponibile nelle impostazioni dello smartphone. Non si sa mai chi può giocare con le impostazioni ed essere lasciato senza comunicazione vocale, per poi occuparsi dei reclami degli utenti.

Per quanto riguarda VoLTE, questa è già una soluzione "corretta" a tutti gli effetti per la trasmissione vocale a pacchetto su una rete LTE. Senza alcun passaggio, transizioni forzate a 3G/2G e ritorno. Oltre ad altri vantaggi, consente di risparmiare anche la carica della batteria dello smartphone.

Tecnicamente, i nostri telefoni cellulari erano pronti per implementare VoLTE due anni fa. Anche molti smartphone. Tra i problemi di rallentamento c'era l'ottenimento del firmware appropriato per gli operatori russi e, dicono le malelingue, l'ottenimento delle approvazioni dalle nostre "autorità competenti". Il primo lancio ufficiale di VoLTE è avvenuto nell'agosto 2015 a Beeline, su un paio di smartphone Alcatel e tariffe postpagate, la nostra recensione è qui.

VoLTE su iPhone e altre notizie

In MegaFon, fino a poco tempo fa, solo quattro modelli di Sony Xperia X supportavano la tecnologia VoLTE, ma a fine marzo Apple ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete MegaFon al firmware dei propri dispositivi. E ora la trasmissione vocale 4G funziona nella regione di Mosca (finora solo in essa) sui modelli iPhone 6 e 7 con supporto per la tecnologia VoLTE su iOS 10.3 e firmware successivo.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Alexey Boyko ha pubblicato istruzioni passo passo sul suo blog, una descrizione dettagliata del servizio e di tutte le sue caratteristiche può essere trovata sul sito Web MegaFon qui. Funziona davvero, anche se le recensioni sono ancora contrastanti. Non a tutti piace la qualità della voce. Forse solo un suono insolito, oggettivamente dovrebbe essere migliore. Con un livello di segnale non molto alto in 4G, la chiamata "cade" ancora in 3G/2G, CSFB funziona. Ma, come si suol dire, per noi questo è solo l'inizio di un lungo viaggio.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Per quanto riguarda la connessione, ci sono anche recensioni contrastanti qui oggi. Sul sito MegaFon scrivono che per collegare il servizio è necessario visitare il salone dell'operatore. Posso aggiungere che non tutti i saloni capiscono la posta in gioco. A volte è utile citare il nome del servizio "Voce HD in 4G (VoLTE)". D'altra parte, secondo le recensioni, per alcuni utenti iPhone tutto si è connesso automaticamente senza alcuna visita in salone. Speriamo che migliori e che il servizio stesso si connetta automaticamente per tutti.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Non ho ancora informazioni affidabili su VoLTE su iPhone nella rete Beeline, ma le voci sono positive e le risposte del servizio di supporto sono incoraggianti. Se sì, probabilmente le procedure per la configurazione dei dispositivi non differiscono, puoi usarlo. Non ho ancora alcuna informazione su VoLTE su iPhone su MTS.

MTS, stazioni base nei vagoni della metropolitana

Un'altra buona notizia per gli utenti di smartphone e tablet nella metropolitana di Mosca. E, a quanto pare, anche per i normali utenti di telefoni. A giudicare dall'SMS arrivato il 10 aprile 2017, le stazioni base MTS hanno iniziato a funzionare nei vagoni della metropolitana della capitale.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Su quali linee (speriamo, su tutte), in quali standard e con quale qualità di trasferimento dei dati, lo scopriremo presto. Al momento della stesura della recensione non ci sono state conferme ufficiali, ma i messaggi SMS non vengono spediti proprio così, d'accordo. Provalo e scrivi nei commenti le tue impressioni.

Per quanto riguarda le chiamate vocali, le opinioni sull'impossibilità di parlare nei vagoni della metropolitana mentre ci si sposta sono molto esagerate. Sospetto che questa sia l'opinione di coloro che non l'hanno mai provato da soli. Alcuni anni fa ho scritto che più di una volta avevo avuto la possibilità di parlare normalmente da un telefono Beeline nelle linee della metropolitana, e negli ultimi anni le macchine sono diventate più silenziose. Qui è davvero difficile parlare, quindi è alle stazioni della metropolitana per lo stridio dei treni in frenata.

Beeline: giornaliera o mensile?

Recentemente ho ricevuto molte lettere e commenti sulla formazione di debiti inspiegabili (dal punto di vista degli utenti) sulle tariffe con addebito giornaliero di canoni mensili. A Beeline, da quasi un anno (?), avvertono che nessuno ha cancellato il canone mensile sulle tariffe con tariffa giornaliera. Ricordo che c'erano anche notizie su questo argomento. In parole povere, se hai utilizzato i pacchetti completi per un paio di giorni, hai pagato diverse decine di rubli per questi due giorni e hai messo una carta SIM con un saldo zero sullo scaffale in previsione del prossimo periodo di fatturazione, allora sii preparato mentalmente e finanziariamente pagare l'intero abbonamento per questo mese non appena i soldi compariranno in bilancio. Nelle descrizioni delle tariffe, appare così:

". al momento del blocco del numero (a volontà, smarrito, per mancanza di fondi sul conto, ecc.), l'operatore si riserva il diritto di ricalcolare e trattenere dall'abbonato il costo del pacchetto di servizi compreso in tariffa in proporzione a i servizi utilizzati per il mese solare in corso e/o giorni di fatturazione il periodo durante il quale è stato bloccato il numero dell'abbonato. Questa condizione non si applica ai casi in cui il numero dell'abbonato è bloccato durante l'intero periodo di fatturazione.

Per un mese intero (periodo di fatturazione) di blocco, il denaro non verrà sicuramente prelevato da te, sarà già illegale. Inoltre, secondo segnalazioni non confermate, da più di 15 giorni consecutivi non sono stati prelevati soldi con saldo zero o negativo, ma questo deve essere verificato nella pratica. Gli utenti sono anche perplessi dal fatto che possono cancellare l'ultimo debito solo il giorno successivo. Quelli. era nel blocco, ha messo un po' di soldi sul saldo (calcolato per un paio di giorni), sbloccato, parlando. E il giorno dopo sei di nuovo nel blocco.

Perché ci sono state così tante lamentele ultimamente? Apparentemente, perché questo schema è stato dichiarato, ma non ha funzionato davvero. Ora funziona, anche se non ovunque. E non sempre. Se ho capito bene, funziona nelle macroregioni di Mosca, Nord-Ovest, Sud, Urali, Volga, Siberia ed Estremo Oriente.

Sgradevole, sono d'accordo. Soprattutto se il tuo smartphone viene rubato. D'altra parte, se hai comprato per te un sacchetto di patate per un mese al prezzo specificato e il venditore ti ha permesso di dare denaro a 1/30 del costo del sacchetto ogni giorno, allora hai il diritto di marcire nel seminterrato o mangiare questa borsa in tre giorni è affare del padrone. E il diritto del venditore è quello di richiedere l'intero prezzo di acquisto da te.

La "miniera d'oro" dei registratori di cassa

In merito ai nuovi requisiti per il trasferimento online di tutti i dati sugli acquisti effettuati al Servizio fiscale federale tramite registratori di cassa approvati e certificati.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Il requisito è logico, lo stato vuole controllare tutti i punti vendita con i loro registratori di cassa in tempo reale. Per evitare di evadere dal pagamento delle tasse. È chiaro che la sostituzione e l'aggiornamento di tutti i terminali POS costerà ai venditori un bel soldo, ma il budget, che Dio lo benedica, non ne risentirà. E un leggero aumento dei prezzi di beni e prodotti sarà attribuito alle sanzioni nemiche.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Anche gli operatori di telefonia mobile vogliono il loro, anche se piccolo, pezzo di questa torta grassa. Ci sono molti negozi e negozi, anche più terminal. E come trasferire i dati online su ogni acquisto? Esatto, attraverso le reti cellulari! Tenendo conto del numero di punti vendita e macchine funzionanti, anche 100 rubli. al mese da ogni dispositivo - non così male. Crescerà anche la base di iscritti, questo è sacro. E per escludere l'"uso improprio" di tale Internet illimitato, la velocità di trasferimento dei dati è stata limitata a 32 Kbps, sufficienti per il cassiere.

VoLTE su iPhone e altre notizie

L'ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS 10.3 ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete 4G (LTE) di MegaFon e, possibilmente, Beeline. Ora puoi effettuare e ricevere chiamate dal tuo smartphone senza uscire dalla rete 4G. MTS ha ufficialmente lanciato le stazioni base nelle carrozze della metropolitana di Mosca. A Beeline hanno preso sul serio la raccolta di denaro sulle tariffe con una detrazione giornaliera di un canone mensile. E anche altre novità.

VoLTE su iPhone

VoLTE (Voice over LTE) - voce su reti cellulari 4G. È troppo presto per parlare di "la tecnologia è diventata popolare", ma gli utenti di iPhone sono un pubblico piuttosto vasto. Questo è tutt'altro che il supporto per diversi modelli di un unico produttore, che sembrava più un test esteso del servizio.

Attualmente, CSFB (Circuit-Switched Fallback) è la tecnologia di trasmissione vocale più comune nella rete LTE in Russia. Più precisamente, si tratta di una tecnologia per l'opt-out dalla trasmissione vocale nella rete LTE. Quando si riceve una chiamata in arrivo la rete la segnala allo smartphone, il dispositivo passa in 3G/2G e riceve la chiamata, dopo la fine della conversazione torna in 4G dopo un po'. La pausa tra la composizione e la risposta a una chiamata può durare fino a 10-15 secondi. Lo stesso processo per una chiamata in uscita, lo smartphone passa a 3G / 2G per questo. Anche una persona completamente lontana dalla tecnologia comprenderà la complessità di tale soluzione e la quantità di segnali aggiuntivi nella rete. Nulla si può fare, questa è una "stampella", senza la quale il possessore dello smartphone rimarrebbe inaccessibile per le chiamate vocali per tutto il tempo in cui lo smartphone si trovasse nella rete LTE. A proposito, sospetto che sia per questo motivo che la modalità solo 4G di solito non è disponibile nelle impostazioni dello smartphone. Non si sa mai chi può giocare con le impostazioni ed essere lasciato senza comunicazione vocale, per poi occuparsi dei reclami degli utenti.

Per quanto riguarda VoLTE, questa è già una soluzione "corretta" a tutti gli effetti per la trasmissione vocale a pacchetto su una rete LTE. Senza alcun passaggio, transizioni forzate a 3G/2G e ritorno. Oltre ad altri vantaggi, consente di risparmiare anche la carica della batteria dello smartphone.

Tecnicamente, i nostri telefoni cellulari erano pronti per implementare VoLTE due anni fa. Anche molti smartphone. Tra i problemi di rallentamento c'era l'ottenimento del firmware appropriato per gli operatori russi e, dicono le malelingue, l'ottenimento delle approvazioni dalle nostre "autorità competenti". Il primo lancio ufficiale di VoLTE è avvenuto nell'agosto 2015 a Beeline, su un paio di smartphone Alcatel e tariffe postpagate, la nostra recensione è qui.

VoLTE su iPhone e altre notizie

In MegaFon, fino a poco tempo fa, solo quattro modelli di Sony Xperia X supportavano la tecnologia VoLTE, ma a fine marzo Apple ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete MegaFon al firmware dei propri dispositivi. E ora la trasmissione vocale 4G funziona nella regione di Mosca (finora solo in essa) sui modelli iPhone 6 e 7 con supporto per la tecnologia VoLTE su iOS 10.3 e firmware successivo.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Alexey Boyko ha pubblicato istruzioni passo passo sul suo blog, una descrizione dettagliata del servizio e di tutte le sue caratteristiche può essere trovata sul sito Web MegaFon qui. Funziona davvero, anche se le recensioni finora sono contrastanti. Non a tutti piace la qualità della voce. Forse solo un suono insolito, oggettivamente dovrebbe essere migliore. Con un livello di segnale non molto alto in 4G, la chiamata "cade" ancora in 3G/2G, CSFB funziona. Ma, come si suol dire, per noi questo è solo l'inizio di un lungo viaggio.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Per quanto riguarda la connessione, ci sono anche recensioni contrastanti qui oggi. Sul sito MegaFon scrivono che per collegare il servizio è necessario visitare il salone dell'operatore. Posso aggiungere che non tutti i saloni capiscono la posta in gioco. A volte è utile citare il nome del servizio "Voce HD in 4G (VoLTE)". D'altra parte, secondo le recensioni, per alcuni utenti iPhone tutto si è connesso automaticamente senza alcuna visita in salone. Speriamo che migliori e che il servizio stesso si connetta automaticamente per tutti.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Non ho ancora informazioni affidabili su VoLTE su iPhone nella rete Beeline, ma le voci sono positive e le risposte del servizio di supporto sono incoraggianti. Se sì, probabilmente le procedure per la configurazione dei dispositivi non differiscono, puoi usarlo. Non ho ancora alcuna informazione su VoLTE su iPhone su MTS.

MTS, stazioni base nei vagoni della metropolitana

Un'altra buona notizia per gli utenti di smartphone e tablet nella metropolitana di Mosca. E, a quanto pare, anche per i normali utenti di telefoni. A giudicare dall'SMS arrivato il 10 aprile 2017, le stazioni base MTS hanno iniziato a funzionare nei vagoni della metropolitana della capitale.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Su quali linee (speriamo tutte), in quali standard e con quale qualità di trasferimento dei dati, lo scopriremo presto. Al momento della stesura della recensione non ci sono state conferme ufficiali, ma i messaggi SMS non vengono spediti proprio così, d'accordo. Provalo e scrivi nei commenti le tue impressioni.

Per quanto riguarda le chiamate vocali, le opinioni sull'impossibilità di parlare nei vagoni della metropolitana mentre ci si sposta sono molto esagerate. Sospetto che questa sia l'opinione di coloro che non l'hanno mai provato da soli. Alcuni anni fa ho scritto che più di una volta avevo avuto la possibilità di parlare normalmente da un telefono Beeline nelle linee della metropolitana, e negli ultimi anni le macchine sono diventate più silenziose. Qui è davvero difficile parlare, quindi è alle stazioni della metropolitana per lo stridio dei treni in frenata.

Beeline: giornaliera o mensile?

Recentemente ho ricevuto molte lettere e commenti sulla formazione di debiti inspiegabili (dal punto di vista degli utenti) sulle tariffe con addebito giornaliero di canoni mensili. A Beeline, da quasi un anno (?), avvertono che nessuno ha cancellato il canone mensile sulle tariffe con tariffa giornaliera. Ricordo che c'erano anche notizie su questo argomento. In parole povere, se hai utilizzato i pacchetti completi per un paio di giorni, hai pagato diverse decine di rubli per questi due giorni e hai messo una carta SIM con un saldo zero sullo scaffale in previsione del prossimo periodo di fatturazione, allora sii preparato mentalmente e finanziariamente pagare l'intero abbonamento per questo mese non appena i soldi compariranno in bilancio. Nelle descrizioni delle tariffe, appare così:

". al momento del blocco del numero (a volontà, smarrito, per mancanza di fondi sul conto, ecc.), l'operatore si riserva il diritto di ricalcolare e trattenere dall'abbonato il costo del pacchetto di servizi compreso in tariffa in proporzione a i servizi utilizzati per il mese solare in corso e/o giorni di fatturazione il periodo durante il quale è stato bloccato il numero dell'abbonato. Questa condizione non si applica ai casi in cui il numero dell'abbonato è bloccato durante l'intero periodo di fatturazione.

Per un mese intero (periodo di fatturazione) di blocco, il denaro non verrà sicuramente prelevato da te, sarà già illegale. Inoltre, secondo segnalazioni non confermate, da più di 15 giorni consecutivi non sono stati prelevati soldi con saldo zero o negativo, ma questo deve essere verificato nella pratica. Gli utenti sono anche perplessi dal fatto che possono cancellare l'ultimo debito solo il giorno successivo. Quelli. era nel blocco, ha messo un po' di soldi sul saldo (calcolato per un paio di giorni), sbloccato, parlando. E il giorno dopo sei di nuovo nel blocco.

Perché ci sono state così tante lamentele ultimamente? Apparentemente, perché questo schema è stato dichiarato, ma non ha funzionato davvero. Ora funziona, anche se non ovunque. E non sempre. Se ho capito bene, funziona nelle macroregioni di Mosca, Nord-Ovest, Sud, Urali, Volga, Siberia ed Estremo Oriente.

Sgradevole, sono d'accordo. Soprattutto se il tuo smartphone viene rubato. D'altra parte, se hai comprato per te un sacchetto di patate per un mese al prezzo specificato e il venditore ti ha permesso di dare denaro a 1/30 del costo del sacchetto ogni giorno, allora hai il diritto di marcire nel seminterrato o mangiare questa borsa in tre giorni è affare del padrone. E il diritto del venditore è quello di richiedere l'intero prezzo di acquisto da te.

La "miniera d'oro" dei registratori di cassa

In merito ai nuovi requisiti per il trasferimento online di tutti i dati sugli acquisti effettuati al Servizio fiscale federale tramite registratori di cassa approvati e certificati.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Il requisito è logico, lo stato vuole controllare tutti i punti vendita con i loro registratori di cassa in tempo reale. Per evitare di evadere dal pagamento delle tasse. È chiaro che la sostituzione e l'aggiornamento di tutti i terminali POS costerà ai venditori un bel soldo, ma il budget, che Dio lo benedica, non ne risentirà. E un leggero aumento dei prezzi di beni e prodotti sarà attribuito alle sanzioni nemiche.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Anche gli operatori di telefonia mobile vogliono il loro, anche se piccolo, pezzo di questa torta grassa. Ci sono molti negozi e negozi, anche più terminal. E come trasferire i dati online su ogni acquisto? Esatto, attraverso le reti cellulari! Tenendo conto del numero di punti vendita e macchine funzionanti, anche 100 rubli. al mese da ogni dispositivo - non così male. Crescerà anche la base di iscritti, questo è sacro. E per escludere l'"uso improprio" di tale Internet illimitato, la velocità di trasferimento dei dati è stata limitata a 32 Kbps, sufficienti per il cassiere.

VoLTE su iPhone e altre notizie

L'ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS 10.3 ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete 4G (LTE) di MegaFon e, possibilmente, Beeline. Ora puoi effettuare e ricevere chiamate dal tuo smartphone senza uscire dalla rete 4G. MTS ha ufficialmente lanciato le stazioni base nelle carrozze della metropolitana di Mosca. A Beeline hanno preso sul serio la raccolta di denaro sulle tariffe con una detrazione giornaliera di un canone mensile. E anche altre novità.

VoLTE su iPhone

VoLTE (Voice over LTE) - voce su reti cellulari 4G. È troppo presto per parlare di "la tecnologia è diventata popolare", ma gli utenti di iPhone sono un pubblico piuttosto vasto. Questo è tutt'altro che il supporto per diversi modelli di un unico produttore, che sembrava più un test esteso del servizio.

Attualmente, CSFB (Circuit-Switched Fallback) è la tecnologia di trasmissione vocale più comune nella rete LTE in Russia. Più precisamente, si tratta di una tecnologia per l'opt-out dalla trasmissione vocale nella rete LTE. Quando si riceve una chiamata in arrivo la rete la segnala allo smartphone, il dispositivo passa in 3G/2G e riceve la chiamata, dopo la fine della conversazione torna in 4G dopo un po'. La pausa tra la composizione e la risposta a una chiamata può durare fino a 10-15 secondi. Lo stesso processo per una chiamata in uscita, lo smartphone passa a 3G / 2G per questo. Anche una persona completamente lontana dalla tecnologia comprenderà la complessità di tale soluzione e la quantità di segnali aggiuntivi nella rete. Nulla si può fare, questa è una "stampella", senza la quale il possessore dello smartphone rimarrebbe inaccessibile per le chiamate vocali per tutto il tempo in cui lo smartphone si trovasse nella rete LTE. A proposito, sospetto che sia per questo motivo che la modalità solo 4G di solito non è disponibile nelle impostazioni dello smartphone. Non si sa mai chi può giocare con le impostazioni ed essere lasciato senza comunicazione vocale, per poi occuparsi dei reclami degli utenti.

Per quanto riguarda VoLTE, questa è già una soluzione "corretta" a tutti gli effetti per la trasmissione vocale a pacchetto su una rete LTE. Senza alcun passaggio, transizioni forzate a 3G/2G e ritorno. Oltre ad altri vantaggi, consente di risparmiare anche la carica della batteria dello smartphone.

Tecnicamente, i nostri telefoni cellulari erano pronti per implementare VoLTE due anni fa. Anche molti smartphone. Tra i problemi di rallentamento c'era l'ottenimento del firmware appropriato per gli operatori russi e, dicono le malelingue, l'ottenimento delle approvazioni dalle nostre "autorità competenti". Il primo lancio ufficiale di VoLTE è avvenuto nell'agosto 2015 a Beeline, su un paio di smartphone Alcatel e tariffe postpagate, la nostra recensione è qui.

VoLTE su iPhone e altre notizie

In MegaFon, fino a poco tempo fa, solo quattro modelli di Sony Xperia X supportavano la tecnologia VoLTE, ma a fine marzo Apple ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete MegaFon al firmware dei propri dispositivi. E ora la trasmissione vocale 4G funziona nella regione di Mosca (finora solo in essa) sui modelli iPhone 6 e 7 con supporto per la tecnologia VoLTE su iOS 10.3 e firmware successivo.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Alexey Boyko ha pubblicato istruzioni passo passo sul suo blog, una descrizione dettagliata del servizio e di tutte le sue caratteristiche può essere trovata sul sito Web MegaFon qui. Funziona davvero, anche se le recensioni finora sono contrastanti. Non a tutti piace la qualità della voce. Forse solo un suono insolito, oggettivamente dovrebbe essere migliore. Con un livello di segnale non molto alto in 4G, la chiamata "cade" ancora in 3G/2G, CSFB funziona. Ma, come si suol dire, per noi questo è solo l'inizio di un lungo viaggio.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Per quanto riguarda la connessione, ci sono anche recensioni contrastanti qui oggi. Sul sito MegaFon scrivono che per collegare il servizio è necessario visitare il salone dell'operatore. Posso aggiungere che non tutti i saloni capiscono la posta in gioco. A volte è utile citare il nome del servizio "Voce HD in 4G (VoLTE)". D'altra parte, secondo le recensioni, per alcuni utenti iPhone tutto si è connesso automaticamente senza alcuna visita in salone. Speriamo che migliori e che il servizio stesso si connetta automaticamente per tutti.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Non ho ancora informazioni affidabili su VoLTE su iPhone nella rete Beeline, ma le voci sono positive e le risposte del servizio di supporto sono incoraggianti. Se sì, probabilmente le procedure per la configurazione dei dispositivi non differiscono, puoi usarlo. Non ho ancora alcuna informazione su VoLTE su iPhone su MTS.

MTS, stazioni base nei vagoni della metropolitana

Un'altra buona notizia per gli utenti di smartphone e tablet nella metropolitana di Mosca. E, a quanto pare, anche per i normali utenti di telefoni. A giudicare dall'SMS arrivato il 10 aprile 2017, le stazioni base MTS hanno iniziato a funzionare nei vagoni della metropolitana della capitale.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Su quali linee (speriamo tutte), in quali standard e con quale qualità di trasferimento dei dati, lo scopriremo presto. Al momento della stesura della recensione non ci sono state conferme ufficiali, ma i messaggi SMS non vengono spediti proprio così, d'accordo. Provalo e scrivi nei commenti le tue impressioni.

Per quanto riguarda le chiamate vocali, le opinioni sull'impossibilità di parlare nei vagoni della metropolitana mentre ci si sposta sono molto esagerate. Sospetto che questa sia l'opinione di coloro che non l'hanno mai provato da soli. Alcuni anni fa ho scritto che più di una volta avevo avuto la possibilità di parlare normalmente da un telefono Beeline nelle linee della metropolitana, e negli ultimi anni le macchine sono diventate più silenziose. Qui è davvero difficile parlare, quindi è alle stazioni della metropolitana per lo stridio dei treni in frenata.

Beeline: giornaliera o mensile?

Recentemente ho ricevuto molte lettere e commenti sulla formazione di debiti inspiegabili (dal punto di vista degli utenti) sulle tariffe con addebito giornaliero di canoni mensili. A Beeline, da quasi un anno (?), avvertono che nessuno ha cancellato il canone mensile sulle tariffe con tariffa giornaliera. Ricordo che c'erano anche notizie su questo argomento. In parole povere, se hai utilizzato i pacchetti completi per un paio di giorni, hai pagato diverse decine di rubli per questi due giorni e hai messo una carta SIM con un saldo zero sullo scaffale in previsione del prossimo periodo di fatturazione, allora sii preparato mentalmente e finanziariamente pagare l'intero abbonamento per questo mese non appena i soldi compariranno in bilancio. Nelle descrizioni delle tariffe, appare così:

". al momento del blocco del numero (a volontà, smarrito, per mancanza di fondi sul conto, ecc.), l'operatore si riserva il diritto di ricalcolare e trattenere dall'abbonato il costo del pacchetto di servizi compreso in tariffa in proporzione a i servizi utilizzati per il mese solare in corso e/o giorni di fatturazione il periodo durante il quale è stato bloccato il numero dell'abbonato. Questa condizione non si applica ai casi in cui il numero dell'abbonato è bloccato durante l'intero periodo di fatturazione.

Per un mese intero (periodo di fatturazione) di blocco, il denaro non verrà sicuramente prelevato da te, sarà già illegale. Inoltre, secondo segnalazioni non confermate, da più di 15 giorni consecutivi non sono stati prelevati soldi con saldo zero o negativo, ma questo deve essere verificato nella pratica. Gli utenti sono anche perplessi dal fatto che possono cancellare l'ultimo debito solo il giorno successivo. Quelli. era nel blocco, ha messo un po' di soldi sul saldo (calcolato per un paio di giorni), sbloccato, parlando. E il giorno dopo sei di nuovo nel blocco.

Perché ci sono state così tante lamentele ultimamente? Apparentemente, perché questo schema è stato dichiarato, ma non ha funzionato davvero. Ora funziona, anche se non ovunque. E non sempre. Se ho capito bene, funziona nelle macroregioni di Mosca, Nord-Ovest, Sud, Urali, Volga, Siberia ed Estremo Oriente.

Sgradevole, sono d'accordo. Soprattutto se il tuo smartphone viene rubato. D'altra parte, se hai comprato per te un sacchetto di patate per un mese al prezzo specificato e il venditore ti ha permesso di dare denaro a 1/30 del costo del sacchetto ogni giorno, allora hai il diritto di marcire nel seminterrato o mangiare questa borsa in tre giorni è affare del padrone. E il diritto del venditore è quello di richiedere l'intero prezzo di acquisto da te.

La "miniera d'oro" dei registratori di cassa

In merito ai nuovi requisiti per il trasferimento online di tutti i dati sugli acquisti effettuati al Servizio fiscale federale tramite registratori di cassa approvati e certificati.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Il requisito è logico, lo stato vuole controllare tutti i punti vendita con i loro registratori di cassa in tempo reale. Per evitare di evadere dal pagamento delle tasse. È chiaro che la sostituzione e l'aggiornamento di tutti i terminali POS costerà ai venditori un bel soldo, ma il budget, che Dio lo benedica, non ne risentirà. E un leggero aumento dei prezzi di beni e prodotti sarà attribuito alle sanzioni nemiche.

VoLTE su iPhone e altre notizie

Anche gli operatori di telefonia mobile vogliono il loro, anche se piccolo, pezzo di questa torta grassa. Ci sono molti negozi e negozi, anche più terminal. E come trasferire i dati online su ogni acquisto? Esatto, attraverso le reti cellulari! Tenendo conto del numero di punti vendita e macchine funzionanti, anche 100 rubli. al mese da ogni dispositivo - non così male. Crescerà anche la base di iscritti, questo è sacro. E per escludere l'"uso improprio" di tale Internet illimitato, la velocità di trasferimento dei dati è stata limitata a 32 Kbps, sufficienti per il registratore di cassa.

VoLTE su iPhone e altre notizie

L'ultimo aggiornamento del sistema operativo iOS 10.3 ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete 4G (LTE) di MegaFon e, possibilmente, Beeline. Ora puoi effettuare e ricevere chiamate dal tuo smartphone senza uscire dalla rete 4G. MTS ha lanciato ufficialmente le stazioni base nelle carrozze della metropolitana di Mosca. A Beeline hanno preso sul serio la raccolta di denaro sulle tariffe con una detrazione giornaliera di un canone mensile. E anche altre novità.

VoLTE su iPhone

VoLTE (Voice over LTE) - voce su reti cellulari 4G. È troppo presto per parlare di "la tecnologia è andata alle masse", ma gli utenti di iPhone sono un pubblico piuttosto vasto. Questo è tutt'altro che il supporto per diversi modelli di un unico produttore, che sembrava più un test esteso del servizio.

Attualmente, CSFB (Circuit-Switched Fallback) è la tecnologia di trasmissione vocale più comune nella rete LTE in Russia. Più precisamente, è una tecnologia per rifiutare la trasmissione vocale in una rete LTE. Quando si riceve una chiamata in arrivo la rete la segnala allo smartphone, il dispositivo passa in 3G/2G e riceve la chiamata, dopo la fine della conversazione torna in 4G dopo un po'. La pausa tra la composizione e la risposta a una chiamata può durare fino a 10-15 secondi. Lo stesso processo per una chiamata in uscita, lo smartphone passa a 3G / 2G per questo. Anche una persona completamente lontana dalla tecnologia comprenderà la complessità di tale soluzione e la quantità di segnali aggiuntivi nella rete. Nulla si può fare, questa è una "stampella", senza la quale il possessore dello smartphone rimarrebbe inaccessibile per le chiamate vocali per tutto il tempo in cui lo smartphone si trovasse nella rete LTE. A proposito, sospetto che sia per questo motivo che la modalità solo 4G di solito non è disponibile nelle impostazioni dello smartphone. Non si sa mai chi può giocare con le impostazioni ed essere lasciato senza comunicazione vocale, per poi occuparsi dei reclami degli utenti.

Per quanto riguarda VoLTE, questa è già una soluzione "corretta" a tutti gli effetti per la trasmissione vocale a pacchetto su una rete LTE. Senza alcun passaggio, transizioni forzate a 3G/2G e ritorno. Oltre ad altri vantaggi, consente di risparmiare anche la carica della batteria dello smartphone.

Tecnicamente, i nostri telefoni cellulari erano pronti per implementare VoLTE due anni fa. Anche molti smartphone. Tra i problemi di rallentamento c'era l'ottenimento del firmware appropriato per gli operatori russi e, dicono le malelingue, l'ottenimento delle approvazioni dalle nostre "autorità competenti". Il primo lancio ufficiale di VoLTE è avvenuto nell'agosto 2015 a Beeline, su un paio di smartphone Alcatel e tariffe postpagate, la nostra recensione è qui.

In MegaFon, fino a poco tempo fa, solo quattro modelli di Sony Xperia X supportavano la tecnologia VoLTE, ma a fine marzo Apple ha aggiunto il supporto per VoLTE nella rete MegaFon al firmware dei propri dispositivi. E ora la trasmissione vocale 4G funziona nella regione di Mosca (finora solo in essa) sui modelli iPhone 6 e 7 con supporto per la tecnologia VoLTE su iOS 10.3 e firmware successivo.

Alexey Boyko ha pubblicato istruzioni passo passo sul suo blog, una descrizione dettagliata del servizio e di tutte le sue caratteristiche può essere trovata sul sito Web MegaFon qui. Funziona davvero, anche se le recensioni sono ancora contrastanti. Non a tutti piace la qualità della voce. Forse solo un suono insolito, oggettivamente dovrebbe essere migliore. Con un livello di segnale non molto alto in 4G, la chiamata "cade" ancora in 3G/2G, CSFB funziona. Ma, come si suol dire, per noi questo è solo l'inizio di un lungo viaggio.

Per quanto riguarda la connessione, ci sono anche recensioni contrastanti qui oggi. Sul sito MegaFon scrivono che per collegare il servizio è necessario visitare il salone dell'operatore. Posso aggiungere che non tutti i saloni capiscono la posta in gioco. A volte è utile citare il nome del servizio "Voce HD in 4G (VoLTE)". D'altra parte, secondo le recensioni, per alcuni utenti iPhone tutto si è connesso automaticamente senza alcuna visita in salone. Speriamo che migliori e che il servizio stesso si connetta automaticamente per tutti.

Non ho ancora informazioni affidabili su VoLTE su iPhone nella rete Beeline, ma le voci sono positive e le risposte del servizio di supporto sono incoraggianti. Se sì, probabilmente le procedure per la configurazione dei dispositivi non differiscono, puoi usarlo. Non ho ancora alcuna informazione su VoLTE su iPhone su MTS.

MTS, stazioni base nei vagoni della metropolitana

Un'altra buona notizia per gli utenti di smartphone e tablet nella metropolitana di Mosca. E, a quanto pare, anche per i normali utenti di telefoni. A giudicare dall'SMS arrivato il 10 aprile 2017, le stazioni base MTS hanno iniziato a funzionare nei vagoni della metropolitana della capitale.

Su quali linee (speriamo tutte), in quali standard e con quale qualità di trasferimento dei dati, lo scopriremo presto. Al momento della stesura della recensione non ci sono state conferme ufficiali, ma i messaggi SMS non vengono spediti proprio così, d'accordo. Provalo e scrivi nei commenti le tue impressioni.

Per quanto riguarda le chiamate vocali, le opinioni sull'impossibilità di parlare nei vagoni della metropolitana mentre ci si sposta sono molto esagerate. Sospetto che questa sia l'opinione di coloro che non l'hanno mai provato da soli. Alcuni anni fa ho scritto che più di una volta avevo avuto la possibilità di parlare normalmente da un telefono Beeline nelle linee della metropolitana, e negli ultimi anni le macchine sono diventate più silenziose. Qui è davvero difficile parlare, quindi è alle stazioni della metropolitana per lo stridio dei treni in frenata.

Beeline: giornaliera o mensile?

Recentemente ho ricevuto molte lettere e commenti sulla formazione di debiti inspiegabili (dal punto di vista degli utenti) sulle tariffe con addebito giornaliero di canoni mensili. A Beeline, da quasi un anno (?), avvertono che nessuno ha cancellato il canone mensile sulle tariffe con tariffa giornaliera. Ricordo che c'erano anche notizie su questo argomento. In parole povere, se hai utilizzato i pacchetti completi per un paio di giorni, hai pagato diverse decine di rubli per questi due giorni e hai messo una carta SIM con un saldo zero sullo scaffale in previsione del prossimo periodo di fatturazione, allora sii preparato mentalmente e finanziariamente pagare l'intero abbonamento per questo mese non appena i soldi compariranno in bilancio. Nelle descrizioni delle tariffe, appare così:

". al momento del blocco del numero (a volontà, smarrito, per mancanza di fondi sul conto, ecc.), l'operatore si riserva il diritto di ricalcolare e trattenere dall'abbonato il costo del pacchetto di servizi compreso in tariffa in proporzione a i servizi utilizzati per il mese solare in corso e/o giorni di fatturazione il periodo durante il quale è stato bloccato il numero dell'abbonato. Questa condizione non si applica ai casi in cui il numero dell'abbonato è bloccato durante l'intero periodo di fatturazione.

Per un mese intero (periodo di fatturazione) di blocco, il denaro non verrà sicuramente prelevato da te, sarà già illegale. Inoltre, secondo segnalazioni non confermate, da più di 15 giorni consecutivi non sono stati prelevati soldi con saldo zero o negativo, ma questo deve essere verificato nella pratica. Gli utenti sono anche perplessi dal fatto che possono cancellare l'ultimo debito solo il giorno successivo. Quelli. era nel blocco, ha messo un po' di soldi sul saldo (calcolato per un paio di giorni), sbloccato, parlando. E il giorno dopo sei di nuovo nel blocco.

Perché ci sono state così tante lamentele ultimamente? Apparentemente, perché questo schema è stato dichiarato, ma non ha funzionato davvero. Ora funziona, anche se non ovunque. E non sempre. Se ho capito bene, funziona nelle macroregioni di Mosca, Nord-Ovest, Sud, Urali, Volga, Siberia ed Estremo Oriente.

Sgradevole, sono d'accordo. Soprattutto se il tuo smartphone viene rubato. D'altra parte, se hai comprato per te un sacchetto di patate per un mese al prezzo specificato e il venditore ti ha permesso di dare denaro a 1/30 del costo del sacchetto ogni giorno, allora hai il diritto di marcire nel seminterrato o mangiare questa borsa in tre giorni è affare del padrone. E il diritto del venditore è quello di richiedere l'intero prezzo di acquisto da te.

La "miniera d'oro" dei registratori di cassa

In merito ai nuovi requisiti per il trasferimento online di tutti i dati sugli acquisti effettuati al Servizio fiscale federale tramite registratori di cassa approvati e certificati.

Il requisito è logico, lo stato vuole controllare tutti i punti vendita con i loro registratori di cassa in tempo reale. Per evitare di evadere dal pagamento delle tasse. È chiaro che la sostituzione e l'aggiornamento di tutti i terminali POS costerà ai venditori un bel soldo, ma il budget, che Dio lo benedica, non ne risentirà. E un leggero aumento dei prezzi di beni e prodotti sarà attribuito alle sanzioni nemiche.

Anche gli operatori di telefonia mobile vogliono il loro, anche se piccolo, pezzo di questa torta grassa. Ci sono molti negozi e negozi, anche più terminal. E come trasferire i dati online su ogni acquisto? Esatto, attraverso le reti cellulari! Tenendo conto del numero di punti vendita e macchine funzionanti, anche 100 rubli. al mese da ogni dispositivo - non così male. Crescerà anche la base di iscritti, questo è sacro. E per escludere l'"uso improprio" di tale Internet illimitato, la velocità di trasferimento dei dati è stata limitata a 32 Kbps, sufficienti per il cassiere.